[IT] Informatica al vetriolo: BLING BLING BLING! Haters Invaders!!! Insert Coin!! – Parte 1/2

Oggi si parla del Lato Oscuro del Web 0.0 ragazzi 🙂 Tenetevi forte 🙂

Inauguro la prima parte del post citando testualmente l’Urban Dictionary, non perchè non sappia definire la figura dell’Hater da solo, ma perché così il mio post acquista autorevolezza e vi evito la fatica inutile di ipotizzare che stia vaneggiando.

Definizione di Hater (Urban Dictionary):

“Hater: A person that simply cannot be happy for another person’s success. So rather than be happy they make a point of exposing a flaw in that person.”

Traduzione: “Hater (colui che odia): Una persona che semplicemente non può essere felice per il successo di un’altra persona. Così, invece di essere felice, ne cerca un difetto.”

E ancora:

Hater: A person who feels anger and/or jealousy for someone who has succeeded in something they have worked hard for. A being who speaks badly, and/or takes negative actions in attempt to create problems for a successful person.

Traduzione: “Hater (colui che odia): Una persona che prova astio e/o gelosia per qualcuno che ha successo in un qualcosa per cui ha lavorato duro. Il modo di essere di chi parla male e/o intraprende azioni negative per creare problemi ad una persona di successo.

Definizione di Hater (me medesimo):

L’Hater, in sostanza, è una delle figure mitologiche dell’Informatica, che insieme alla figura del troll, del newbie/n00b/niubbo, del lamer, del cheater e di svariate altre colorite categorie di persone, anima la complessa cosmogonia del Web 0.0, ovvero della versione primigenia del Web, senza bottoni arrotondati e servizi di ridondante inutilità.

L’invasione degli ultra-haters e il perché di questo post:

Perché ne parlo? Perchè tutto questo odio gratuito comincia a starmi sul cazzo pesantemente. E scusatemi l’oxfordismo. Tempo addietro l’hater era relegato negli scantinati della Rete e raramente fuoriusciva alla luce del sole, ed era giusto così, gli si addiceva, non essendo l’hater di capace di intendere che l’informatica non è tifo, ma è scienza e cultura. Recentemente, però, sembra che l’hater sia uscito allo scoperto come un ratto spaventato dal dragaggio della sua fogna di residenza (notare la metafora di Nerudiana memoria…).

Puntualmente ogni mattina mi connetto alla Rete per leggere le news sui tre maggiori portali di news informatiche generaliste in italiano ovvero: Punto Informatico, Tom’s Hardware e Hardware Upgrade e mi trovo davanti, oltre a giornalisti spesso incompententi (che frequentemente riportano dati errati, faziosi o addirittura si limitano a commentare i video pubblicitari di Youtube: si veda Macbook Air vs Lenovo X300), uno stuolo di commenti affatto costruttivi, carichi d’odio e di disinformazione.

Potrei farne a meno di visitare suddetti portali, dal momento che “fetcho” le news in inglese con in media due giorni di anticipo dalle maggiori testate straniere usando il superlativo Google Reader (che tra l’altro consiglio a tutti spassionatamente se, come il sottoscritto, seguite centinaia di siti sugli argomenti più disparati), ma lo faccio ugualmente per completezza di informazione e perchè, prima di criticare qualcosa, devo esserne informato oltre misura per non fare la figura del coglione qualora mi trovassi a discuterne. E daltronde molti articoli di questo blog credo che lo testimonino.

Se provate a leggere per un paio di giorni i commenti in calce le news pubblicate su suddetti portali, vi renderete conto da voi dell’enorme quantità di traboccante odio che molti appassionati di computer e similia immettono nelle loro parole. I commenti sono al 98% veleno gratuito, disinformazione e insulti. E quando dico che si tratta di un fenomeno tutto italiano, non lo dico perché sono un esterofilo, ma perché potete verficarlo voi stessi (se masticate l’inglese) visitando siti come Computerworld, Wired, Anandtech e dando un’occhiata ai commenti.

Oltre all’italianità del fenomeno, affermo che è ristretto al mondo dell’Informatica, perché almeno sugli altri argomenti che seguo (audio, musica, motori, nuove tecnologie a basso impatto ambientale), non riscontro haters. E neanche sui siti sul mondo Apple suddetto fenomeno esiste.

…Parte 2/2…

Annunci

One Response to [IT] Informatica al vetriolo: BLING BLING BLING! Haters Invaders!!! Insert Coin!! – Parte 1/2

  1. […] [IT] Informatica al vetriolo: BLING BLING BLING! Haters Invaders!!! Insert Coin!! – Parte 2/2 …Parte 1/2… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: