[IT] Le mie releases preferite in pillole #6: Dharmasound (trip-hop, classical, electronic)

ita_dharmasound.jpg

La Dharmasound [1] è una netlabel italiana il cui catalogo ha giaciuto per molti mesi nella mia enorme cartella “Netlabels Da Ordinare” prima di ricevere la mia attenzione. E devo dire che questa lunga, forzata attesa è davvero ingiustificata, in quanto nell’ascoltarne il catalogo sono rimasto talmente colpito, da renderla senza ripensamenti la prima netlabel italiana recensita su questo blog. Prima di addentrarci nella musica vera e propria, ho appuntato una serie di pro e contro, che spero possano essere utili ai gestori della label per migliorare ulteriormente un progetto dalle elevate potenzialità.

Contro:
– nomi dei files delle prime 33 releases abbastanza anonimi (tipo: 01_DHS0015@192kbps.mp3); comunque, nelle ultime releases il problema sembra esser stato risolto in pianta stabile;
– molte (9 su 37!!) delle releases non sono più disponibili per il download, il che rende il catalogo tristemente incompleto;
– il lettore mp3 in Flash del sito inizia a riprodurre le canzoni di default, atteggiamento che ritengo particolarmente fastidioso perché ciuccia inutilmente (e senza il consenso dell’utente) banda e inoltre ti disturba quando navighi ascoltando qualcosa; il lettore dovrebbe essere messo di default in condizione di “stop”: il navigatore interessato provvederà di sua sponte a cliccare sul tasto “play” qualora fosse interessato, anche perché, per visitare x pagine di releases, bisogna stopparlo x volte.. fastidiosissimo!

Pro:
netlabel italiana (permettetemi questo “pro” patriottico :-P);
– pubblica anche ottimi lavori di musica classica, un genere trascurato da tutte le altre netlabels;
– i tag, eccetto per alcune releases che ne sono prive, sono generalmente completi, però consiglio agli admin del progetto di dare una letta al mio articolo sull’argomento per migliorare questo aspetto (“[release_code] nome_album”…) [2];
dà molto spazio alle band italiane emergenti, il che la rende un ottimo mezzo per conoscere la musica che agita l’underground della nostra Penisola.. e per una volta non si dà spazio solo al solito, noioso, pop-rock :-P!

E ora iniziamo la solita carrellata delle releases migliori, che sono davvero tante questa volta:

[DHS0002] Kurregomma – 8bitconnection
Un EP a cavallo tra IDM e musica 8-Bit. Gradisco la terza traccia, “Dialspher”, per via delle sue atmosfere siderali. Voto: 4/5.

Maggiori info
Scarica l’intera release (ZIP, 23,7 Mb)

[DHS0006] Luca Antonini – The Time Traveller
Semplicemente fantastico questo LP di musica classica dai sentori medievali e dalle ambizioni da colonna sonora. Ne sono rimasto davvero affascinato, e non posso che promuoverlo con il massimo dei voti. Finalmente un po’ di buona musica evocativa entra a far parte della scena netaudio, per giunta di quella italiana.
Voto: 5/5.

Maggiori info
Scarica l’intera releases (ZIP)

[DHS0015] Meridiano Zero – AmberDrops
In questa releases convivono parecchi generi: si va dall’elettronica al rock, dall’ambient al metal-gotico. C’è n’è per tutti i palati, insomma. La mia traccia preferita è la prima: “Residrops genesya”. Voto: 4/5.

Maggiori info
Scarica l’intera release (ZIP, 83,7Mb)

[DHS0016] Fabryka – Testing Toys EP
Quando il trip-hop incontra il gusto musicale italiano e i suoni del tango, nascono i Fabryka. Sono estremamente affascinato dalla voce di lei e da come queste fisarmoniche si incastonano con l’elettronica che costituisce l’humus del mondo dei Fabryka. Leggo sul loro sito [3] a proposito di questo EP: “Una storia triste, una favola, una ragazza ed un ragazzo corrono mano nella mano, le parole dette e quelle taciute, i silenzi, cerca di urlare più che puoi, un paese freddo, ciò che ti protegge, i colori caldi e i rumori, sentimenti che non puoi nascondere, laghi ghiacciati e fatati, tenere carezze in un mondo elettrico.” Una descrizione che non poteva essere più azzeccata, perché la musica dei Fabryka è davvero musica da sogno. Continuate così ragazzi e grazie per le emozioni 🙂 Voto: 5/5.

Maggiori info
Scarica l’intera release (ZIP, 30,9Mb)

[DHS0018] Acidhead – Time is Gone
Arriva questa 18esima releases, ma il mood non cambia: siamo sempre ai piedi di sua maestà downtempo, ma in questo caso le sfumature idm-minimal e ambient si fanno più marcate. A mio dire, “Pass by” è il singolo dell’EP 🙂 Voto: 5/5.

Maggiori info
Scarica l’intera release (ZIP, 24,3Mb)

[DHS0019] Riccardo D’Angelo/Luca Antonini – Dove fermano i treni
La Dharmasound ci riserva una sorpresa dopo l’altra. Dopo l’elettronica proposta in varie salse, giungiamo ad un piccolo fiore cross-mediale, un lavoro di commistione tra il racconto, la musica classica e lo spoken words. Prendiamo un racconto breve distribuito sotto Creative Commons, facciamolo recitare da una voce femminile e musichiamo il tutto: ecco apparire “Dove fermano i treni”. Questa release è una delicata poesia alla quale solo la nostra bella lingua italiana poteva dare i natali.
Voto: 5/5.

Maggiori info

[DHS0026] Container – Fridge][couch
IDM veloce e piena di triggers, un po’ alla Aphex Twin. Carina la trovata della voce che dice “Basso e Batteria” nella traccia “Fashion Weapon”. Voto 3,5/5.

Maggiori info
Scarica l’intera release (ZIP, 42,9Mb)

[DHS0030] AA.VV. – HOD RMX
Ecco un EP di remix di un brano dei Fabryka. Ogni remix copre un genere musicale differente, ma il mio preferito è sicuramente la samba stile Koop ad opera di Musetta. Voto: 5/5.

Maggiori info
Scarica l’intera release (ZIP, 27Mb)

[DHS0037] Francesco Lettera – The Wizard of OZ
Ancora musica classica di qualità eccezionale. Se fossi un filmmaker, sicuramente terrei in ottima considerazione una di queste traccie per un mio cortometraggio.

Maggiori info
Scarica l’intera release (ZIP, 36,7Mb)

Oltre a queste releases, ce ne sarebbero almeno altrettante da citare, ma ho preferito soffermarmi su quelle più particolari e su quelle ho maggiormente riascoltato. La Dharmasound mi ha davvero colpito, è un ottimo progetto e spero che continui così, perché apporta un notevole contributo all’ancora acerba netlabel-scene italiana.

Links:
[1] Dharmasound: http://www.dharmasound.com/
[2] Come taggare i brani: un vademecum essenziale per gestori di netlabels: link
[3] Fabryka: http://www.fabryka.it

[eldino]

Advertisements

5 risposte a [IT] Le mie releases preferite in pillole #6: Dharmasound (trip-hop, classical, electronic)

  1. diggita.it ha detto:

    28 album da scaricare gratis!! (musica trip-hop, classica, elettronica)

    Grazie alla Dharmasound, netlabel italiana, sono disponibili per il download 28 albums di musica elettronica, classica, elettronica e pop-rock, anche con il cantato in italiano!
    Sono disponibili sia i singoli mp3 che l’intero album zippato, compresa l…

  2. Lofi Mood ha detto:

    Anche a me piace molto Dharmasaound. Le releases di Fabryka e Acidhead sono eccezionali.
    Ti consiglio una netlabel tedesca che recentemente ha realizzato un mio ep. Si chiama Headphonica. Certo, non siamo al livello di Dharmasound, però…

  3. LostCore ha detto:

    Ciao, ho scoperto in ritardo questo post, ma spero di non esserlo per ringrarti del bellissimo commento su “Dove Fermano i Treni” 🙂

    Concordo su tutta la recensione di Dharma, fin’ora non mi ha mai deluso, regalandomi parecchie emozioni.

  4. eldino ha detto:

    Ciao LostCore, ti assicuro che non ho scritto niente che non sia meritato! Avrei voluto scrivere di più, ma mi sono imposto fin dal titolo della serie di post (“Le mie releases preferite in pillole”) ti scrivere solo l’essenziale, per due motivi fondamentali: 1) per auto-impormi di non essere prolisso come al solito; 2) penso che per commentare qualcosa di oggettivamente bello non sia necessario aggiungergli un plusvalore di parole, ma che semplicemente basti fornire ai lettori un invito all’ascolto definito da parole chiavi o meglio “in pillole” (appunto!).

    Se altre commistioni tra racconto, poesia e musica di tale bellezza verranno fuori dal calderone della Dharmasound o da un’altra netlabel o da un’altra tipologia di realtà legata alle Creative Commons, spero vivamente di inciamparci, perché ritengo che tali esperimenti crossmediali siano un toccasana nel mondo dei contenuti user-generated 🙂
    Ovviamente, non esiterò a regalare loro il dovuto spazio su questo piccolo blog 🙂

    Saluti,
    eldino

  5. […] infatti, si sono fatti ascoltare gratuitamente sulle pagine della netlabel italiana Dharmasound (recensita molto positivamente in un mio vecchio mio post), per poi pubblicare un disco per la IRMA Records, dal titolo “Mice to Meet You!“, che […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: