[IT] Come gestire efficientemente interi cataloghi di netlabels usando Tagscanner e iTunes – Parte 1/2

Premessa
Questo post è indirizzato a:
maniaci della catalogazione di documenti digitali (in particolare: file audio);
– appassionati e/o utenti avanzati di iTunes;
– appassionati di musica e, in particolare, di netlabels;
gestori di netlabels alle prime armi;
– nerds musicofili precisi e pignoli come me🙂
– informatici e utenti avanzati;
– curiosi (un po’ di conoscenza non fa mai male..).

Cos’è Tagscanner?
Tagscanner 5.0 è l’ultima versione del miglior (a mio parere, ma sappiate che sono estremamente pignolo ed esigente, e che ne ho provati svariati…) mp3 tagger freeware in circolazione disponibile per piattaforma Windows. Lo uso con soddisfazione da anni e questa versione 5.0 è davvero un passo avanti sotto vari aspetti rispetto alla versione 4.9 (che tuttora uso parallelamente alla 5.0). Se volete approfondire, ho già parlato di questo magnifico software gratuito in “Come taggare i brani: un vademecum essenziale per gestori di netlabels” e in “La pratica del transcoding”.

Io uso Tagscanner soprattutto per “decentificare” (neologismo per: “rendere decenti”) in meno tempo possibile i tags degli mp3 scaricati dalle netlabels, che spesso, putroppo, non curano molto i tags dei brani che distribuiscono (…o meglio, in maniera meno edulcorata: li mettono a cazzo di cane!!), ma mi pare sottointeso che voi potete usarlo su qualsiasi altro file musicale🙂

Personalmente mi avvalgo della potenza di Tagscanner prima di importare la musica in iTunes, in modo da non inzozzare la mia (maniacalmente precisa) libreria musicale con tags incompleti, antiestetici, non corretti o mancanti, che semplicemente rendono la fruizione musicale difficile e non equiparabile a quella che si ottiene acquistando un cd (vi immaginate un album su cd distribuito senza il nome dell’artista, il titolo dell’album o senza i nomi dei brani?).

La versione 5.0 di Tagscanner introduce numerose funzionalità, che rendono necessario questo post a cavallo tra sclero, tutorial, articolo sulle netlabels e recensione di un software.

Le due funzioni che mi hanno maggiormente colpito e di cui sto abusando fin dall’uscita della versione 5.0 sono:
1. la chiara visione d’insieme degli mp3 da taggare quando sono salvati in sottocartelle (un po’ alla iTunes);
2. la possibilità di definire piccoli “scripts“, chiamati “Text Transformations” (Trasformazioni del Testo), che ti permettono di agire sul testo secondo regole predefinite in modalità batch (=automatica).

Ma vediamo queste due funzioni nel dettaglio!

1. La visione d’insieme ti semplifica il tagging!


Lo screenshot vi aiuta a capire, meglio di qualsiasi parola, la situazione che spesso si trova di fronte l’appassionato di musica di netlabels. Nel caso specifico degli screeshots allegati a questo post, stavo taggando l’intero catalogo della netlabel venezuelana Biodata. A livello di file system, gli mp3 sono salvati sul disco secondo la seguente gerarchia di cartelle:

biodata.microbiorecords.net/biodata01
biodata.microbiorecords.net/biodata02
biodata.microbiorecords.net/biodata03

Lo schema in questione è: UrlDellaNetlabelSenzaHTTP / ReleaseCode e l’ho adottato dall’inizio della mia avventura nell’universo netaudio con notevole soddisfazione. Come vedete, spuntando “Cerca nella cartella“, Tagscanner visualizzerà senza sforzo tutti i file audio (nel mio caso mp3, ma Tagscanner supporta anche ogg, wma etc) salvati nelle sottocartelle della cartella che gli indicate (nel mio caso: biodata.microbiorecords.net). Grazie a questa visione generale, il vostro lavoro di tagging sarà molto semplificato e sveltito, perché:
– non dovrete fare uno “Sfoglia” per ogni album/release alla fine di ogni processo di tagging;
– sarà più facile vedere ad occhio le discrepanze e le incoerenze;
– sarà più semplice inserire lo stesso tag in tutti i files (nel mio caso, per inserire “Noise” nel tag Genere in tutte le releases mi è bastato digitarlo una sola volta!)
– è possibile applicate una texttransformation su tutti i file con un solo click!

Il mio consiglio è di provarlo, di smanettarci e vi renderete conto di ciò che sto dicendo, specialmente se finora avete taggato i vostri mp3 con altri metodi. Le classiche funzioni di Tagscanner (già presenti nella versione 4.9 o inferiori), unite a questa “visione d’insieme“, possono velocizzare il vostro lavoro di un buon 35-40%, o almeno a me è successo così, ecco perché provo tanto entusiasmo nei confronti di questo software🙂

…continua…

4 risposte a [IT] Come gestire efficientemente interi cataloghi di netlabels usando Tagscanner e iTunes – Parte 1/2

  1. deepgoa scrive:

    ottimo articolo
    peace
    dg

  2. Andrea scrive:

    Un bel post che mi semplificherà la vita quando metterò mano (finalmente) al mio disco “help”.. Aspetto con ansia la seconda parte così un bel pdf riassuntivo e sono pronto per la catalogazione..
    Quando poi imparerai da bravo informatico ad apprezzare anche i film ti faccio il tutorial su come fare una bella catalogazione con ant movie manager e altri due programmini free per ricambiarti il favore..😀

    P.S. Dopo il 25 non voglio scuse per una serata con bevuta (che ti ho promesso l’altro giorno)..😉

  3. eldino scrive:

    @ deepgoa:
    troppo buono cm sempre🙂 il meglio cmq è nella II parte, almeno per noi amanti di netlabels😉 e altri post del genere netlabels-oriented sono già programmati per il breve-medio termine😉

    @andrea
    haha ok ma sarà difficile che diventi un cinefilo😉 preferisco la musica :°D (si nota? ;O)

  4. elio adsl scrive:

    voglio catalogare-archiviare la mia ampia collezione di musica,proncipalmente jazz, composta da 78 giri 33-45 cd mp3 cassette ecc. ma non ho capito nulla di quello che ho letto fin quà. C’è qualcuno che mi possa aiutare, gli sarei infinitamente grato
    saluti triestini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: