[IT] Intervista a Uden di Soluxion Records netlabel (techno, Italia)

Inauguriamo la stagione autunnale con una simpatica intervista ad una nuova netlabel di casa nostra, la Soluxion Records. Sperando che continui a fare caldo per qualche altro giorno, vi lascio alle prime chiacchiere settembrine :)

1. Innanzitutto ciao Uden e benvenuto su “il blog di eldino”! :) Ci racconti brevemente qualcosa di te?

Ciao, mi chiamo Uden e faccio il DJ ormai da molti anni. Qualche mese fa, precisamente nel Febbraio del 2011, insieme ai miei tre “soci”, Dubit, Blacksun e Santhiago abbiamo fondato Soluxion Records.

2. Come e quando nasce nella tua mente il progetto Soluxion Records?

Approfitto di questa domanda per specificare che Soluxion Records è un progetto, come ho accennato sopra, a quattro menti. In questa occasione mi faccio portavoce, rispondendo sempre e comunque a nome di tutti. Siamo quattro DJ/Producer e abbiamo sempre operato singolarmente a Bologna per molti anni, continuando comunque a farlo, ma nel Febbraio del 2010 decidemmo di unirci in gruppo, visto l’amicizia che ci legava e ci lega, fondando Soluxion Movement. Col passare del tempo e con l’opportunità di esibirci insieme, confrontandoci e scambiandoci pareri e consigli musicali, nella nostra mente si innestò un pensiero fisso, cioè quello di fondare una netlabel. Esattamente il 20 Febbraio abbiamo rilasciato il primo EP e adesso eccoci qua.

3. Come e quando ti sei avvicinato alla scena netaudio? Oltre ad essere un addetto ai lavori, sei anche un ascoltatore di netlabel music e musica libera in generale?

Personalmente mi sono avvicinato alla scena netaudio dopo aver conosciuto Dubit, Blacksun e Santhiago. Sono stati loro a portarmi a conoscenza di questo mondo visto che, ai loro esordi, hanno prodotto per delle netlabels e continuano a farlo. Possiamo dire che comunque siamo dei cultori e promotori della musica libera, ne ascoltiamo tantissima e soprattutto la proponiamo nelle nostre performances.

4. Perchè hai deciso di investirci del tempo e porne i principi alla base del tuo progetto Soluxion Records? A quali netlabels ti inspiri e/o quale netlabel stimi particolarmente a livello locale/globale?

Soluxion Records è nata, a dire il vero, come mezzo di unione tra noi quattro, per avere sempre un motivo in più per restare in contatto, visto che, come è già successo, le nostre strade si sono separate. Non siamo nati seguendo delle regole generali, che magari esistono alla base di una netlabel, ma abbiamo agito con molta spontaneità e libertà. Col passare del tempo, ovviamente, l’interesse aumentò e adesso abbiamo capito di avere tra le mani un qualcosa di fantastico e che ci rende molto fieri.

5. Cos’ha di diverso/originale/innovativo Soluxion Records rispetto alle altre netlabels secondo te? Quali sono i suoi punti di forza? Soluxion Records è un one-man project o hai una cerchia di collaboratori (musicisti, webdesigners..) intorno a te?

Quando abbiamo deciso di fondare Soluxion Records avevamo tutto molto chiaro nelle nostre teste, volevamo guardare oltre. Abbiamo contattato inizialmente producers internazionali che hanno immediatamente risposto positivamente alle nostre chiamate. Con la prima release [SLXR001], quasi un manifesto, abbiamo cercato di trasmettere fin da subito le nostre idee, il nostro progetto. Proponiamo un genere che, a nostro avviso, in Italia fa abbastanza fatica ad imporsi ed è sconosciuto a molti. Questi motivi ci hanno motivato affinchè fondassimo una netlabel che si diversificasse dalle altre, almeno in Italia, e che avesse un respiro internazionale, nonostante la poca visibilità che attualmente e da anni caratterizza la scena netaudio. Facciamo tutto da soli, ci occupiamo totalmente di tutto quello che serve per portare avanti il progetto, dal mastering delle tracce, alla creazione delle covers, e ci avvaliamo dell’aiuto di Fran_Demien per quello che riguarda iniziative e showcase.

6. Domanda da 1 milione di $: da addetto ai lavori, pensi che le netlabels possano davvero rappresentare l’evoluzione del music biz tradizionale come lo abbiamo conosciuto finora, o resteranno soltanto delle etichette discografiche “a metà” perchè incapaci di sviluppare un modello di monetizzazione efficace e rispettoso di fans e artisti? Pensi che sia lecito pronosticare un ruolo centrale delle netlabels nella genesi nel fenomeno noto come “Musica 2.0″ (un’alternativa moderna, web-based e copyright-free del music biz attuale) o probabilmente resteranno soltanto delle realtà di nicchia all’ombra di negozi di digital-download di musica indie come eMusic o Beatport?

Sintetizzando, perché questa è davvero una domanda da 1 milione di $, due aspetti bisognerebbe migliorare all’interno delle netlabels a nostro avviso, cioè la qualità musicale e la promozione/pubblicità. Molte netlabels tralasciano, purtroppo, l’aspetto qualitativo vero e proprio delle produzioni musicali, rilasciando molto spesso musica senza relativi mixaggi e mastering. Poi c’è la promozione. Pochissime persone conoscono la scena netaudio e altrettante persone il reperimento della musica free. Se questi due punti fondamentali non verranno mai messi in discussione, secondo noi, sarà molto difficile che le netlabels potranno rappresentare l’evoluzione del music biz. La nostra piccola esperienza ci ha portati a notare però che ultimamente molti artisti non si pongono nessun limite di produzione, nel senso che rilasciano ormai sia musica a pagamento che free.

7. Com’è il rapporto con gli artisti che pubblicano i loro lavori per te? Solitamente sei tu che contatti loro o loro che contattano te? Produci artisti senza discriminazioni geografiche o hai intrapreso un discorso più orientato alla promozione della musica indie della tua zona?

Come accennato sopra, inizialmente, abbiamo contattato noi gli artisti per la prima release, contando anche del fatto che è stata una release “in famiglia”. Adesso il lavoro è unico, contattiamo e veniamo contattati, visto che disponiamo di una mail per le demo (demo@soluxionrecords.net), ovviamente senza fare nessuna discriminazione di alcun tipo.

8. Hai un atteggiamento “promiscuo” verso il materiale da pubblicare per la tua label o effettui un serio e cosciente filtraggio? Se filtri, in base a quali parametri scegli la musica da pubblicare e quella da scartare?

Noi puntiamo o almeno ci proviamo, sulla qualità, è la nostra parola d’ordine. Ascoltiamo tutte le demo che arrivano in mail con molta attenzione. Cerchiamo l’artista che più si avvicina allo stile Soluxion, ascoltare per credere.

9. Ti occupi anche di promuovere live ed eventi per i tuoi artisti? Se no, perchè?

Certo. Siamo un gruppo di lavoro molto attivo, abbiamo un sacco di idee e, quando è possibile, cerchiamo di realizzare e concretizzare sempre tutto. Proponiamo showcase e realizziamo eventi, ma cerchiamo anche di essere molto efficienti all’interno della netlabel attraverso tantissime iniziative.

10. Hai qualche gustoso aneddoto relativo alla tua esperienza nel campo del netaudio da raccontare a tutti noi? :)

L’aneddoto più interessante è capitato a me (Uden). Ero in chat con un ragazzo che aveva mostrato molto interesse verso di noi, si trattava di un producer. Mi ha invitato ad ascoltare le sue produzioni perché aveva intenzione di rilasciare qualcosa con noi, ma appena ha saputo che eravamo una netlabel e che quindi non avevamo molta visibilità (Beatport) mi ha salutato facendomi l’in bocca al lupo. Questa te la dice lunga.

Domanda bonus:
11. La tua netlabel pubblica specificatamente musica techno: hai intenzione di continuare con l’approccio mono-genere (qualitativamente molto sensato e azzeccato) o pensi di aprirti ad altri generi in futuro? La tua decisione è dettata esclusivamente da gusti personali o c’è dell’altro?

Soluxion Records è tutt’altro che mono-genere. All’interno della musica Techno approfondiamo tutte le sfumature esistenti, sino a colpire in pieno la musica sperimentale elettronica. Oggi, ormai, è molto difficile parlare di “genere”, visto l’evoluzione della musica e di tutti i suoi modi di produrla. Facciamo quello che ci piace e cerchiamo di trasmettere tutta la nostra passione.

Ringrazio Uden per l’intervista concessami ;)

About these ads

Una risposta a [IT] Intervista a Uden di Soluxion Records netlabel (techno, Italia)

  1. Dubit scrive:

    Soluxion , strange teen…
    Love from Berlin

    Dubit

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 80 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: