[IT] eldino a Bruxelles: resoconto di un bel viaggio :)

Trovo solo ora il tempo di scrivere e pubblicare il resoconto di un viaggio di lavoro che ho fatto a Bruxelles dal 19 al 25 ottobre 2008. Ho deciso di scriverlo per condividere con voi lettori questa mia esperienza, che potrebbe risultarvi utile qualora decideste anche voi di mettere piede nella capitale d’Europa.

Sono conscio del fatto che i resoconti dei viaggi non sono propriamente inerenti alle netlabels o alla musica libera o agli altri 2-3 argomenti-cardine di questo blog, ma chi lo sa.. magari potrebbero diventarlo in futuro se organizzassi il primo Netaudio Festival eurocentrico :D

Basta puttanate e andiamo al sodo.

Il viaggio di andata
All’andata sono partito alle 10.05 da Roma Ciampino (se non abitate a Roma e/o non sapete come raggiungere l’aeroporto, stampatevi la comoda guida che ho usato io, disponibile qui) con Ryan Air e sono atterrato dopo meno di due ore a Bruxelles Charleroi, l’aeroporto secondario della città (come è tradizione per i voli della compagnia low-cost irlandese), situato a circa un’ora dal centro. E’ lontano, è vero, ma è ben servito dai mezzi pubblici.

bruxelles_charleroi_bus

Personalmente, ho preso il comodo pullman dell’Autocars l’Elan (tariffe ed orari qui) che collega Charleroi a Gare du Midi (una delle tre Stazioni Ferroviarie principali di Bruxelles, le altre due sono Gare Central e Gare du Nord). Questo bus parte circa mezzora dopo l’arrivo di ogni volo Ryan Air, costa 13 € e impiega circa un’ora. Il biglietto non si fa a bordo, ma in un banchetto apposito situato in prossimità dell’uscita dell’aeroporto più vicina alla fermata. La signorina bionda del suddetto banchetto parla inglese (come qualsiasi altra persona da me incontrata a Bruxelles), francese ed italiano (!!) per cui non dovreste avere nessun problema a fare il vostro “one-way ticket” (biglietto di sola andata) in pochi minuti.

Arrivati a Gare du Midi (il bus vi lascia in una viuzza traversa a 10 metri da una delle entrate della stazione), vi basterà prendere la metro per arrivare ovunque.

Il sistema integrato dei trasporti pubblici
Dedico un paragrafetto di questo resoconto alla descrizione dei mezzi pubblici nè perché desidero lavorarci nè perché mi pagano per farlo, ma perché mi hanno davvero colpito. Semplicemente fantastici. Il sistema dei trasporti urbani comprende metropolitana, tram (sotterranei e non) e autobus, ed è gestito da un’unica azienda, la Stib.

bruxelles_stib_map

Mi ha colpito perché:
- è efficientissimo e velocissimo: vi sono treni ogni 5-10 minuti;
- le indicazioni sono chiarissime, in particolare la mappa dei mezzi, che potete consultare in ogni fermata della metro (guardate nelle bacheche di vetro) o procurarvela su carta (scelta consigliatissima!) o scaricarla da qui;
-approccio ansia-free: non vi sono tornelli alle entrate come da noi nè personale di vigilanza; volendo potreste tranquillamente viaggiare senza biglietto o senza obliterarlo, perché i controlli sono rari (anche se severi), ma sinceramente un servizio così è bene pagarlo, magari lo avessimo in Italia! (oddio! una metropolitana senza tornelli da noi andrebbe a fallire dopo tre mesi…);
-le stazioni metro e pre-metro (da dove partono i tram sotterranei) sono grandissime, distribuite su 3 piani sotto il suolo, pulitissime (non scherzo, mai visto un luogo pubblico così pulito), climatizzate, con musica in diffusione (la notte mettono sù un po’ di musica classica per rilassare i viaggiatori), sicure anche di notte (ho visto personalmente ragazzine di 15-16 anni sole prendere con scioltezza la metro alle 00.30: cuffiette nelle orecchie e via!) e dotate di scale mobili praticamente ovunque (aaah! la gioia dei pigri!).

Il biglietto singolo costa 1.70€ e vale tipo 45 o 75 minuti (puoi prendere tutti i mezzi in questo arco di tempo), ma se vi fermate qualche giorno ci consiglio di fare l’abbonamento che per pochi euro vi permette un uso “flat” dei mezzi. Personalmente, ho fatto due abbonamenti da 3 giorni per 9.50 € l’uno. Sia il biglietto che l’abbonamento vanno obliterati ogni volta che si sale su un mezzo diverso. Sono validi su tutti i mezzi della Stib, eccetto sui Noctis (i pullman notturni).

La lingua: come comunicare a Bruxelles
Come accennato sopra, a Bruxelles si parlano almeno tre lingue correttamente: francese, olandese ed inglese. Anche i commessi extracomunitari dei fast-food o dei negozietti più assurdi parlano inglese, per cui vi sarà davvero facile farvi comprendere.

[Polemica On] Non è per sputare sulla mia nazione, ma qui in Italia non è esattamente semplice come a Bruxelles per un turista comunicare se non conosce l’italiano. Vi sfido a trovare un vigile, un carabiniere, un addetto di biglietterie o un commesso di una rosticceria che sappia conversare in inglese. Per questo (ed altro) siamo proprio il terzo mondo dell’Europa. [Polemica Off]

A facilitarvi ulteriormente le cose, la maggior parte (se non tutti) i siti utili a fini turistici hanno una traduzione in inglese o addirittura in italiano, per cui potete efficientemente googlare per qualche informazione in più prima di partire.

I bruxellesi
I bruxellesi di etnia occidentale sono davvero pochi ormai, per lo più Bruxelles è abitata da belgi di origine islamica et similia. Quello che più mi ha colpito da italiano abituato a guardarmi da tutto e tutti perchè abituato ad essere sempre fregato ed inculato, è stata la loro gentilezza. Appena arrivato, molte persone, vedendomi con una cartina in mano e con l’aria un po’ spaesata, mi si avvicinavano e mi chiedevano in francese se avessi bisogno di qualcosa o se cercassi qualcosa in particolare. Da italiano ho pensato “questi mi vedono turista e mi vogliono fottere pure le mutande“, ma mi sbagliavo. In 6 giorni mi avranno offerto il loro aiuto tipo 25 persone! E’ proprio la loro mentalità e la loro educazione che li spinge ad offrire il loro aiuto, un esempio di civiltà che mi ha davvero sconvolto perché inedito ai miei occhi.

Dove dormire
Come in ogni città, anche a Bruxelles vi sono soluzioni per ogni tasca, dagli ostelli agli hotel. Personalmente, ho alloggiato in un bed & breakfast tradizionale belga di nome Les Bluets (Rue Berckmans 124, vicino alla fermata Munthof della metro arancione, dai 50€ ai 60€ a notte), che merita una breve recensione.

bruxelles_lesbluets_hotel1

Questo hotel è carinissimo: è una palazzina di 4 piani straripante di arazzi, piante, oggetti etnici e via discorrendo. E’ molto pulito e i bagni e gli infissi delle camere sono nuovi. Non ti cambiano nè le lenzuola nè gli asciugamani ogni giorno, non ti forniscono il bagnoschiuma (solo tre bustine di shampoo alle erbe e una saponettina per le mani), ma in compenso hai un’ottima connessione wireless gratuita in camera (un router per piano), hai un computer nella hall a disposizione per navigare (sempre gratis, servizio che invece in molti tre stelle ti fanno pagare) qualora non avessi il tuo notebook con te e la colazione è compresa.

La proprietaria è la tipica donnona belga, sui 60 anni, ed è molto “folk” (vive al primo piano dell’albergo e la sua cucina funge da hall :D). Parla inglese e francese, per cui andate tranquilli. Prima di partire su Tripadvisor avevo letto delle recensioni molto negative su di lei (14 su 16) e mi ero inquietato abbastanza, ma dopo averla conosciuta, posso dire che non mi è sembrata come la descrivono. E’ a suo modo simpatica ma bisogna inquadrarla nel suo personaggio per apprezzarla a pieno.

La colazione viene servita dalle 7 alle 9 in una saletta a ridosso dell’entrata e si mangia tutti allo stesso tavolo: con “tutti” intendo tutti gli ospiti del b&b (che conta 10 camere circa). Il tavolo è un po’ stretto e la colazione è per certi versi ricca (ci sono tante marmellate biologiche e tanto pane, burro, yogurth…) ma per altri povera (la signora dà un solo cornetto a testa).

L’acqua calda nelle stanze viene erogata soltano la mattina dalle 6 alle 9 e la sera dalle 19 alle 22.

Non esiste una reception, ma la signora vi fornirà un mazzo di 3 chiavi, di cui due per i portoni d’ingresso ed una per la stanza. Non avete limiti d’orario, siete completamente autonomi. Infine, intorno al ristorante vi sono un minimarket Delhaize e alcuni ristorantini.

Se volete risparmiare, in alternativa, vi è un ostello in centro di nome Sleepwell di cui mi hanno parlato molto bene. Un letto in una camerata da 8 persone costa circa 16€, mentre la singola con bagno costa 40-50€. La colazione è inclusa ma dovete portarvi asciugamani, saponi e quant’altro da casa.

Cosa vedere
Per quanto sia, per conformazione e istruzione universitaria, un appassionato d’arte, quando viaggio preferisco focalizzare la mia attenzione su come vive la gente del luogo, sulle diversità tra quel Paese e l’Italia, sulle innovazioni in merito alla civiltà e via discorrendo, piuttosto che sui luoghi turistici, per cui vi avverto: questo paragrafo è molto essenziale in questo senso. Ad ogni modo, assolutamente da vedere:

- Grande Place, la piazza principale di Bruxelles, un gioiello monumentale a cavallo tra gotico e barocco.  Quello che mi ha colpito è stato il rivestimento d’oro di alcune statue ed elementi architettonici esterni, non mi era mai capitato di vederne. La Grand Place è il luogo turistico per eccellenza: vi sono una miriade di localini (attenzione alle inculature!), negozi di biscotti artigianali e souvenirs, cioccolaterie e via dicendo.

bruxelles_grandplace1

bruxelles_grandplace2

- Manneken Pis, una statuetta di bronzo di circa 50 cm che raffigura un bambino che fa pipì. Ora, non è per disfattisimo, ma su tutte le guide la descrivono come chissà quale attrazione sia, ma vedendola dal vero mi sembra una puttanata colossale. Cioè, davvero, non è niente di che, è una micro-statua di un bambino che si fa una sana pisciata. Ho visto con i miei occhi comitive di tedeschi e giapponesi che si esaltavano nel guardarla, mentre io guardavo loro tipo così: o_O. Bah, guardatela se proprio ci passate davanti ;)

bruxelles_mannekenpis

- Belgian Comic Strip Center, il Centro Belga del Fumetto. Lo segnalo perché, da maniaco dei fumetti, lo sono andato a visitare, ma non lo consiglio: 7.50€ buttati nel cesso. La struttura in cui è situato è carina, ma è molto difficile da raggiungere perché è un po’ imboscata. Dentro praticamente ci sono soltanto bacheche di legno e vetro che espongono tavole originali più qualche modello a grandezza-uomo (es. il razzo di Tin Tin). E’ stata una grande delusione. Maggiori info e tariffe.

bruxelles_bscc1

bruxelles_bscc2

Dove mangiare
Se seguite un approccio low-cost, vi consiglio o una delle classiche trattorie o pub un po’ lontani dalla zona centrale, dove con 15-20€ riuscite a mangiare qualcosa (piatti tipici: cozze con patate, carne cotta nella birra, patatine fritte) oppure i doner kebab della catena Sultans of Kebap (ce ne sono tre in zona Grand Place), che costano 3.50€ e sono belli pieni ed abbondanti. Questa catena di fast food mi è davvero restata nel cuore :(

bruxelles_sultansofkebap

Ho provato anche Quick, il McDonald locale, molto buono e nettamente più genuino della controparte americana. Dico questo perché mentre i vari McPanini mi fanno male dopo solo 3 minuti dall’ultimo morso, Quick invece no.. e il mio stomaco è molto sensibile, per cui vi potete fidare ;)

Guida ai negozi di fumetti di Bruxelles
Il Belgio è una nazione dal forte interesse verso il fumetto. Molti sono i negozi di fumetti a Bruxelles (ne ho girati 8-9) ma bisogna distinguere. Se siete disposti a spendere dai 15€ in sù per volume, allora vi basta andare in Rue Midi: vi sono 4-5 negozi di fumetti a poca distanza l’uno dall’altro, ma, eccetto “Manga Line” (la proprietaria è molto scostumata e non ha voglia di guadagnarsi qualche decina d’euro, si vede che non ne ha bisogno..), vendono soltanto edizioni cartonate in francese o olandese. Queste edizioni hanno la fastidiosa caratteristica di non presentare il cartellino del prezzo sopra, ma sappiate che partono da 15 € in sù ciascuno. Se invece avete problemi di budget e/o non volete spendere tutti questi soldi per un volume a fumetti come me, vi consiglio questi due negozi:

- Super Dragon Toys (Rue Sainte Catherine 6 St. Katelijnestraat)
Il miglior negozio che potete trovare a Bruxelles se siete appassionati di manga e manwha (manga coreani). Arretrati molto vecchi ne ha pochi, ma sulla produzione attuale è imbattibile! I prezzi dei volumi di per sè sono più alti che in Italia (un volumetto che da noi costa 5.90€, in Belgio costa circa 7€), ma il negozio applica un gradevole sconto del 15-20% su quasi tutte le collane, per cui si compra bene da loro. Non hanno edizioni in inglese o estere, trattano solo il mercato francese e belga, ma ci sono titoli che in Italia non abbiamo che meritano una lettura ;)

bruxelles_superdragontoys

bruxelles_superdragontoys2

- Little Nemo (Boulevard Maurice Lemonnier 25)
Una fumetteria che vende solo materiale di seconda mano, ma in perfette condizioni. Ci si trova di tutto, dai manga ai cartonati. I manga costano in media 3.50€ a volume, mentre i cartonati 8 €, praticamente sono scontati del 50%. In questo negozio, lo ammetto, ho fatto la spesa :) E’ facilmente raggiungibile con i mezzi :)

Ve ne sono altri, ma questi due, a mio dire, sono i migliori negozi di fumetti di Bruxelles e ve li consiglio calorosamente :)

Il viaggio di ritorno
Al ritorno ho preso un volo Alitalia/Brussel Airlines che è partito da Bruxelles National ed è arrivato a Roma Fiumicino.  L’aeroporto principale di Bruxelles è davvero enorme, merita una visita, soprattutto il lounge (l’area che trovate all’uscita del metal detector).

Fonti immagini: Flickr, Wikipedia, siti linkati.

About these ads

Una risposta a [IT] eldino a Bruxelles: resoconto di un bel viaggio :)

  1. [...] tramite consigli molto pratici e funzionali, senza molti giri di parole, così come feci per il viaggio a Bruxelles nel 2008. La pianificazione del viaggio, la redazione del travel plan ed il budget di spesa: Se volete [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 77 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: