[IT] Come inviare un hard disk guasto (ma in garanzia) alla Western Digital: la guida completa

Introduzione:
Proprio qualche settimana fa avevo cominciato a notare strani comportamenti sul mio computer desktop (cartelle da decine di gigabyte che sparivano, Windows che non si arrestava correttamente, errori NTFS a ripetizione nel visualizzatore degli eventi, lo Scandisk che partiva ad ogni avvio pur dopo una chiusura corretta del sistema e che recuperava ogni volta grosse quantità di dati nella cartella found.000…), che, dopo una serie di controlli preliminari (formattazione e reinstallazione di Windows, Scandisk approfondito, Memtest sui banchi di ram, verifica delle firme digitali dei files di sistema…), si sono rivelati essere causati dall’hard disk, un WD15EADS della Western Digital acquistato appena sei mesi prima, per cui ancora pienamente in garanzia (che -ricordiamolo- per questi modelli è di 3 anni, come si legge in questa tabella).

Ma l’esperienza informatica non basta, bisogna essere sicuri al 100% che il prodotto sia difettoso prima di mandarlo in garanzia, onde evitare seccanti perdite di tempo e denaro. Anche per questo scopo, la Western Digital si rivela essere una ditta molto seria e fornisce un’utility gratuita, Data Lifeguard Diagnostic, che permette di eseguire due test, uno sbrigativo (“Quick Test“) e uno più approfondito (“Extended Test“) sul proprio disco. Entrambi questi test restituiranno, in caso di guasti o difetti, dei codici d’errore, che confrontati con questa tabella, ti diranno se il disco è da cambiare o meno.

Nel mio caso, il risultato del “Quick Test” è stato:

Test Result: FAIL
Test Error Code: 06-Quick Test on drive 1 did not complete! Status code = 07 (Failed read test element), Failure Checkpoint = 97 (Unknown Test) SMART self-test did not complete on drive 1!

mentre quello dell'”Extended Test“:

Test Result: FAIL
Test Error Code: 08-Too many bad sectors detected.

Non è necessario essere guru dell’inglese (o dell’informatica) per capire che il disco è pesantemente compromesso e va immediatamente sostituito.

Tutorial:
La procedura da seguire per usufruire della garanzia Western Digital non è difficilissima, ma comunque, per evitare di invalidarla, necessita della massima attenzione nel seguire le varie fasi, ecco perchè ho deciso di “tutorializzare” la mia esperienza, così se vi capita anche a voi, avrete vita più semplice ;-)

Premetto che quanto andrò a spiegarvi vale per un hard disk interno, non per altri prodotti Western Digital. Alcuni consigli potrebbero però essere utili anche in altre casistiche.

Tutta la trafila può essere schematizzata in quattro punti:

1. Accertarsi innanzitutto che l’hard disk sia effettivamente guasto a causa di difetti di fabbrica, e non per un uso malsano dello stesso. Ad esempio, se lo inzuppate nel latte e smette -toh!- di funzionare, sappiate che non è a causa di un difetto di fabbrica. Il metodo più veloce ed efficace per farlo, al di là del buon senso, è utilizzare Data Lifeguard Diagnostic (esiste per Windows, per DOS e in versione live-cd), il software gratuito di Western Digital di cui vi parlavo poc’anzi. L’uso è pressochè elementare: si sceglie l’hard disk danneggiato dall’elenco e si eseguono i due test disponibili. Una volta ottenuti gli eventuali codici di errore, li si confrontano con quelli nella tabella, e se appare “Replace disk“, apposto, potete usufruire della garanzia.

2. Se l’hard disk in qualche modo appare ancora in Windows ed è possibile accederci, provvedete prima che sia troppo tardi al recupero di tutti i vostri dati. Vi sono numerosi software in Rete per questo scopo. Su piattaforma Windows ho testato: Stellar Phoenix Windows Recovery Tool (commerciale), PCI File Recovery Inspector (gratuito) e Piriform Recuva (gratuito), e quello che ha dato i migliori risultati, nonchè in tempo accettabile, è stato proprio quest’ultimo, ma non ne dubitavo, gli sviluppatori di Piriform sono una garanzia ;-) Prima di iniziare il recupero dei vostri dati, dotatevi di un hard disk di capienza pari o superiore rispetto all’hard disk danneggiato, nonchè di molta pazienza: per scansionare il disco e recuperare un terabyte di dati, ho lasciato il computer aperto per due giorni. Su piattaforma Mac, potete ricorrere a photorec, recensito qua.

3. Una volta recuperati i dati, potete procedere alla richiesta di un codice RMA necessario per inviare il disco in garanzia. Teoricamente potreste richiederla al venditore (negozio fisico o online), ma come consigliano molti e-shops (tipo ePrice, dove acquistai questo disco), è decisamente più conveniente e veloce gestire l’intera pratica direttamente con il produttore. In soldoni, in questo modo il disco di ricambio vi arriverà a casa molto prima. Tutte le istruzioni per farlo le trovate su questa pagina, ma penso vi possa essere utile se le commento man mano. Dicevamo innanzitutto di richiedere il codice RMA.. lo si può fare partendo da qua, basta inserire il codice seriale del proprio hard disk, che trovate sull’etichetta esterna o che potete ricavare da Data Lifeguard Diagnostic. A questo punto, il sistema vi dirà quando vi manca ad esaurire i 3 (o i 5 anni nel caso di alcuni modelli) di garanzia che vi spettano, e farà fede la data di produzione del disco (stampata sull’etichetta) e non la data d’acquisto. Per procedere vi sarà chiesto il motivo per cui mandarlo in garanzia, campo in cui vi consiglio di scrivere i codici d’errore ottenuti con Data Lifeguard Diagnostic, i dati anagrafici, l’indirizzo a cui spedire il pezzo di ricambio, se volete l’invio standard o quello anticipato (il secondo richiede carta di credito, per cui va benissimo il primo!) etc.

Alla fine, se tutto è andato liscio, avrete un bel codicillo di sette cifre che sarà il vostro passpartout per ottenere un disco nuovo fiammante :) Stampate l’etichetta prestampata che il sito vi fornirà (“pre-mailer“): ce ne sono due tipi, con e senza indirizzo di mittente/destinatario: io ho usato la prima.

4. Bene, una volta ottenuto l’RMA, avete 30 giorni di tempo per spedire il prodotto difettoso alla Western Digital. Per imballare il pacco c’è tutta una serie di regole da rispettare, pena l’annullamento della garanzia. Ovviamente cercano la scusa per invalidarvela, per cui seguitele scrupolosamente. Le istruzioni per l’imballaggio si trovano qua. Nel caso di un hard disk interno, suddetta guida recita:

Il prodotto che arriva danneggiato nella spedizione, senza un numero RMA o senza informazioni appropriate in merito alla garanzia, sarà rinviato al mittente non riparato. I prodotti, danneggiatisi a causa di negligenza o a causa di un imballaggio improprio o durante la spedizione, vengono considerati come non coperti dalla garanzia e verranno restituiti non riparati. Nota: Un esempio di un imballaggio errato è l’invio di un prodotto all’interno di una busta.

[...]

Procedura necessaria per l’imballaggio:
A. Posizionare il disco all’interno di un sacchetto antistatico (solo per i dischi interni). Il mancato utilizzo di un sacchetto sacchetto antistatico annullerà la garanzia del disco.
B. Avvolgere 2 dita di plastica a bolle d’aria o di gomma piuma statica
C. Posizionare in un contenitore di cartone robusto. Non utilizzare cartone riciclato poiché non è sufficientemente robusto da sopportare gli urti durante il trasporto. Accertarsi che il cartone ondulato sia privo di difetti e strutturalmente solido. Nota: La restituzione di un disco rigido WD in una busta renderà nulla la garanzia.
D. Stampare l’etichetta dell’RMA ed applicarla sulla scatola. Scrivere il numero di RMA sulla parte esterna dell’imballaggio, sui tre lati in grassetto.

Come si vede è un po’ articolata come richiesta, per cui continuate a leggere, vi darò qualche dritta in merito.
Come imballare il pacco

Innanzitutto, se siete soliti conservare il materiale d’imballaggio e le scatole che vi arrivano insieme al materiale informatico che ordinate online come il sottoscritto, siete già molto avvantaggiati, altrimenti dovrete acquistarli o procurarveli presso amici e conoscenti. Per imballare l’hard disk vi servirà:
una scatola di cartone robusto poco più grande dell’hard disk (o soltanto del cartone per sagomarvela da soli con forbice e spillatrice);
un sacchetto ESD come quello in cui trovate l’hard disk quando lo acquistate (se non lo avete conservato, potete provare in un negozio di computer, solitamente li buttano, per cui 10 a 1 che ve ne danno qualcuno gratis);
un paio di fogli di plastica con bolle d’aria;
del polistirolo;
dello scotch da pacchi (quello trasparente è decisamente più adeguato di quello marrone);
un pennarello, forbici, taglierino, righello, eventuale materiale da imballaggio extra etc.

(minchia… quiesto post si sta trasformando in una puntata di Art Attack :D)

Lo schema da seguire per l’imballaggio dell’hard disk suggerito da Western Digital è il seguente:

ed ecco un batch di foto su come l’ho realizzato io.

Strumenti e materiale necessario.

Procuratevi una scatola un po’ più grande dell’hard disk, o sagomatevela ad-hoc con forbici, righello, e spillatrice. Il cartone deve essere di qualità (robusto) e se presenta pubblicità, brand e scritte varie, provvedete a rimuoverle.

Recuperate del polistirolo e sagomatelo come illustrato nel disegno proposto da Western Digital.

Inserite l’hard disk in un sacchetto ESD e successivamente avvolgetelo in due dita di fogli a bolle d’aria.

Assemblate il tutto in modo che l’hard disk stia “sospeso” e immobile nella scatola. Teoricamente basterebbe così e se avete seguito la procedura alla lettera, il pacco potete agitarlo quanto vi pare ma l’hard disk non si muoverà di un millimetro! Però, se volete strafare, potere riempire gli spazi vuoti con altri fogli a bolle d’aria accartocciati o con del cartoncino da imballo.

Terminato l’interno, provvedete ad incollare il pre-mailer fornito da Western Digital. le etichette con mittente e destinatario, e a scrivere su tre lati il codice RMA assegnatovi. Finito questo step, avvolgete tutta la scatola nello scotch da pacchi trasparente, che consolida, fortifica ed impermeabilizza.

Fatto :) Ora siete pronti a spedirlo!

Da qualche settimana tra l’altro hanno aperto un centro assistenza in Italia, mentre prima toccava inviarlo in Francia il pacchetto, con un esborso decisamente più elevato. Adesso, invece, con una decina d’euro ce la caviamo. L’indirizzo a cui spedire il pacchetto è:

Western Digital Collection Centre
C/o CEVA
Strada della Francesca
Pognano (BG) – 24040
Italy

Se optate per Poste Italiane, potete spedirlo sia come Raccomandata 1 (9 euro senza ricevuta di ritorno, 12 euro con ricevuta di ritorno raccomandata, arrivo in un giorno lavorativo – disponibile soltanto se il pacchetto lo avete fatto abbastanza compatto) o come Pacco Celere 3 (11.40 euro senza ricevuta di ritorno, 12 euro con ricevuta di ritorno standard). Io ho scelto Raccomandata 1 :-) La ricevuta di ritorno non è essenziale, se volete risparmiare non fatela, ma l’importante è che il pacco sia tracciabile, ovvero che vi venga dato un numero di tracking, per cui il Pacco Ordinario non va bene come opzione.

Una volta spedito il pacco, potete vedere come procede la vostra pratica RMA direttamente online dalla pagina apposita dal sito di WD.

Se tutto andrà come deve, riceverete il vostro hard disk di ricambio nuovo di pacca nel giro di una decina di giorni col corriere UPS!

Differenze con la garanzia Seagate/Maxtor:
In questo ultimo periodo mi è capitato di imballare e spedire in garanzia anche due hard disk Seagate / Maxtor per conto di un amico, ed è stato inevitabile osservare alcune sostanziali differenze tra le due aziende. La procedura di richiesta RMA e la spedizione sono abbastanza simili, ma vi sono alcuni dettagli che rendono il servizio di garanzia offerto da Western Digital decisamente migliore:
– la procedura di imballo suggerita da Seagate / Maxtor è decisamente più macchinosa e costosa d’attuare: consigliano, infatti, di usare gusci imbottiti invece di bolle d’aria, e spugne molto spesse, che neanche se messe ad opera in maniera impeccabile impediscono all’hard disk di muoversi sù e giù, al contrario della procedura di WD, decisamente più semplice, economica e a prova di scossoni. C’è da dire, però, che se imballate i vostri hard disk Seagate / Maxtor esattamente come spiego in questo post piuttosto che seguire il loro metodo, non vi fanno problemi nel riconoscervi la garanzia ;-)
– se come nel mio caso vi trovate a dover mandare in garanzia contemporaneamente un hard disk Seagate ed uno Maxtor, sappiate che non potete imballarli insieme, ma separatamente, con conseguente raddoppio delle spese di spedizione necessarie. Questa, secondo me, è una grossa caduta di stile, essendo Seagate e Maxtor la stessa ditta.
– sul sito di Seagate è chiaramente specificato che gli hard disk di ricambio che vi inviano sono esclusivamente unità riparate o ricondizionate, altra pecca non da poco direi!

About these ads

75 risposte a [IT] Come inviare un hard disk guasto (ma in garanzia) alla Western Digital: la guida completa

  1. Alien scrive:

    Utilissimo questo articolo , merita un bel 10 e lode :) !

  2. luca scrive:

    ciao volevo sapere io ho un hd western digital da 2.5 mi e caduto a terra e non lo vede piu il computer deduco sia la testina perche si sente dal rumore deduco che non ho la garanzia dato che sono stato io a romperlo

  3. eldino scrive:

    @luca
    se fa rumori metallici tipo clang clang, sì deduci tutte cose sensate :) ti potresti arrischiare a mandarlo in garanzia, ma al 90% ti sgamano che l’hai rotto tu e quindi perdi solo tempo e denaro ;)

  4. luca scrive:

    Si fa propio cosi rumori metallici e la fregatura che l’ho appena preso da un mese e come dici tu immagino che sgamano subito comunque sto scrivendo una mail a loro per avere una conferma.Comunque grazie per la risposta mi mettero l’anima in pace

  5. FAbio scrive:

    Non per…ma porti un po’ sfiga :D
    Mi si è rotto l’HD proprio ieri sera. Dopo due/tre bestemmioni ho concluso che devo mandarlo in garanzia e mi è venuto in mente che avevo da poco letto il tuo articolo…coincidenza…mah?

    scherzo comunque…

    Vorrei però chiederti un parere, ti spiego come si è rotto l’HD Wester Digital nuovo, comprato un (1) mese fa, e se puoi dirmi se può rientrare nella garanzia.

    L’HD lo tengo in un case esterno CoolerMaster XCraft 350, quando ho spendo il portatile, ho spento il case come tutte le sere tramite l’apposito bottone di spegnimento dietro al box. Inizio a sentire che rallentano le testine, ma non come sempre, sembrano non fermarsi subito ad avere velocità costante, poi si sono fermate bruscamente.

    Adesso quando do corrente all’HD sento che cerca di avviarsi, poi dopo pochi secondi sento un biiiip, e rinizia da capo.

    Qua non è negligenza mia, qual’è il tuo parere in merito, contattero WD, ma prima vorrei sapere la tua.

    Grazie :)

  6. eldino scrive:

    @Fabio
    a meno che tu non l’abbia inzuppato nel lambrusco o lanciato sul letto in un momento tarzaniano, è difettato di fabbrica, vai tranquillo :)con 9-12 euro di spedizione te lo mandano nuovo nuovo a casina ;)

    comunque basta che usi il software citato nella guida per scoprirlo con certezza ;)

  7. FAbio scrive:

    qua si va di Merlot :D

    purtroppo non si può nemmeno accendere perchè non si arriva nemmeno a caricarlo, si ferma ancora prima di avviare le testine, perciò l’analisi non posso farla, e nemmeno recuperare alcuni dati.
    La cosa bella (?) è che questo HD doveva essere quello di travaso per tutti miei dati, per fare una formattazione di tutti gli altri HD e fare un bel backup controllato.
    Ma si dai, perdo qualche dato non importante, ma scazza parecchio…

    grazie delle info, il post è una manna…

    come dice il motto: “..che mondo sarebbe senza eldino” :D

  8. eldino scrive:

    @FAbio
    bel motto :D comunque se hai una porta SATA libera sul computer fisso, puoi provare a collegarlo lì il disco e vedere se va, ed eventualmente fare il test con Data Lifeguard da lì, perchè può essere anche un problema di alimentazione del box esterno :)

  9. FAbio scrive:

    Ciao,
    finalmento ho tempo di spedire questo dannato HD.
    Avrei due domande da porti:

    – l’etichetta RMA dove deve essere incollata? Su tutti i lati?
    – il numero RMA: quali sono i 3 lati esatti?
    – Devo stampare e inserire nella scatola il foglio firmato dove c’è scritto “Informazioni doganali”?

    Scusa la pignoleria, ma deve essere tutto perfetto, questa guida è davvero utile :)

  10. eldino scrive:

    @FAbio
    I tre lati sono a tua scelta, mentre il documento doganale non è per noi europei :)

    • FAbio scrive:

      Western Digital nuovo nuovo arrivato, con una bella sorpresa. L’HD che acquistai era WD15EARS, arrivato un WD20EARS, però con garanzia di 3 mesi.

      Grazie mille eldino della disponibilità e del post :)

  11. Andrea scrive:

    Ho appena aperto il mio codice RMA per la sostituzione di un hardisk esterno portatile difettoso in garanzia (ha appena 2 mesi). L’ho inviato tramite raccomandata semplice con ricevuta di consegna. L’ho inviato giovedì scorso e oggi andando a vedere nel sito delle poste italiane nella sezione “dovequando” ho trovato la bella sorpresa della dicitura: In giacenza presso il centro postale di POGNANO in data 21-FEB-2011.
    Alla faccia dell’ assistenza :) neanche si fanno trovare dal postino quando gli arrivano gli oggetti in garanzia. Era imballato nella sua scatola originale e conteneva tutto ciò che c’era quando l’ho acquistato, meglio di così. Ora non so come comportarmi per avvertirli di andarsi a prendere l’oggetto in giacenza, non esite un numero di questo centro di assistenza a Pognano?? che mi consigliate di fare?

  12. eldino scrive:

    @Andrea
    Di aspettare :) è successo anche a me, domani lo consegnano, il centro WD è in una frazione sperduta :)

    • Andrea scrive:

      tu dici che domani lo consegnano? io lo spero! anche perché con la raccomandata fanno solo un tentativo di consegna e poi rimane in giacenza per 30 giorni prima di tornare indietro al mittente.

  13. Andrea scrive:

    @eldino
    tu l’hai mandato con raccomandata 1 (che prevede 2 tentativi di consegna) e io invece senza “1” :'(
    quindi in teoria se hanno già fatto un tentativo non ne faranno un altro con la raccomandata semplice :(
    io comunque ho già mandato una mail all’assistenza in merito al mio RMA, domani se permane lo stato di “giacenza” vado alla posta a chiedere il motivo di questa e poi ricontatto la WD.
    Ma spero proprio che hanno messo “giacenza” senza aver fatto il tentativo di consegna, perché magari il postino che andava da quelle parti era già partito per il solito giro quotidiano :D e il prossimo lo rifarà domani :)

    • clarke scrive:

      Ciao,
      io ho un altro problema: spedito il pacco il 22/02/2001 con postacelere 1 plus, il tracking dice che è stato consegnato il 24/02 a Bergamo (genericamente). Sul sito wd RMA risulta che non è arriviato, ho provato a scrivegli, ma dicono di produrre il documento di cosegna, con la firma di chi ha ritirato il pacco. Con poste italiane sembra sia un’impresa titanica ottenerlo..Ho sentito telefonicamente anche l’ufficio postale di Pognano che mi ha indicato una mail “cevalogistics.com” da contattare. Ho provato a scrivergli.. spero mi risponda, altrimenti non vedo di facile soluzione il mio problema.. Che ne pensate?

      • clarke scrive:

        Mi autorispondo.. il contatto via mail presso cevalogistics ha funzionato : ) l’RMA finalmente, dopo 11 giorni dall’arrivo del pacco a destinazione, VA AVANTI… speriamo non capitino altri intoppi…

  14. jzepp scrive:

    Ottimo articolo, sintetico ed esaustivo, complimenti.
    Debbo dissentire sulla differenza qualitativa tra WD e Seagate/Maxtor per gli HD sostituiti: 1-l’altr’anno ho acquistato 1 HD WD green da 1 Tb che dopo alcuni mesi é andato in crash; inviato in RMA a Parigi, dopo 20 gg. mi perveniva l’HD sostituito, che NON era nuovo, bensì revisionato! Almeno Seagate lo dice con chiarezza. 2- Il mese scorso sul mio pc é saltato l’HD originale, un WD 320 Gb, ma essendo prodotto OEM, dovrei vedermela con il produttore del PC… Usando il DOS ed il Lifeguard, Sono riuscito a riparare il file System ed ho potuto salvare i dati. 3- L’altro ieri, é saltato l’HD WD 160 Gb del pc di mio figlio. Nonostante il lifeguard, non é possibile ripararlo e persiste l’invisibilità del disco C; il cod errore é il solito “8”… Grazie al Tuo articolo, ho potuto verificare in immediato la validità della garanzia senza telefonare alla WD: é ancora in garanzia sino ad agosto! Ma… é da ricordare che il disco che inviano a sostituzione (nuovo o ricondizionato) avrà la durata della garanzia residua sino ad agosto! Quindi, vale la pena di spendere denaro e tempo per l’invio in RMA per un prodotto da 30/40 €uro con una spesa iniziale di 12 € x invio PT?!
    Ho 7 pc, e svariati HD esterni. Posiedo HD che sono in funzione da oltre 10 anni, Maxtor, Seagate, Samsung, Hitachi, e non ho mai avuto problemi. Ho voluto i WD in quanto li reputavo “i migliori”, anni fa costavano quasi il doppio degli altri, ma raramente andavano in crash! Ora, costano al pari di altri, ma… nel mio caso (ed a quanto leggo nel web) sembrano avere problemi di affidabilità. Certo che 03 hard disk Western Digital andati in crash nell’arco di 2 anni, fa pensare…e neppure 01 di altra marca che abbia dato problemi. Speriamo bene x gli altri WD che possiedo…ma, non ho + serenità per la conservazione dei dati! Per concludere, sono perfettamente in accordo con quanto scrivi, e vorrei aggiungere che nell’ipotesi di utilizzo della credit card per avere un HD in immediato a sostituzione, si può utilizzare l’imballo dell’HD che arriva per poi inviare l’HD guasto in RMA (non possono eccepire alcunché sul “loro” imballo), basta fare attenzione ai tempi di arrivo/consegna. Ho riletto l’articolo, veramente fatto bene, bravo.

  15. eldino scrive:

    @clarke
    la pagina RMA, come specificato da loro stessi nei termini di servizio, viene aggiornata con molto ritardo, non in tempo reale, per cui è bene attendere senza faris prendere dal panico e affidarsi al “consegnato” che appare sul tracking delle Poste ;)

    @jzepp
    Innanzitutto ti ringrazio per i complimenti, troppo buono ;)secondo me sì, ti conviene mandarlo comunque in assistenza, spendi comunque di meno (9-12 euro) rispetto ad acquistarlo nuovo e può essere che ti mandino un disco più capiente dell’originale e magari nuovo e non fallato di fabbrica = no necessità di garanzia :)

    E poi, la garanzia fino ad agosto è più che sufficiente per verificare eventuali difetti di fabbrica, che statisticamente si mostrano nei primissimi mesi di vita del disco :)

    Per quanto riguarda la differenza di garanzia WD/Seagate, prendo atto dai commenti che molti di voi hanno ricevuto dischi ricondizionati invece che nuovi, e me ne rammarico perchè comunque dà fastidio, però non è sempre così come invece per Seagate. Con WD la possibilità che ti capiti un hard disk nuovo c’è ed è alta ;)

  16. maurizio scrive:

    Ciao, ma voi avete mai provato a chiamare il centro assistenza(00800- 27549338)?ma mettete anche i 2 zeri davanti?
    io non riesco a prendere la linea ne coi i 2 zeri ne senza.Altra domandona.ma devono essere loro a dirti di spedirlo per provare a ripararlo o l avete spedito di vostra iniziativa?Volevo fare una prova estrema…anche se mi sa che non vale la garanzia: Se non e’ in garanzia te lo rispediscono indietro guasto o in ogni caso ti chiedono se vui riparare lo stesso a pagamento?

    ciao e grazie dell aiuto

  17. π-Admin scrive:

    A leggere questa procedura (per cui ti ringrazio di averci dedicato tempo a descriverla) ho deciso di buttare il mio hard disk e comprarne uno nuovo, mi costa di meno. Che delusione, uso due maxtor da 80gb (ex interni convertiti in esterni con un box, quindi ne hanno passate delle belle) da molti anni e mai avuto problemi. Ho deciso di comprare un wd qualche mese fa per necessità di conservare dati più importanti come foto e video e mi ritrovo con una bella rottura dello stesso trattato finora con i guanti bianchi.
    L’errore che mi rileva l’utility wd è lo stesso che rilevavi tu.
    L’ultima spiaggia è portarlo dove l’ho comprato, se lo inviano loro bene altrimenti lo butterò davvero, mica posso rischiare di sentirmi dire che devo pure pagare perchè non l’ho imballato a dovere.
    ciao

    • Rock scrive:

      Ho inviato in assistenza un HD Esterno WD da 2tb appenna comprato su internet poiche’ ,anche se si accendeva, da nessun pc o notebook su cui l’ho provato veniva riconosciuto. Dall’RMA risulta ricevuto ed in elaborazione. Vediamo come procede…

      • Davide scrive:

        MI aggiungo alla discussione per chiedervi un parere. Ho lo stesso hard disk di eldino, anche questo presenta problemi simili unica eccezione i risultati dei test effettuati.

        “Quick Test” ha riportato:

        Test Result: FAIL
        Test Error Code: 06-Quick Test on drive 1 did not complete! Status code = 07 (Failed read test element), Failure Checkpoint = 97 (Unknown Test) SMART self-test did not complete on drive 1!

        mentre quello dell’”Extended Test“:

        Test Result: PASSED

        ho chiesto al supporto se fosse il caso o no di richiedere un ticket rma, voi che suggerite?

  18. [...] cercato esperienze simili alla mia su internet. Ho trovato quella di eldino che nel proprio blog descrive la procedura usata nel suo caso. Dato che in rete non è disponibile [...]

  19. rick scrive:

    a me invece succede una cosa strana..
    speriamo che qualcuno possa darmi una risposta valida! :)
    ho un HD da BEN 2TB che in italia NON risulta in garanzia ma se metto US allora la garanzia scade nel 2013!!
    Se apro un RMA mi chiede (giustamente) un indirizzo e uno stato d’america validi di appartenenza!!
    Secondo voi come posso fare a farmelo cambiare in garanzia?
    qualche dritta o suggerimento?
    grazie :)

  20. eldino scrive:

    @rick
    lo hai comprato su eBay per caso da qualche venditore scrauso? perchè se non gode della garanzia italiana, ma di quella internazionale, è un bel casino.. ammesso che te lo faccia fare, dovresti spedirlo in America.. e ti conviene ricomprarlo nuovo :)

    • rick scrive:

      grazie per la risposta!
      allora sai che faccio?
      comprerò un pò di meccanismi per orologi e ci farò degli splendidi orologi da parete!!
      ne ho già fatto qualcuno e non sono venuti affatto male!!
      si accettano prenotazioni… :P

  21. nicola scrive:

    ciao, vorrei contattare un centro assistenza, ho rotto il cavo di alimentazione dell’hard disk.. sapete dove posso comprare un cavo nuovo oppure qualcuno conosce il numero di un centro assistenza in italia?
    grazie

    Nico

  22. Lory scrive:

    Il tuo articolo è stato una manna dal cielo…Il mio HD esterno non viene letto dal pc e dopo averlo portato dove l’ho acquistato mi hanno detto di fare il reso e ho creato la RMA ma nei loro documenti mi stavo perdendo…grazie mi hai risolto tutti i dubbi che avevo!

  23. Lory scrive:

    Scusate il disturbo… stavo facendo il pacco per la spedizione e un dubbio mi è venuto. Tu dici “Terminato l’interno, provvedete ad incollare il pre-mailer fornito da Western Digital. le etichette con mittente e destinatario, e a scrivere su tre lati il codice RMA assegnatovi.”
    Ma quale parte del premailer attacco fuori? cioè devo mettere solo l’etichetta? Perchè non capisco se il premail è l’etichetta… grazie mille

  24. Rob scrive:

    Ciao, ma il numero verde esattamente qual e’? Perche’ all’ 800 27549338 dice che il numero e’ inesistente.

    Inoltre: a me e’ caduto a terra, ora fa un rumore del tipo “FRFRFR”: Appena lo attacco all’usb si “avvia” (lo si sente girare per un po’ e poi si ferma…) ma windows non rileva nulla, se non un “GENERIC USB STORAGE DEVICE”. L utility non rileva nulla manco lei, se non appunto ‘sto generic usb device…
    L hard disk ha pochi giorni di vita: secondo voi cosa mi conviene fare?

    E ancora: il seriale e’ riportato sul case esterno, ma l hard disk interno gode anche esso di garanzia? Nel senso: se lo aprissi, si romperebbe quella linguetta e non avrei piu’ diritto all’assistenza?
    In pratica, nel cadere a terra mi si e’ sollevato da un angolo del case. Il mio sospetto e’ che si possa anche essere solo “sganciato” ma non mi va di aprirlo

    Grazie e complimenti per il tutorial davvero utile

  25. anto scrive:

    ciao! grazie mille per la tua guida mi è utilissima! ti volevo chiedere ma un pacco delle poste italiane di questo tipo ( http://www.ecom.posteshop.it/ECOMM02/MerchantImage.axd?TYPE=Thumbnail&CAT=PT00_POSTESHOP&ID=SR04 ) va bene? c’è solo la scritta “poste italiane” in un angoletto! ma per il resto va bene no? non devo cancellare niente giusto? La signora al banco mi ha detto che dato che è delle poste italiane non ci dovrebbero essere problemi… e un’altra cosa: io devo mandare in garanzia un hard disk WD esterno ma ho praticamante impacchettato il tutto come tu lo descrivi per un hard disk interno, me lo accetteranno lo stesso giusto?? Ciao e grazie ancora sei un grande =)

  26. Giampo scrive:

    Ciao, mi è caduto il mio disco esterno di 3 mesi a terra, si è aperto il box ma non è saltato fuori, una volta riassemblato il tutto non sono rimasti segni visibili, il disco funziona finchè non cerco di leggere i dati che ci sono all’interno (me li visualizza, me li fà aprire ma ad un certo punto si blocca e fà un rumorino leggermente diverso ddal solito, non saprei se definirlo metallico) Secondo me lo sostituiscono in garanzia?

  27. Saverio scrive:

    Ottimo articolo!
    Anche io sono nello sfortunato gruppetto cui l’hard disk (esterno: my passport essential) è caduto. La caduta è avvenuta da altezza modesta, e l’hard disk dava segni di difettucci fin dall’inizio, ma non ho mai considerato la sostituzione perché non ne valeva la pena.
    Poiché non c’è nessun segno di danneggiamento/manomissione nel case né, tantomeno, nell’hard disk vero e proprio… Perché mai WD dovrebbe rifiutarmi la sostituzione?

    Grazie a chiunque possa darmi informazioni in merito.

  28. Stefano scrive:

    Ciao, ho trovato questa discussione cercando qua e la dopo che il mio WD Elements da 1Tb non viene più rilevato, tutto ad un tratto dal pc…è il secondo HD (l’altro era un lacie) che mi va a farsi benedire in un anno e mezzo!!!
    Sinceramente penso che non funzioni più perchè il pc non me lo rileva, non so cos’altro fare che mandarlo indietro in garanzia (almeno quello, visto che i dati ormai mi sa che li ho persi).
    Che voi sappiate, io sono spesso dalle parti di Pognano, secondo voi posso portarlo direttamente là, impacchettato bene bene come da istruzioni?
    Ciao e 10 e lode per la guida.

  29. Alex scrive:

    Dal quick test mi esce:
    Quick test on drive 3 did not complete!
    Status code = 07 (Failed read test element) Failuure checkpoint = 97 (unknown test)
    SMART self-test did not complete on drive 3

    Ecco non ho capito qual è il codice errore per confrontarlo con la tabella

    • Alex scrive:

      ho dimenticato il 06- prima di quick test on drive…. praticamente è identico al tuo. Mamma mia ho 2 tb di dati persi……

  30. raf scrive:

    Ciao scusa ma tu dici che con una 9/12 di euro di spedizione la WD accetta l’hd difettoso e il relativo RMA …….allora perche’ oggi per spedire un hd difettoso mi ha cercato usd$ 45,00 spese doganali?

  31. e. scrive:

    scusate avete il numero di telefono dell’assistenza ?? sul sito non lo trovo

  32. e. scrive:

    scusate avete il numero di telefono dell’assistenza ?? sul sito non lo trovo

  33. smith scrive:

    se spedisco in RMA un hd esterno nel suo imballo originale va bene? … dovrei utilizzare un cartone come quello utilizzare nel tutorial?

  34. rufy scrive:

    Ciao volevo un info…praticamente a me è caduto il portatile comprato da qualche mese mentre l’hdd stava lavorando e sicuramente la testina ha danneggiato le piastre, praticamente l’hdd non fa nessun rumore ma non riesco ad accedere in nessun modo ai dati e neanche a far partire il test mi si blocca praticamente subito…secondo te riesco a farlo passare in garanzia?

  35. Andrea scrive:

    Buongiorno a tutti. Ho acquistato un WD My Passport esterno su Eprice e ho la fattura del 20/08/2010, quindi la garanzia dovrebbe scadere il 20/08/2012. Invece inserendo il numero seriale sul sito della Western mi dice che è fuori garanzia da febbraio 2012.
    Ma non è giusto! Perchè considerano la data di produzione?
    Se io l’ho acquistato ad agosto 2010?
    Cosa posso fare?
    Grazie

  36. Sergio scrive:

    giovani, chiedo il vs. aiuto. ho segnalato al sito wd il mio problema (hd ext. con alim.saltata) e ho ricevuto un rma (wow! ho pensato). il giorno dopo ho tentato di accedere al pre-mailer rma per i dettagli spedizione ma non ha accettato la pw (da me debitamente salvata a parte); ho tentato di impostare una nuova pw ma niente, non sono riuscito a superare quel cazzo di antispam (ho fatto almento 50 tentativi e non solo io); ho quindi tentato di parlare con qualcuno: nada da nada su nessuno dei mille numeri tel. forniti (farlocchi!). ho infine minacciato il webmaster (unico rif. email valido) ma non mi ha ancora risposto: mi potete aiutare? lasciatemi dire che l’impressione ricavata è che wd faccia di tutto per svicolare … non è serio … spero di sbagliarmi … grazie per ogni aiuto che potrete darmi.

  37. Cov86 scrive:

    Salve, anche io ho un problema con il mio hd wd, ma non posso lanciare data lifeguard diagnostic perchè quando tento l’avvio del pc me lo blocca sulla schermata di caricamento di win7.
    gli ho fatto fare un’analisi da un tecnico di pc durata 1 settimana e lui dice che è rotto a causa del rumore. Ora, avrei 2 domande
    1- Che tipo di guasto indicare quando apro la pratica RMA?
    2- La fattura di acquisto va inserita dentro il pacco?

    Grazie in anticipo, spero possiate aiutarmi

  38. Dario900 scrive:

    Comprato un Hd Caviar Green da 2Tb arrivato il 28 Settembre, appena collegato alla sata ed all’alimentazione alla partenza faceva già un rumore metallico che non presagiva niente di buono!!
    Infatti, disco non riconosciuto dal sistema!!
    Chiamata al venditore che non ha voluto cambiarmelo, cosa illegale visto che le leggi in materia recitano il contrario!!
    Per accelerare inizio la procedura di garanzia con Rma e tutto, spedisco il 1 Ottobre con RR1 e il pacco, imballaggio a regola d’arte, arrivato il 2, rimane in giacenza, è un vizio consolidato dato che l’ufficio postale dista neanche 1kM dal centro assistenza e quindi non è in una zona sperduta che comunque non giustifica il mancato ricevimento.
    Il pacco viene “comodamente” ritirato il 4 ottobre allo sportello e da allora non compare nello stato di Rma come “ricevuto”.
    Aspetto 1 giorno e scrivo, c’è un servizio apposito nella sezione Rma del sito, per sapere come mai non risulta pervenuto anche se da loro ritirato. Risposta laconica: “possono passare anche 7 giorni perchè il ritiro risulti sul sito, cosi’ come indicato nelle condizioni di garanzia” , non vero perchè le condizioni parlano eclusivamente dei tempi di restituzione e non dell’arrivo!!
    Stamane, nonostante l’Rma non risulti pervenuto, risulta invece da loro spedito in data 9 Ottobre…lo stesso disco con lo stesso numero di serie!!
    Ovvero io compro un disco nuovo, non funziona e loro mi rimandano lo stesso disco, spero riparato!!
    Non esiste ne in termini logici e ne in termini di garanzia verso il cliente, capisco la riparazione di un hd che lavora da mesi ma non capisco perchè un prodotto nuovo e mai usato non debba essere sostituito.
    E’ la prima volta che mi capita una cosa del genere, ho hd Seagate, Maxtor, Hitachi, Quantum e altri ormai non piu’ in produzione che lavorano da anni senza problemi, prendo un Western per migliorare e mi ritrovo nel baratro!!
    Mai piu’, comunque vada!!
    In ultimo vorrei contraddire il fatto che la garanzia parta dalla data indicata sull’hd, la garanzia parte dalla data del documento fiscale d’acquisto, anche se in caso di vendita a distanza dovrebbe partire dalla data di ricevimento del prodotto!!

  39. Dario900 scrive:

    Chiudiamo questa triste storia!!
    Ad oggi, consultando il sito, l’hd non risulta ancora arrivato al centro smistamento, perchè questo è e non un centro assistenza come si crede, ma risulta spedito con Ups.
    Questo risultava anche dal giorno della spedizione, 9 Ottobre, ma le interrogazioni al sito della Ups, peraltro con link inviato proprio da Wd non davano esito.
    Niente, anche una email inviata a Ups confermava: pacco mai acquisito, mai lavorato e mai in carico.
    Mistero!!
    Il 12 sera mi arriva il pacco e appena data un’occhiata all’etichetta mi venne subito in mente Tom Hanks e Cast Away…la spedizione è stata infatti effettuata con Fedex!!
    E qui partirono i primi “complimenti” alla gestione da parte di Wd!!
    Apro il pacco e ne viene fuori un disco con etichetta diversa, ma guarda caso con lo stesso numero di serie del nuovo, e evidentemente usato e rigenerato.
    La spedizione proviene da…Budapest…Ungheria!!
    Si, il centro italiano non è altro che uno smistatore, ciò dopo le continue lamentele degli utenti italiani che dovevavno spedire all’estero, Wd ha aggirato il problema alla grande!!
    Monto il disco e trovo 200Gb in meno!!
    Ci sta che su un Hd un paio di Gb siano occupati da settori inaccessibili e da altri settori di controllo ma il 10% di spazio perso su un hd è vergognoso e non fa il pari con altri hd di altre marche.
    Quindi o l’hd ha dei settori danneggiati su qualche piatto o io non ho capito a cosa servano 200Gb riservati!!
    Morale? onde evitare che si riguasti, ormai la fiducia è partita per altri lidi, con perdita di dati sensibili e importanti l’ho messo da parte facendo finta di aver erogato un centinaio di euro in beneficenza!!
    Ovviamente mai piu’ hd Western nemmeno regalati!!

  40. Giovanni scrive:

    Ciao mi confermereste l’indirizzo di spedizione:

    Western Digital Collection Centre
    C/o CEVA
    Strada della Francesca
    Pognano (BG) – 24040
    Italy

    a cui recapitare i prodotti difettosi? Dopo aver creato un RMA mi sono spedito la documentazione alla mia posta elettronica per stamparla (non avendo stampante a casa). La mail non mi è mai arrivata e ho perso le istruzioni per impacchettare l’HD difettoso (recuperate grazie allo splendido articolo) e l’indirizzo a cui spedire il tutto (ricordo solo la provincia BG e ci siamo). Purtroppo non c’è modo di recuperare la documentazione nel sito di supporto WD (o almeno io non ci sono riuscito…..).

    Grazie a tutti

  41. thomasbabelevy scrive:

    Ciao a tutti ho una nuova spero piccola questione da sottoporvi. Nel bellissimo articolo è riportato di: ” Stampare l’etichetta dell’RMA ed applicarla sulla scatola”. Potreste cortesemente chiarirmi qual è l’etichetta RMA da stampare e attaccare? Io non ho ricevuto da WD nessuna etichetta da stampare.
    Grazie per la sempre preziosa collaborazione

    Giovanni

  42. Giovanni scrive:

    Ciao a tutti ho una nuova spero piccola questione da sottoporvi. Nel bellissimo articolo è riportato di: ” Stampare l’etichetta dell’RMA ed applicarla sulla scatola”. Potreste cortesemente chiarirmi qual è l’etichetta RMA da stampare e attaccare? Io non ho ricevuto da WD nessuna etichetta da stampare.
    Grazie per la sempre preziosa collaborazione

    Giovanni

  43. Dario900 scrive:

    All’apertura del Rma è disponibile un link con l’etichetta in questione.
    Puoi anche riportare il solo numero Rma, a penna o a pennarello ben leggibile, su tre lati della scatola.
    Non c’è necessariamente bisogno di stampare e incollare l’etichetta.

  44. gigablaster scrive:

    Ho della gommapiuma, dimensioni: 27x27x3. Posso utilizzarla al posto del polistirolo per sagomarla alla stessa maniera per sospendere l’hard disk? Inoltre ho una scatola piccola poco più grande dell’hard disk. Una volta che l’hard disk l’ho avvolto nei fogli a bolle mi conviene metterlo nella scatola piccola e mettere questa in sospensione nella scatola più grande? Oppure è meglio che metto direttamente l’hard disk in sospensione senza scatola piccola?Tenete conto che devo spedire per Seagate. Grazie per le risposte.

    • eldino scrive:

      @gigablaster
      A quanto ricordi, Seagate è meno parca nei consigli su come imballare e spedire in garanzia i loro prodotti. Ad un amico però, che doveva spedirgli un Barracuda da 750 Gb, ho imballato l’hard disk esattamente come ho fatto per il mio WD e non ci sono stati problemi. Penso che, se riesci ad ottenere con la gommapiuma una solidità uguale a quella del polistirolo, puoi adoperarla. Tieni sempre presente che il disco deve stare in sospensione e agitandolo non si deve muovere una foglia al suo interno ;)

  45. Nino scrive:

    Ottimo! grazie per i consigli. :)
    Ho appena effettuato un pacco a prova di bomba, imballato in maniera impeccabile.
    Questo grazie ai tuoi consigli.
    Grazie :)

  46. atomico scrive:

    domanda xchè dici che si può spedire solo con Raccomandata 1 ? perchè raccomandata normale non va bene?

    • eldino scrive:

      @atomico
      Perchè il pacco sfora le dimensioni ed il peso della Raccomandata tradizionale, serve una tariffa valida per i piccoli pacchi

      • atomico scrive:

        il pacco che ho creato pesa 400g.. dovrebbe entrare in una raccomandato..cmq ok è solo questione di misure

        grazie

  47. Luca scrive:

    Ciao Eldino! innanzitutto complimenti per l’utilissimo articolo. il 19/02 ho inviato il mio Hard Disk alla WD con paccocelere3. il pacco è arrivato il 22/02. sono andato sul sito per vedere lo stato del mio RMA e dice:
    Riepilogo della RMA

    N. riga – N. modello – Quantità – In attesa di – Quantità – Spedizione
    ricevuta ricevimento spedita in sospeso
    1.1 WD1002FAEX 0 1 0 0
    2.1 WD1002FAEX-00Y9A0
    0 0 0 1

    Totale: 0 1 0 1

    sapresti spiegarmelo? perchè io innanzitutto ho inviato solo un hard disk mentre qui le righe sono due anche se hanno lo stesso codice… mah? poi dice quantità ricevuta 0 e in attesa di ricevimento 1 mentre le poste mi dicono consegnato il 22… e poi c’è quella spedizione in sospeso che proprio non comprendo…. puoi darmi una mano?
    Grazie

  48. Dario900 scrive:

    Basta leggere i miei commenti antecedenti, lo stato risulterà sempre in attesa, anche quando ti manderanno il disco indietro.
    Purtroppo la trasparenza sul sito è inesistente!!

  49. Matteo scrive:

    Grazie mille molto utile! ;-)

  50. andrea scrive:

    ciao! grazie per l’articolo, min ha chiarito molto la procedura…il mio problema però è a monte. ho scaircato il programma per l’analisi, all’inizio, quando lo collego, il mio disco esterno comincia a fare un rumore ripetitivo di avvio che continua a bloccarsi e il programma di analisi non ne riconosce l’esistenza, Poi dopo un paio di minuti il disco si ferma e non fa più rumore e il programma lo riconosce solo che dice “capacity: 0GB” mentre è da 1TB. Entrambi i test mi dicono PASS quando invece è chiaramente rotto…che faccio? provo lo stesso a mandarlo alla WD?

  51. Massimo scrive:

    Ciao Eldino il tuo articolo mi serviva proprio, ti chiedo un aiuto e anche agli altri utenti.
    Ho comprato un Caviar Black WD1002FAEX da un sito online (bpm-power) ma mi è arrivato difettoso cioè con la classica situazione DOA praticamente alla prima accensione non da segni di vita, ho già registrato il prodotto e si puà restituire..ora Ti e Vi chiedo:
    La busta ESD naturalmente l’ ho aperta nella parte superiore per far uscire l’ HD, e un angolo si è staccato, va bene lo stesso richiuderla con dello scotch?
    Ma va messo all’ interno una copia dello scontrino di avvenuto acquisto?
    All’ interno delle confezioni degli HD ,ora non ricordo, ma ci sono anche le viti? perchè aprendo altri pacchi che mi erano arrivati mi sono dimenticato e non li trovo, a me pare che all’ interno ci fosse solo la busta gel per l’ umidità.
    La scritta con mittente e destinatario da applicare sopra si può evitare se, spedendo con corriere , applico la bolla con gli indirizzi? o è obbligatoria lo stesso?
    Grazie mille sin da ora a Voi tutti

    • eldino scrive:

      @Massimo
      In teoria, dovresti rivolgerti a bmp-power dal momento che ti ha venduto un prodotto DOA, per un rimborso totale.
      Se proprio vuoi mandarlo a WD: sì va bene lo scotch, non serve lo scontrino, non penso ci fossero delle viti incluse o almeno mai visto un hard disk desktop con viti incluse nella confezione (e ne ho circa 20 hard disks), tu mettila comunque che non ti costa nulla:)

      • Massimo scrive:

        grazie mille per la risposta, si delle viti ( che cmq non ho visto in giro per casa) :) mi hai levato sti strani dubbi che avevo.
        Bpm power l’ ho gia contattata e loro stessi mi hanno risposto che posso farlo direttamente con la WD oppure con loro e con le stesse modalità, li ho ricontattati per sapere se la spese per la spedizione del hd difettoso e la rispedizione sono a loro carico o meno ma sto aspettando la loro risposta, nel caso che te li fanno pagare tutti e 2 farò un rma con la wd che almeno la rispedizione è gratis e credo che perderei meno tempo
        Per la scatola, deve essere molto robusta? perchè io ho quella che ho ricevuto con bpm e non è proprio il massimo però credo vada bene sembra a vederla un po piu leggera rispetto a quella tua in foto.
        Grazie mille ancora

  52. raymond scrive:

    ciao….bella guida…..complimenti…..però vorrei farti una domanda…..ho un hd interno WD da spedire, ho aperto un RMA 10 giorni fa ma no ho ancora spedito il prodotto……ora ho un hd esterno sempre WD che non funziona più e vorrei approfittare per risparmiare le spese di spedizioni e inviarli entrambi, però non riesco a eliminare RMA vecchio e crearne uno nuovo con entrambi i prodotti…come potrei fare?
    grazie e saluti

  53. gu scrive:

    ciao sto anche io facendo l’rma con WD…una domanda: ma nell’indirizzo non c’è il numero civico? (anche a me naturalmente wd ha detto di spedire con quell’identico indirizzo)

    sai, inviando hd di un certo valore mi viene il sospetto che nn possano essere recapitati? fammi sapere ciao

  54. Silvia Pozzi scrive:

    ciao a tutti, da vera sfigata, ieri sera mi è caduto il mio hardisk esterno della WD, cosa succede:
    niente lo attacco alla usb lo sento che lavora (male!) il pc (win8) mi fa il suono di avvenuta connessione di hardware, ma non mi apre nulla e se vado anche in Questo Pc, non mi trova il dispositivo!
    ho provato a lanciare la diagnostica, ma non mi rileva l’hardisk!
    non è più in garanzia (e dubito che me lo avrebbero lavorato come tale!), se volessi riavere almeno i miei file, come posso fare? inizio a pregare?
    grazie in anticipo
    silvia

    • eldino scrive:

      @Silvia
      Fallo vedere da un tecnico, se l’hard disk interno non si è fottuto meccanicamente, può essere che si possano ancora recuperare i files :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 80 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: