[IT] Le mie releases preferite in pillole #9: Frigida Records (rock & derivates)

frigida_recs.jpg

La Frigida Records [1] conta, al momento in cui scrivo, ben 70 releases [2] per un totale di quasi 3 Gb di musica gratuita e legale. Spazia un po’ tra tutti i generi, ma nel suo catalogo vi è una notevole percentuale di materiale rock e relativi sottogeneri (indie rock, post-rock, acoustic rock, cantautorato etc), soprattutto di origine latino-americana (che ha una delle scene musicali underground più interessanti e in espansione a livello netlabel!), e secondo il mio personale parere, è anche il genere musicale con cui raggiunge le più alte vette qualitative. Ecco le releases che ho maggiormente gradito.

[fri005] Portatile Room Mobile – Vol. 1
Questa releases rappresenta un evento inusuale nel mondo del netaudio: trattasi, infatti, di un album completamente costituito da covers di brani di band molto note. Le canzoni originali vengono rese in una chiave rock molto intimista e “seventies”, che a tratti potrebbe facilmente ricordare molti gruppi indie rock recenti. Questa release mi piace molto, lo ammetto. E’ una release da ascoltare quando volete giustamente farvi i “cazzi vostri”, quando cioè siete voi e la vostra musica preferita. Tutta la release è di inusuale qualità (sia dal punto di vista dell’arraggiamento che dalla frizzante originalità della selection delle canzoni), e in più i testi (essendo famosi) sono facilmente reperibili sulla Rete, cosa che non accade nella scena netlabel “pura”, dove bisogna scrivere agli autori e sperare nel loro buon cuore. Cos’è del buon rock senza la comprensione delle sue parole? Tutti i brani sono da favola, ma se proprio devo suggerirne qualcuno: “Everything Counts” (originale dei Depeche Mode), “Close to Me” (originale dei The Cure), “Yesterday Once More” (originale dei The Carpenters) e “Caroline No” (originale dei Beach Boys). In più, ascoltate attentamente la versione estremamente dilatata nel tempo di “All Tomorrow Parties” e approfittatene per procurarvi la discografia dei The Velvet Underground, autori originali del brano. Voto: 5/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri005/fri005_vbr_mp3.zip

[fri008] Leumann – Jupiter Lander
Eccoci giunti ad un EP di buon post-rock, niente di eccelso eh!, però “No Hay Agua Ni Plantas” e “Se Pierde La Seal” meritano un ascolto o due…. o tre? Voto: 3,5/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri008/fri008_vbr_mp3.zip

[fri013] Suipacha – El Fin Es El Comienzo EP
Ancora post-rock! Di questa release consiglio solo: “Flamin Sheeps“, dal sapore molto umido e riverberato. Ricorda i meravigliosi The London Apartment della netlabel Sutemos [3], che vi invito a recuperare tramite la mia recensione [4] se ancora siete tra i pochi masochisti a non averlo ancora fatto. Dopodichè, visto che ci siete e avete già scaricato l’intera release, dedicate un paio di minuti all’ascolto di “Nikolai Cryp“… cosa vi ricorda? Dai dai dai che lo avete sulla punta della lingua… allora? Ma sì! Giusto! La dolcissima “Creep” dei Radiohead, cantata in questo caso tipo in reverse o in qualche analogo metodo simil-satanico. Una cover utile per lo più a stupire gli amici. Voto: 5/5 (solo traccia “Flamin Sheeps“).

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri013/fri013_vbr_mp3.zip

[fri017] Dyin Emotion – Caught in Another World
Semplicemente meraviglioso, come ho avuto modo di scrivere privatamente via email all’Autore. Indie rock acustico di enorme dolcezza e emotività. “Caught in Another World” è semplicemente una canzone d’amore come è da un po’ che non se ne scrivono, e se ne leggete il testo (fortuna che io ho avuto ;-P) non riuscirete a non percepire un grande cuore d’innamorato aperto e colorato🙂 Ad un certo punto, il ritornello recita: “A bliss… to stand on our own feet / is what we need to last, / is what we hope to find here, / to find here… ” (traduzione: “Una grande gioia… per restare in piedi da soli / è ciò di cui abbiamo bisogno / è ciò che speriamo di trovare qui / di trovare qui…”)… una bella ventata di speranza e positività🙂 Se amate il genere, non potrete non ritrovarvi a canticchiare questo brano! Stupenda anche la cover di “Pearly“, dei Radiohead e “Try Song“. Un EP eccellente. Voto 5/5 & lode.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri017/fri017_vbr_mp3.zip

[fri020] Schizbreak – This Is What I Can Do
Rock con spruzzi di elettronica. Mi ricorda le prime cose acerbe dei Blur e qualche sonorità dei primi dischi dei Subsonica, ma forse mi sbaglio. Molto carino nel complesso e dalle evoluzione non scontate. Voto 4/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri020/fri020_vbr_mp3.zip

[fri023] Dedos de Osito – Osito City
Post-rock melodico e con cantato femminile in spagnolo. Sicuramente gli Sigur Ros hanno avuto una notevole influenza su questa band. Voto 4/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri023/fri023_vbr_mp3.zip

[fri025] Bronko Yotte – Piensa En Mi Cuando Duermas
Hip-Hop con cantato in spagnolo e atmosfere jazzy e ricercate. Molti artisti hip-hop dell’overground americano dovrebbero prendere spunto dai suoni e dai beats di questi artisti underground, se non altro perché penso che siamo tutti un po’ stufi di sentirli rappare su casseruole e citofoni. Un bel piano su una batteria simil-r’n’b è sempre gradevole, cosa che non si può dire dei citofoni in loop. Voto: 4/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri025/fri025_vbr_mp3.zip

[fri027] Verdeoscuro – Ep y Simples
Rock con cantato maschile in spagnolo! L’album è tutto di buona qualità e senza cadute di stile. La mia traccia preferita è “Dos veces“, dalla struttura post-rock e dagli echi “dubbosi”. Voto: 4/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/compress/fri027

[fri034] Natural City – Dancing in Bloomington
Acoustic rock con venature folk e indie. Bella la voce di lui. Peccato siano solo 4 traccie. Voto: 4/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri034/fri034_vbr_mp3.zip

[fri038] MmoomM – Under construction
Il tappeto di archi sintetici dell’intro del primo, intenso brano “I am a Human Being“, ci catapulta senza precauzioni in questa eccellente release di 8 traccie, a cavallo tra ambient, darkwave, space ambient e world music. Le voci del suddetto pezzo ricordano dei lamenti o dei richiami di matrice arabeggiante, mentre gli archi si inspirano a qualche timbrica Autechre-iana o FutureSoundOfLondon-iana. Un altro dei miei brani preferiti è “Rushing Down The Stairs Pt.I“, affascinante e ampio come un paesaggio lunare: un suono elettronico intenso ed evocativo si sviluppa su un beat macinato e sincopato, per finire con un sample del battito del cuore dopo soli 1:53 minuti. Voto: 3,5/5 con punte di eccellenza nei due brani citati (5/5).

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri038/fri038_vbr_mp3.zip

[fri042] Dzr:P – Songs for Megan
Quando i Mùm incontrano i Matmos…. e restano entrambi coinvolti in un incidente stradale. Voto: 3/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri042/fri042_vbr_mp3.zip

[fri047] Piscis – In the Room of a Singer
Musica ambient/soundscape. Non sono un patito del genere, semmai un detrattore, ma non nego che mi sono incantato ad ascoltare questi 2 brani. Voto: 3/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri047/fri047_vbr_mp3.zip

[fri050] Valentin Fal – Valentin Fal EP
EP di debutto (solo 3 traccie) di una band di rock elettronico o forse lievemente post-rock? Carino, qualunque genere esso sia.. Voto: 4/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri050/fri050_vbr_mp3.zip

[fri052] Mario Rustom – Listo
Segnalo solo la traccia “Aunque“, un trip sonoro tra minimal techno e dub-ambient di quella che meriterebbe un dolby surround e un materassino che si muova in sync con le onde sonore per essere apprezzata in pieno. Che atmosfera, gente.. Woooooosh! Voto: 4/5 (solo traccia citata).

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri052/fri052_vbr_mp3.zip

[fri057] Nax – Fin (Lamento Espacial En El Centro Del Remolino)
Rock espanol sghembo🙂 Molto carine le ultime due traccie: “Contaminarte+Naranjas Y Limones” e “Lamento Espacial En El Centro Del Remolino“. Voto 3,5/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri057/fri057_vbr_mp3.zip

[fri060] RDI: Crucifixion Project – Salvation Disorder No. 1
Questo album è un pugno allo stomaco, però di quelli che dopo averli ricevuti sei contento (ne esistono? boh!). Giochi di parole a parte, qui si parla di musica industrial/darkwave di soddisfacente fattura, dalle ritmiche curate e dai synth molto “fat”, ovvero dal suono “grasso”.. grrr! Interessanti: “Decreptitude“, “Cries of the Unloved“, “Machine“, “Lost” e “Twisted Fantasy“. Voto: 4/5.

Scarica (ZIP): http://www.archive.org/download/fri060/fri060_vbr_mp3.zip

Links:
[1] Frigida Records: http://www.frigidarec.com/catalog.htm
[2] Cos’è una release?
[3] The London Apartment: recensione
[4] Sutemos netlabel: http://www.sutemos.net/en

Una risposta a [IT] Le mie releases preferite in pillole #9: Frigida Records (rock & derivates)

  1. diggita.it scrive:

    70 album completi rock & indie rock da scaricare gratis e legalmente!

    …il tutto possibile grazie alla netlabel Frigida Rec e alle licenze Creative Commons. Leggi le recensioni dei migliori albums nel post. Sono altresì disponibili i link diretti agli albums in formato zip! Non avete proprio scuse per non scaricare que…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: