[IT] Alessio Bertallot djset @ SGL Carbon, Ascoli Piceno – 01/05/2008: resoconto della serata.

Nella mia piccola e sonnolente città di provincia non succede mai niente che sia degno di nota. I pochi, pochissimi eventi e concerti che per caso vengono svolti qua sono o di scarso interesse o avvengono in periodi d’esami o si pagano troppo o sono indirizzati ad un pubblico over 40. Ma ogni regola non è tale se non vi è un’eccezione, e suddetta eccezione è avvenuta stanotte.

Alessio Bertallot
è la mente e l’anima dietro il programma B-Side che va in onda da anni su Radio Deejay e che io seguo dal 1998, registrandone ogni puntata dal 2004 in formato mp3 (ho un computer+scheda audio esterna preposto esclusivamente allo scopo, e l’icona a forma della sua faccia nell’header di questo blog corrisponde ad un piccolo programmino per Mac che mi sono scritto per scaricarmi automaticamente la playlist della serata dal suo sito senza aprire il browser e ripetere all’infinito le stesse identiche sequenze di click). La tracklist di B-Side è composta da musica che non si sente solitamente altrove, almeno a livello di mass media nazionali; per quanto riguarda l’elettronica (ma non è l’unico macro-genere trattato!), vaga dai classici del trip-hop alle moderne tendenze della club-culture (grime, dubstep etc), senza tralasciare la drum & bass e il breakbeat, che alimentano l’ambito “momento ignorante” (cit.). Come dire, c’è n’è un po’ per tutti i gusti 🙂

La Provincia, insieme a svariati enti ed associazioni, promuove ogni anno una manifestazione dal titolo Saggi Paesaggi, nome che racchiude una serie di eventi di vario tipo e distribuiti in svariate locations. Tra gli eventi dell’edizione di quest’anno, stranamente, è stato inserito un djset di Alessio Bertallot. La cosa strana non è la sua presenza, perché venne anche l’anno scorso per un djset a Porto D’Ascoli (un po’ fuori mano per me per cui non andai), ma è il fatto che lo facciano suonare ad Ascoli che mi sorprende 🙂 Io, nonostante non vada matto per i djsets (yawn!) e nonostante non sia un tipo danzereccio, non potevo mancare, anche perché quando mi sarebbe ricapitato di vederlo dal vivo a costo zero e non all’interno di una claustrofobica discoteca? Mai! E poi, divoro settimanalmente quantità spasmodiche di musica nuova di ogni genere, se seguite questo blog lo sapete, per cui una bella selezione “alla B-Side” non potevo perdermela di certo 🙂

Il djset doveva iniziare alle 22, ma tra un check ed un altro è iniziato poco prima della 23 ed è terminato verso le 2.30. L’evento si è tenuto in uno dei capannoni della SGL Carbon (una famosa industria situata nel cuore di Ascoli Piceno); suddetto capannone, per l’occasione, è stato addobbato a festa, un po’ sullo stile dei compleanni di 18 anni (sedie ai lati, bancone con le bibite, una consolle, un po’ di luci), e piantonato qua e là da addetti alla security.

Il dj Bertallot era accompagnato da dj Fiore e la sua attrezzatura (da quanto ho potuto vedere) consisteva in: due cdeejay Pioneer, due giradischi, un microfono wireless e un Macbook Pro con la mela posteriore coperta da una antiestetica ed enorme X di nastro isolante nero.

Il pubblico presente in sala non era certamente numeroso nè tantomeno omogeneo. I giovani erano pochi e i 30-35enni abbondavano. Alessio ha iniziato il set con della musica elettronica tranquilla, un misto di synth acidi e beat hip-hop. La gente era un po’ spaesata e lontana dalla consolle, l’atmosfera era fredda e piatta, e si percepiva tangibilmente il distacco tra pubblico e dj. Pezzi di questa fase da segnalare: un remix di Dizzee Rascal.

Dopo una ventina di minuti, la serata ha virato verso il funk (su richiestra del pubblico), ma nonostante il groove trascinante dei pezzi, la situazione non si è smossa parecchio, anche se alcuni gruppetti di persone si sono avvicinati al palco e hanno iniziato a muoversi a tempo di musica.

Dopo il funk, è stato il turno della “cassa in quattro” (cit.): house e techno potenti l’hanno fatta da padroni e i subwoofer hanno resistito con fatica all’urto devastante di cassa e basso distanti solo pochi Hz in frequenza. Davvero dei pezzi potenti, delle locomotive sonore. Pezzi di questa fase da segnalare: un remix dei Chemical Brothers.

Infine, è arrivata l’Apocalisse: drum & bass e breakbeat a palla! Quando il ritmo ha toccato i 170BPM, i pochi che c’erano sono impazziti e hanno iniziato a darci dentro 🙂 Forse perchè dalle nostre parti più della dance commerciale e della tribal house tamarra non si trova, e allora la drum & bass chissà cosa è sembrata.. o forse per qualche altro motivo, ma fatto stà che il pubblico ha gradito parecchio 🙂 Pezzi di questa fase da segnalare: un remix di “Smack My Bitch Up” dei Prodigy (un evergreen insomma :D).

Il tutto si è concluso con il timbro acquatico di Burial mentre gli addetti del service smontavano casse e ammenicoli vari. Tutti parlano di ‘sto Burial, persino B-Side lo suona, ma io tuttora non ci trovo davvero niente di interessante. Ha fatto due album, che tranne 2 pezzi, sono di una noia abissale (è una mia opinione eh! non linciatemi :D).

Alessio mi è sembrato un ragazzo molto a modo e dal fare gentile e disponibile, assolutamente non snob come molti altri nel suo campo, e forse per questo suo aspetto caratteriale mi è apparso un po’ dispiaciuto dalla risposta del pubblico locale, abbastanza tiepida. Penso che su 60-70 persone intervenute, solo 3-4 avessero una vaga idea di chi c’era alla consolle, mentre tutti gli altri sembravano essere venuti soltanto per le parole “festa” e “partecipazione gratuita” presenti sui volantini e sui manifesti, sui quali, tra l’altro, vi era soltanto scritto un laconico “22.00 FESTA con Dj Alessio Bertallot“, come se fosse un dj-ucolo di quartiere o da feste di compleanno. Segnalare a grandi lettere la sua appartenza al rooster di Radio Deejay sarebbe stato più invitante per la massa.

Ad ogni modo, io sono andato perchè lo conoscevo e perciò ho seguito il tutto con molta attenzione, col piglio dell’ascoltatore, e mi è piaciuto 🙂

[eldino]

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: