[IT] “il blog di eldino” fa amicizia con Netlabelism :-)

29/11/2007

netlabelism_logo.jpg

Netlabelism [1] è una interessante piattaforma sul movimento delle netlabels, e in generale sulla condivisione di buona musica libera. Sono particolarmente dediti alla pubblicazione di news e all’indicizzazione di risorse internazionali sull’argomento. Perchè ve ne parlo? Beh perché da oggi c’è anche il mio blog citato tra le loro pagine [2] 🙂

netlabelism_talks_about_eldino.png

Grazie embe [3] 🙂

Links:
[1] Netlabelism: http://netlabelism.net/
[2] eldino su Netlabelism: http://netlabelism.net/node/209
[3] embe’s blog: http://netlabelism.net/blogs/embe


[IT] Kirsten’s Postcard netlabel (rock, indie rock)

29/11/2007

kirsten_logo_eldinized.jpg

La Kirsten’s Postcard [1] è una netlabel focalizzata principalmente su sonorità rock, indie rock e acoustic rock. Ha pubblicato finora solo 7 releases e non è molto attiva, ma la qualità dei brani è altissima. Non mi sorprendo che nei links a fondo pagina, segnali i siti delle netlabels Sunday in Spring e Aerotone, entrambe ottime e musicalmente sulla sua stessa linea d’onda. Un altro aspetto del sito che mi ha colpito è la presenza del bottone “Contact” per ogni release: cliccandoci, potrete inviare un’e-mail all’autore dell’album. Apparentemente è una cosa banale, d’altronde al giorno d’oggi che c’è di strano nell’inviare una mail? Ma in realtà, pochissime netlabels (nessuna?) facilitano così tanto il rapporto ascoltatore-artista, e spesso è davvero una sfida reperire l’indirizzo email di un artista per potergli scrivere due righe di apprezzamento e ringraziamento per aver condiviso la sua arte gratuitamente. Per fare ciò, nel migliore dei casi sei costretto a reperire il sito personale dell’artista, e qualora sei fortunato e il sito è fatto decentemente, ricavare l’indirizzo e-mail da lì. Ben venga, quindi, il bottone “Contact” direttamente sul sito delle netlabels e si compia un ulteriore avvicinamento tra chi produce musica e chi prova emozioni nell’ascoltarla.

kirsten_contact.jpg

Non recensisco nessuna release in particolare, sono tutte belle e godibili.
Mi sembra, però, simpaticamente patriottico segnalare la presenza di una canzone in italiano all’interno della release “KPrcds005”: si tratta dei Perturbazione con il brano “Portami via di qua, sto male“.

Links:
[1] Kirsten’s Postcard: http://www.kirstenspostcard.com

[eldino]


[IT] Netlabels for Dummies #1: Che cos’è una netlabel?

26/11/2007

netlabels_for_dummies_logo.jpg

Una netlabel è un etichetta che distribuisce musica online in formato digitale (per lo più MP3 o Ogg). Le Netlabels spesso funzionano come le tradizionali etichette discografiche nel produrre e promuovere album o compilation. La principale differenza è che le netlabel in genere mirano allo scaricamento gratuito, al posto della produzione di supporti materiali quali CD, dischi in vinile, Musicassetta o DVD.” (Fonte: Wikipedia)

[eldino]


[IT] Le mie releases preferite in pillole #5: Filtro (dub, ambient, minimal techno)

24/11/2007

filtro_logo.jpg

La Filtro [1] si occupa principalmente di musica a metà tra minimal techno/house ed ambient elegante e ricercata. In generale, tutte le releases finora uscite sono di buona qualità, sia a livello di produzione che a livello di packaging: lo stile delle cover, infatti, segue un’unica linea grafica, come già visto, ad esempio, nei cataloghi di Thinner e TestTube, il che è a vantaggio della coerenza e dell’omogeneità delle proposte. Purtroppo però, la verietà stilistica è pressochè nulla, quindi se pensiate che vi possa piacere della buona musica elettronica che miscela sapientemente piccoli suoni ritmici alla Matthew Herbert [2] con la scuola ambient/atmosferica di alcune famose ed eleganti compilations commerciali, beh aprite subito il vostro download manager e riversate l’intero catalogo della Filtro sul vostro hard disk 🙂 Se, invece, gradite maggiormente le netlabel eclettiche o che non trattano musica strettamente elettronica, forse la Filtro non fa per voi 🙂

Ad ogni modo, gusti musicali a parte, penso che sia un ottimo progetto, da avere nella propria libreria di musica digitale; il sito è in spagnolo, essendo la Filtro una netlabel messicana, ma le releases si scaricano comunque in modo semplicissimo. Ad ogni modo, parlando tempo fa via e-mail con uno dei gestori, ho saputo che stanno lavorando per tradurre l’intero sito in inglese; ciò significa che sono consci di avere in mano un progetto molto valido e con un’elevata cura dei dettagli (rara nel mondo delle netlabels), e quindi è giusto che ci investano sopra un po’ di tempo (tradurre un intero sito non è cosa da poco!). Tutto ciò rappresenta un vantaggio per noi ascoltatori di tutto il globo e un esempio da seguire per le altre netlabel, nuove e meno nuove 🙂

Nell’intero catalogo della Filtro (al momento: 1,04 Gb, 20 releases), non c’è una release che mi ha affascinato dall’inizio alla fine, ma solo dei brani sparsi qua e là, che elenco di seguito:

[filtro002] Plug – Low-Batt EP
Dell’intera release amo il beat assemblato con suoni “fatti in casa” della title-track, talmente oscura e ipnotica da sembrare quasi il frutto del lavoro di un giovane ed acerbo Trentemoller. Anche la traccia n°5, il “plug’s stylnox remix” della stessa title-track è abbastanza interessante.

Scarica (ZIP): http://www.filtro.com.mx/realeses/002/filtro_002.zip

[filtro005] Antiguo Automata Mexicano – Co.Opt.
AAM, con “Walter Schmidt” e “Second Imago”, le due prime traccie del suo EP, ci trasporta violentemente nel suo mondo tetro e industriale. La sua musica è minimale solo in apparenza: in realtà, tutto il suo lavoro è costruito intorno ad un estrema ricerca sonora che necessita di un ascolto attento e intellettuale per poter essere apprezzato in toto. Facendo un paragone con il cibo, AAM rappresenta lo (slow) slow-food della musica libera. Le incursioni nel noise organico usato come parte ritmica della seconda traccia, in particolare, mi fanno credere che c’è ancora in giro gente che fa della vera “musica sperimentale”, e vorrei sottolinearlo, perchè in giro ci sono troppe persone (artisti?) che diffondono sotto questa definizione delle merde che non saprebbero come chiamare altrimenti, il tutto a scapito del genere. Ribadisco, la musica sperimentale non è un traccia di 5 minuti fatta di rumore bianco a cui vengono aggiunti qualche effetto e qualche distorsione, ma è cura per il dettaglio timbrico e l’utopico tentativo di fare apparire “armonico” ciò che in natura nasce come “disarmonico”. Complimenti, quindi, ad AAM, per aver raggiunto con successo tale obiettivo.

Scarica (ZIP): http://www.filtro.com.mx/realeses/005/filtro_005.zip

[filtro012] Bifidus – Yen Pox EP
Vi è una traccia spettacolare in questo ep: “Condena”. Meravigliosamente oppressivo il synth dubby/ambient che tiene uniti insieme una foresta digitale di piccoli rumori e un battito minimale di drummachine. Questo è techdub appena pescato, ragazzi 🙂

Scarica (ZIP): http://www.filtro.com.mx/realeses/012/filtro_012.zip

[filtro016] Lao – Amen EP
Un altra incursione nei territori di confine tra minimal techno e ambient, dove regna Sua Maestà Techdub. Vi raccomando il brano “Heavendub”.

Scarica (ZIP): http://www.filtro.com.mx/realeses/016/filtro_016.zip

Buon viaggio 🙂

Links:
[1] Filtro: http://www.filtro.com.mx
[2] Matthew Herbert: http://www.matthewherbert.com/

[eldino]


[IT] Come ascoltare musica con iTunes senza aggiungere nessun file alla libreria (Mac)

24/11/2007

Come sapete, iTunes è un ottimo riproduttore e gestore di musica, ma per funzionare si appoggia ad una libreria che tiene traccia di ogni singolo brano riprodotto, il che rende iTunes un programma non adatto ad un ascolto occasionale di musica.

Immaginate di avere una cartella piena di mp3 da ascoltare, ma non volete sputtanare la vostra libreria di iTunes che avete carinamente ordinato dopo tante ore di lavoro. Come fare ciò? Semplice!

Ecco la procedura in cinque passi (valida solo per iTunes per Mac):

1. scaricate MusicPublisher [1], una piccola applicazione freeware di Tynsoe, l’autore del grandissimo GeekTool [2];

musicpublisher_gros.png

2. installate e apritela: dovrebbe apparirvi la seguente finestra;

musicpublisher-generalview.png

3. ora basta che trasciniate la cartella con gli mp3 che volete ascoltare nel box a sinistra e clicchiate “Publish”: il processo sarà immediato o durerà alcuni instanti, a seconda di quanto occupa la vostra cartella;

4. aprite iTunes: vedrete una nuova cartella di musica condivisa a sinistra: cliccateci per sfogliarla e ascoltarne la musica 🙂

musicpublisher_daap.png

5. di default, il nome della cartella condivisa sarà il nome della cartella che avete trascinato nel box di MusicPublisher, ma potete cambiarlo tramite le opzioni del programma; se nessuna cartella appare, entrate in “Settings” e cambiate la porta da 3689 a 3690.

Questo è tutto 🙂
Il segreto dietro le magie di MusicPublisher è il protocollo DAAP [3], ma questa sua implementazione on-the-fly è davvero fica 🙂 Buon divertimento!

Ah, per non avere la finestra di MusicPublisher sul desktop, Mela+H. Putroppo non può essere ridotta nel dock.

Links:
[1] Tynsoe’s MusicPublisher: http://projects.tynsoe.org/en/musicpublisher/
[2] GeekTool: http://projects.tynsoe.org/en/geektool
[3] Ricerca DAAP: https://eldino.wordpress.com/?s=daap

[eldino]


[EN] How-to listen music using iTunes without adding anything to its library (Mac)

24/11/2007

You know, iTunes is a damn great music player/manager, but you are always forced to add stuff to you library before being able to listen to it. This makes iTunes a un-comfortable choice for casual music listeners.

Imagine you have a folder full of misc mp3s to listen, but you don’t want to fuck up your nicely ordered iTunes library, how can you do this? It’s simple!

Here the steps (Mac only):

1. download MusicPublisher [1], a little freeware app made by Tynsoe, the Author of the great GeekTool [2];

musicpublisher_gros.png

2. install and load it: you’d see the following window;

musicpublisher-generalview.png

3. just drag& drop the folder with your mp3s into the box on the left and click “Publish”: the process will be instant o will take some seconds, depending by how much your folder is big in size;

4. load iTunes: you’d see a new shared music folder, click on it to browse and listen to it 🙂

musicpublisher_daap.png

5. by default, the name of the shared folder is the name of the folder you drag&drop in MusicPublisher, but you can change it; if any shared folder appears, try clickin on “Settings” and changing the port from 3689 to 3690.

That’s all!
The secret under the magic of MusicPublisher is the DAAP Protocol [3], but this implementation permits an on-the-fly usage, that is really cool 🙂 Enjoy!

Ah, MusicPublisher window can’t be minimized to the dock, so if you don’t want to see it floating on you screen, try hiding it (Apple+H).

Links:
[1] Tynsoe’s MusicPublisher: http://projects.tynsoe.org/en/musicpublisher/
[2] GeekTool: http://projects.tynsoe.org/en/geektool
[3] Ricerca DAAP: https://eldino.wordpress.com/?s=daap

[eldino]


[IT] eldino vi imbocca #3: Togetha Brotha Soundsystem (dub)

21/11/2007

togetha_logo.jpg
Dub digitale allo stato puro direttamente dai primi posti della mia top-ten personale. Questo gruppo olandese, proveniente dalla sperduta Utrech, giunge alle mie orecchie dopo aver pubblicato una release di 7 traccie per l’ottima netlabel polacca Afterbeat [1], totalmente dedita alle sonorità dub, digital dub e reggae (e che sonorità! scaricare per credere!). L’album in questione, contrassegnato dal release-code “abn004“, si chiama “Cool Playa Showcase” ed è disponibile in free download e sotto licenza Creative Commons dal 2006. Le melodie e le voci sono straordinariamente affascinanti, così come gli echi e le linee di basso. Canzoni come “Discipline Dub [Ghetto Version]” o “Lost Lover Dub” ricordano da vicino le cantilene e i lamenti dei popoli oppressi. Se disponete di una connessione abbastanza veloce e di un po’ di pazienza, scaricate anche tutte le traccie non incluse nella release dal loro sito personale e dal loro profilo su Download.com. Credetemi, ne vale davvero la pena!

Scarica l’intera release in formato ZIP (7 mp3 + copertina):
http://www.afterbeat.org/release/abn004/abn004.zip

Sezione “Download” sul sito ufficiale (10 mp3):
http://www.madmedia.nl/tbs/soundsystem/fsTBS.html

Profilo su Download.com (4 mp3):
http://music.download.com/togethabrothasoundsystem/3600-8835_32-100305010.html

Links:
[1] AfterBeat Netlabel: http://www.afterbeat.org

[eldino]