[IT] Riflessioni in Compresse Deglutibili: Comprare musica un tot al Gigabyte

Una delle innumerevoli idee che mi frullano in testa è la seguente: vedere un giorno in vendita nei negozi la musica su hard disk esterni/memory card, un tot al Gigabyte. Pensate come sarebbe comodo, ad esempio, comprare un bel disco rigido esterno da 250 GB con tutta la musica Blues dagli anni 50 ad oggi, già bella digitalizzata, taggata, con testi e copertine, pronta per essere copiata sul vostro iPod con un semplice click. Quanto sarebbe comodo e poco ingombrante acquistare una soluzione di questo tipo piuttosto che sbattersi per recuperare che so.. 2000000 cd/vinili/musicassette? Il supporto, in questo caso, fungerebbe esclusivamente da supporto, mentre il valore dell’intera soluzione sarebbe rappresentato dal lavoro di recupero e digitalizzazione svolto per offrire tutto quel ben di Dio in maniera semplice, pratica, funzionale e quindi bella 🙂

Penso che il fatto di trovarsi a portata di mano tutto quel materiale in un singolo click possa davvero incrementare l’esperienza-musica, perché la doterebbe di quel senso di coerenza e completezza filologica, che nonostanze l’immensità del pianeta eDonkey, è tuttora difficile da raggiungere. Penso che sia impossibile anche per il downloader più accanito ed esperto ritrovare TUTTO il materiale blues o jazz o <inserisci genere musicale qui>, mentre se offerto a monte, ovvero da chi si occupa da sempre di distribuire la musica (= etichette discografiche), beh… un po’ più semplice lo è 🙂

La musica è un patrimonio culturale immenso e non penso di essere il solo in questo pianeta a sbavare solo all’idea che con 200-300-400 euro possa acquistare TUTTO il genere Blues o il genere Jazz, o il genere <inserisci genere musicale qui>. Sarebbe davvero la soluzione definitiva. A chi invece non sente la necessità di inquadrare la musica in chiave filologica e cronologica, si potrebbero proporre delle memory card (es. SD, Memory Stick etc), su cui salvare i singoli album in formato digitale: si potrebbe così ridurre sensibilmente l’ingombro della musica in casa e nei negozi (=notevole risparmio in costi di trasporto/gestione) e creare con investimento quasi-nullo (Made in China insegna…) appositi lettori hardware da integrare nel proprio impianto stereo “tradizionale”.

Spero che qualcuno con leggermente più potere industriale di me metta in atto questa idea. Sarebbe fantastico. Nell’attesa, mi accontento di spingervi a riflettere sulla vetustità dei supporti musicali attuali… 🙂

[eldino]

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: