[IT] Firefly Media Server: come si comporta con una grande collezione musicale?

firefly-main.jpg

Obiettivi e requisiti:
L’obiettivo di questo test è stabilire come si comporta Firefly Media Server con una grande collezione musicale. Dò per scontato che sappiate scaricare la giusta immagine .dmg dal sito di Firefly, che sappiate montarla e installare il suo contenuto.

Hardware usato per il test:
– iBook G4 1,33, 512MB RAM, su cui girano Mac OS X 10.4.9, iTunes 7.2 e Firefly Media Server svn-1489;
– Hard disk esterno (box: Macpower Pleiades USB2.0 + Firewire 400, disco rigido: Seagate 500GB 7200RPM) connesso via Firewire (per prestazioni migliori);
– un router Lynksys WRT54GL.

Com’è andata:
Secondo il log di Firefly (= “firefly.log“, situato nella cartella: “/Users/<YourUserName>/Library/Application Support/Firefly/”), Firefly ha impiegato 939 secondi (circa 15 minuti) a scansionare la mia intera collezione (più di 45000 canzoni), come vedete:

2007-07-15 19:45:32 (a000ed88): Starting mp3 scan
[..]
2007-07-15 20:01:11 (a000ed88): Serving 45595 songs.  Startup complete in 939 seconds

Per raggiungere un risultato così soddisfacente, vi suggerisco di personalizzare il vostro firefly.conf, che è un file di configurazione chiaro e semplice da comprendere se avete una minima conoscenza dell’inglese. Su Mac, lo potete trovare nella stessa cartella del file firefly.log di cui sopra.
Le modifiche che ho apportato sono:

– “rescan_interval = 0” (il valore predefinito era “300”), per limitare l’uso della cpu; non aggiungo nuovi mp3 di frequente, quindi non ho bisogno di continue scansioni.

– “process_m3u = 0” (il valore predefinito era “1”); ho tonnellate di vecchie playlist .m3u che si riferiscono a vecchi percorsi windows (del tipo: “c:\music\mysong.mp3”), che non hanno davvero senso di esistere in un ambiente *Nix, quindi non c’è bisogno di processarli.

– “scan_type = 0” (il valore predefinito era “2”); sembra che la modalità “Painfully aggressive” (letteralmente: “Penosamente aggressiva”) rallenti la procedura di scansione delle canzoni ed accresca esponenzialmente lo stress sull’hard disk, quindi ho optato per una più salutare procedura “Normal” (cioè “Normale”).

La mia situazione:

Attualmente uso Firefly per “streammare” la musica dal mio hard disk esterno al mio portatile, usando un router e la mia scheda Airport (ovviamente, entrambi appartengono alla stessa WLAN).
Ciò potrebbe sembrarvi stupido, ma sembra essere l’unico modo che ho per ascoltare la musica salvata sul mio disco esterno con iTunes senza saturare le risorse del mio iBook. Tutta la musica che ho sul mio hard disk esterno è catalogata all’interno di una libreria iTunes (che chiamo appunto “esterna”), che comprende classifiche, playlist smart etc, ma che con il mio hardware attuale mi viene quasi impossibile caricare con iTunes ed avere contemporaneamente altre applicazioni aperte e funzionanti.
Questo perchè iTunes non è progettato per gestire librerie di queste dimensioni, quindi necessita di quantità scandalose di RAM (circa 400Mb!) solo per caricare questa grande libreria esterna. Quindi, se la carico in iTunes, ho così poca RAM libera che è una pena lavorare anche con il solo TextEdit.
Quindi, uso Firefly come DAAP server e iTunes come client (ovviamente caricando la mia libreria “locale”, molto più leggera visto che contiene i pochi files e alcuni podcasts presenti sul mio disco locale), e tutto funziona alla grande! Firefly necessita di poche risorse ed iTunes non ha nessun problema a caricare delle grandi librerie condivise.

Vantaggi:
– Puoi avviare o fermare il server con un click dalla barra dei menù;

firefly-menubar.jpg

– Firefly richiede poche risorse, come si vede dall’immagine seguente (Nome processo, CPU in %, RAM reale, RAM virtuale):

firefly-cpu-normal.jpg

– Puoi caricare due librerie musicali allo stesso momento (nel mio caso, quella “locale” tramite iTunes e quella “esterna” tramite condivisione DAAP);
– Puoi condividere la tua musica con gli amici che casualmente vengono a trovarti a casa con i loro pc portatili;
– Firefly è un amore nel mostrare le copertine =)

Svantaggi:
– iTunes, almeno sul mio computer, necessita di 1-2 minuti per caricare l’intera libreria condivisa;
– Le canzoni condivise iniziano 3 secondi dopo che doppio-clicchi su di loro;
– Non puoi mettere le classifiche;
– Non puoi usare “Visualizza Album” e “Visualizza in CoverFlow” (l’unica visualizzazione possibile è quella standard, come elenco);
– iTunes non salva i contatori, la data dell’ultimo ascolto etc;
– Non puoi leggere i testi;
– Non puoi cambiare i tags;
– Tu o i tuoi amici non potete copiarvi le canzoni condivise in locale (= non potete scaricarle), almeno se usate iTunes come client;
– Firefly si appropria periodicamente del 50-60% della CPU per alcuni minuti (non so ancora perché);

firefly-cpu-overload.jpg

Suggerimento:
Se Firefly inizia ad appropriarsi di un folle quantitativo di memoria reale e virtuale, fino a bloccare totalmente il tuo computer (a me è successo sia su Mac che su Windows, e ho impiegato del tempo a capire il perché), forse hai qualche file audio che non piace a Firefly (leggi: “corrotto” o qualcosa di simile), devi:

1. spostare tutti i tuoi files musicali dalla tua cartella “Musica” (quella che setti nelle preferenze di Firefly);
2. aggiungerne alcuni e avviare Firefly, controllando constantemente il file firefly.log e il tuo monitor di sistema;
3. quando nel log appare una linea del tipo:

2007-07-15 19:05:34 (a000ed88): Serving 10595 songs.  Startup complete in 43 seconds

stoppa Firefly, sposta altre poche canzoni nella cartella “Musica” e riavvia Firefly;
4. ripeti il punto #3 fino a che Firefly non inizia a consumare sempre più RAM, quindi killa il processo: gli ultimi files aggiunti sono quelli che non gradisce =)

Non ho ancora trovato una soluzione a questo problema o un modo per aggirarlo, nè ho identificato gli mp3 esatti sgraditi a Firefly (ho identificato solo una manciata di cartelle), ma quando scoprirò tutte queste cose, condividerò tutte le notizie qui =) E’ tutto per adesso. Ulteriori test e impressioni d’uso arriveranno presto.

Links:
“Firefly Media Server perr Linux e Windows”: http://www.fireflymediaserver.org/
“Firefly Media Server per Mac”: http://www.rokulabs.com/firefly

[eldino]

Annunci

2 Responses to [IT] Firefly Media Server: come si comporta con una grande collezione musicale?

  1. […] Ecco invece qualche informazione sulla configurazione. […]

  2. […] PS: Certo che sul wiki di xbmc potevano riportarlo..:-| Ecco invece qualche informazione sulla configurazione. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: