[IT] Informatica al vetriolo: qui si racconta di come dei fanatici messeri della congrega di Linux-Qaeda risposero al villano che non ne condivideva l’ideologia…

Alcuni giorni fa ho dedicato un capitolo della serie di post provocatori “Informatica al vetriolo” allo spicchio più fanatico e talebano della userbase italiana di utenti Linux. Molte persone hanno commentato, un numero anomalo per gli standard di questo blog, che notoriamente tratta argomenti un po’ di nicchia (almeno in Italia, dove la cultura open si limita al software.. sigh!) rispetto, che so, ad un blog su Ubuntu o sulle gioie del Fantacalcio. Uno degli aspetti che mi ha fatto più riflettere di questo, come dire, “esperimento mediatico”, è stata la ricorrente accusa mossami dai commentatori di non conoscere Linux, di non averlo mai provato e via discorrendo.

Come dire: Non condividi parte dell’ideologia che muove gli amanti di Linux e software libero? Non vuoi aderire alla nostra setta? Ok, allora non lo hai mai provato.

Uhauhauhauhauhauhuahua ma cos’è? Siamo all’asilo nido? Specchioriflessoilpalloneèmioetunoncigiochipiù? Questa è una delle più ottuse considerazioni/equazioni che mi sia capitato di sentire/leggere negli ultimi tempi, almeno in campo informatico – eppure di blog e siti, italiani ed inglesi, ne leggo quotidianamente eh! (155 feed RSS nel mio Google Reader, in crescita)! – ma conferma a pieno il senso del mio post precedente.

Il linuxiano medio, quello che usa Linux principalmente per convinzioni ideologiche piuttosto che per pragmatismo/praticità è proprio uno che è ha talmente tanti strati di bende di velluto sopra agli occhi da non rendersi più conto di ciò che afferma. E questo è un male ragazzi, perché limita la vostra obiettività e non contribuisce alla crescita sana della comunità Linux – inteso come software, non come accese discussioni da Bar dello Sport😉

Al contrario, se usi Linux per dei motivi pratici ben precisi:
a) non disdegni a spada tratta gli altri sistemi operativi o i programmi closed-source, perché in alcuni casi potrebbero aiutarti a svolgere il tuo lavoro più velocemente o ad essere più produttivo a parità di tempo;
b) apporti motivazioni concrete ed intelligenti al tuo commento (es. ho un Pentium 133 e Puppy Linux è l’unico OS moderno che ci gira egregiamente), e lo fai in modo civile ed educato, perché un professionista dell’informatica (come attitudine, non necessariamente per lavoro) non ha bisogno di spalare merda su chi la pensa diversamente da lui, perché è consapevole dei suoi skillz nella sua area di interesse e non teme il confronto con persone altrettato preparate.

La mia era una critica mossa dall’interno, da chi l’open source lo vive ogni giorno, nel privato e nel pubblico, e non lo sfogo virtuale del primo mr. entusiasmo di turno (vedere post: Informatica al guttalax per un esempio lampante di codesta categoria).

E’ proprio questa gente che fa male al mondo open-source, perché le critiche, soprattutto se mosse dall’interno, dovrebbero fornire uno spunto per isolare/limitare alcuni fenomeni talebani che si verificano nella comunità, e non dovrebbero dar vita a ciò che invece è successo a me, che vengo accusato/insultato di non conoscere un argomento solo perché non la penso come i membri della setta del Klu Klux Tux.

Chi si fosse soffermato a sfogliare, anche sommariamente, i posts di questo blog, saprebbe che:
– è l’unico blog in Italia che tratta di netlabels e musica libera, che si batte per la diffusione di opere d’ingegno che nulla hanno da invidiare ai lavori commerciali (semmai il contrario!), che promuove la flessibilità offerta ai musicisti (e in generale a chi produce contenuti multimediali) dalla licenza Creative Commons etc;
– il sottoscritto, al di là del blog, promuove ciò in cui crede e di cui scrive nella realtà (partecipazioni in radio, conferenze, linux days, daap party, pendrive party etc) – non solo blog&msn come ogni bimbominkia in circolazione;
– il sottoscritto è un malato della shell Bash e distribuisce sotto licenza GPL alcuni degli script che utlizza per automatizzarsi la vita (vedere la pagina “i downloads di eldino“);
– il sottoscritto fa parte del team di debug di Songbird, un player open-source tra i più completi e promettenti;
– il sottoscritto smanetta con alcuni router La Fonera, su cui installa dd-wrt, noto firmware open-source, e su cui sperimenta alcune idee e possibili usi/limiti della tecnologia Wireless (reti mesh, captive portals, streaming etc);
– il sottoscritto usa Linux dal 2002 (attualmente mi diverto con una Ubuntu 8.04 carinamente inviatami gratis da Canonical, ma in linea di massima sono un Mandrake/Mandriva fan e un Puppy Linux n00b).

Potrei aggiungere altri punti, ma mi fermo qui: non vorrei mai dare una scusa ad alcuni di accusarmi di vanità🙂 (sarebbe il colmo!)

Se ci fossero meno utenti Linux a disegnare cazzi ..ops.. pinguini! in aria e a fare propaganda da haters, e più utenti Linux ad usarlo per le sue reali potenzialità, senza disdegnare per partito preso gli altri OS, l’informatica in Italia sarebbe un mondo migliore. Quello che devono realizzare gli utenti Linux della setta Klu Klux Tux, però, è che nessun sistema operativo/programma, libero o proprietario che sia, è perfetto per tutti gli usi e le esigenze.. e per questo motivo bisogna smetterla di demonizzare tutto ciò che è proprietario (solo perché è “proprietario”) e cercare di aprire un attimino i propri orizzonti… magari verso mete multipiattaforma, perché no?😉

19 risposte a [IT] Informatica al vetriolo: qui si racconta di come dei fanatici messeri della congrega di Linux-Qaeda risposero al villano che non ne condivideva l’ideologia…

  1. guiodic scrive:

    Esistono 2 categorie di uomini: quelli che usano la fica e quelli che amano le donne. I primi ottengono il soddisfacimento di un’impellenza biologica, ovvero eiaculare, cosa che fanno benissimo anche da soli, la maggior parte delle volte peraltro.
    I secondi ottengono il soddisfacimento di un desiderio completo, per sé e per la partner.
    Lo stesso vale per i computer. Inutile dire che tu appartieni alla prima categoria.

  2. Marco scrive:

    Ribadisco il commento dell’ altra volta sei solo uno stronzo che ama blaterare, oggettivamente mi pare un po limitato mentalmente e non perchè la pensi diversamente ma perchè tendi a qualuquizzare il tutto, tutti per pura ed inutile polemica, alla fine credo ti piaccia stare al centro dell’ attenzione (magari ti farà sentire migliore…) cmq molte delle tesi sono assurde

  3. Shaytan scrive:

    Sinceramente non pensavo di trovare delle persone ottuse in questo modo nella comunità e vi spiego perchè.
    Ammettiamo di avere un server che deve gestire una “missione critica” che ci andiamo ad installare Win?? Prendiamo un server Mac?? Scelgo una distro GNU/Linux?? o più semplicemente ci installiamo OpenBSD?? Sicuramente l’ultima ipotesi è la migliore per una infinità di motivazioni che non sto qui a descrivere.
    Ma se dobbiamo programmare o usare un desktop preferirei GNU/Linux, dobbiamo girare il mondo per lavoro o conferenze varie avrei sicuramente con me un Mac con OSX in grado supportare software chiusi ed aperti.
    In definitiva non è questione di religione ma di utilizzare la cosa che in quella precisa situazione ci permette di fare meglio in minor tempo.
    Questo non significa non “godere” del software libero o dell’OS scelto ma più semplicemente operare delle scelte ponderate dalla ragione e non dalla cecità.
    Ovviamente finchè Tux non si riveli a tutti ed inizi a dominare il mondo……..LOL

  4. guiodic scrive:

    In cosa Mac OS X sarebbe meglio per le conferenze? non capisco… a parte l’estetica dei mac book, ma quella non c’entra con il s.o.

  5. Neuro scrive:

    Facciamola semplice?
    Mi serve un software per fare una determinata cosa.
    Esiste il software A (closed) e il software B (open), entrambi fanno egregiamente quello che mi serve ed hanno lo stesso prezzo.
    Io (e tutti quelli che come me abbracciano la “filosofia” open) sceglieranno il software B senza pensarci neppure due minuti.
    La scelta deriva da una serie infinita di motivi: dai pratici, ai filosofici.
    Nessuna demonizzazione, semplicemente il software B ha qualcosa in più e qualcuno l’ha capito.

    Ora alla Marzullo fatti la domanda e datti una risposta sincera: “quale software avrei scelto io e perchè?”
    Buonanotte….

  6. Shaytan scrive:

    @guiodic
    Per esperienza ti posso dire che quando sei fuori sede e non hai avuto il tempo di provare il proiettore della sala convegni non è bello salire sul palco, vedere che non funziona e perdere i 2 minuti per la configurazione dello xorg del tu portatile specialmente con i tempi ristretti che si hanno.

  7. Mah... scrive:

    Non capisco perché i server BSD dovrebbero essere superiori per una “infinità di motivi”.
    Ne puoi elencare almeno una decina?

  8. Aleks scrive:

    Io ho espresso la mia opinione su quel post e solo su di esso. Le tesi che hai esposto sono chiaramente deformate da una scarsa conoscenza dell’argomento hardware e software. Da qui probabilmente i legittimi dubbi di molti sul fatto che tu conosca ciò di cui parli.
    Il fato che anche qui tu continui a costruire fragili castelli argomentativi sulle stesse falsità, dimostra soltanto che non l’hai capito, oppure rifiuti di accettare una semplice quanto chiara verità: non sai cosa sia il software libero, al di là di ciò che hai imparato a fare.
    Etichettare chi sottolinea i tuoi errori come membri di una ‘setta’ è un modo decisamente puerile per evitare di rispondere alle obiezioni.

  9. shaitan scrive:

    @Shaytan invece con il mac che se ti dimentichi l’adattatore ti attacchi chi sa dove il proiettore (scena vista in RL) vai sul tranquillo…

  10. Shaytan scrive:

    @Mah:
    La sicurezza è sicuramente superiore ad un server GNU/Linux e già questo mi basta……..

  11. Shaytan scrive:

    @shaitan
    Ok se ti dimentichi i pezzi non è colpa del sistema operativo ma della tua organizzazione personale questo è una questione che imho esula dalla conversazione.

  12. shaitan scrive:

    Esulerà dalla conversazione (e mi sfugge quale sia l’oggetto in tal senso) ma sostenere che con il mac vai tranquillo sulla compatibilità…mah ne ho i miei dubbi, ricordo ancora le (giuste e sacrosante) lettere minatorie di utenti mac all’università perché non vedevano correttamente le tabelle né in RTF né in DOC dell’orario…

    Lascio cadere il discorso da te accennato sui server…

  13. eldino scrive:

    @guiodic
    “Lo stesso vale per i computer. Inutile dire che tu appartieni alla prima categoria.”

    Punti di vista🙂

    @Marco
    “Ribadisco il commento dell’ altra volta sei solo uno stronzo che ama blaterare”

    Ti ringrazio per il complimento gratuito🙂 Oltre ad essere un esempio di civiltà e modo di comportarsi/discutere,”
    è anche inerente col post🙂

    @Shaytan
    “In definitiva non è questione di religione ma di utilizzare la cosa che in quella precisa situazione ci permette di fare meglio in minor tempo.”

    Vero, è esattamente il mio approccio all’informatica. Uso Linux nei campi dove prevale, per le restati mansioni uso Windows XP o Max OS X.

    @guiodic
    “In cosa Mac OS X sarebbe meglio per le conferenze? non capisco… a parte l’estetica dei mac book, ma quella non c’entra con il s.o.”

    Se avessi mai provato Keynote, il Powerpoint della Apple, lo sapresti. Un software che vale da solo i 79€ della suite iWork. Anni luce avanti rispetto a MS Powerpoint o OpenOffice Impress.

    @Aleks
    Se collaboro a progetti open, curo un blog sui contenuti open, e tutte le altre motivazioni che ho chiaramente elencato in questo post, forse l’obiezione che non conosca ciò di cui parlo traballa un pochino😉

    @shaitan
    “invece con il mac che se ti dimentichi l’adattatore ti attacchi chi sa dove il proiettore (scena vista in RL) vai sul tranquillo…”

    Vero, puo’ succedere, ma è un problema che esula dal software. E’ come se affermassimo che Linux fa cagare perché non fa il boot quando ti dimentichi la batteria del portatile a casa. Va bene fare un po’ di fanboysmo, ma rileggete ciò che scrivete prima di premere “Invia Commento”😉

  14. Shaytan scrive:

    @shaitan
    Non ho capito il senso di lascio cadere il discorso……..

  15. shaitan scrive:

    Come ho detto (è scritto in italiano standard, va bene fare il fanboysmo, ma si può leggere prima di premere su “Invia Commento” :-D) non è solo un problema di adattatore, ad esempio fai questa prova: crea una tabella con powerpoint di office 2008 per mac e aprila con powerpoint 2007 per pc, che succede (anche se selezioni la compatibilità con powerpoint 97)? Che te la vede come immagine e non come tabella.

    E questo è solo uno dei comportamenti diversi fra office 2008/2004 per mac e il corrispettivo 2007/2003 per pc (tra cui annovero anche le tabelle sballate dell’orario dell’università di cui sopra… problema font? altro? non so non ero io il webmaster altrimenti di sicuro non le avrei messe in RTF o DOC).

    Poi mi parli di compatibilità e di keynote… cosa fai se alla conference c’è un pc da usare e non puoi usare il tuo (nel 90% delle conference a cui ho avuto l’onore, immeritato, di essere invitato come relatore era così)? esporti in formato quicktime e preghi che abbiano installato il codec?

    Aggiungo come ho detto altrove che i problemi nei tuoi post sono (_a mio avviso_):
    – confondere opensource e software libero (nel secondo caso poter modificare i sorgenti è solo _una_ delle libertà in oggetto)
    – assumere che avere il sorgente interessi solo a uno sviluppatore
    – assumere che non ci siano persone che si interessino del firmware del televisore/telefono/cellulare/altro… quando invece si sono diverse/alcune/poche (scegli tu quale variante, io posso parlare per me e non per gli altri) che si interessano della licenza del firmware del videoregistratore (vedi TiVo e gpl3), telefono (vd denuncia fsf a skype), telefonino (openmoko e soci).

    @Shaytan, perché le mie competenze da sysadmin sono limitate (qualche banale server all’univ) e non bassandomi nel mio giudizio solo su secunia o simili preferisco non sbilanciarmi. Evidentemente tu avrai competenze ben maggiori, seguirò con interesse allora un blog di cotanto amministratore di sistemi che molto mi potrà insegnare😉

  16. Shaytan scrive:

    @shaitan
    no no per carita lunghi da me essere un amministratore di sistemi in grado di insegnare ad altri non voglio, non posso e non mi permetterei mai di fare il professorino.
    In quanto a BSD ti consiglio di dare uno sguardo alla sua caratteristiche salienti come kernel, filesystem, gestione ram ecc.ecc. per capire la sua superiorità in fatto di server che devono gestire missioni critiche.
    Ciao

  17. shaitan scrive:

    filesystem? dici UFS? non mi sembra poi tanto il non plus ultra visto che non ha neanche il giornale (journal) e ext2 è sostanzialmente derivato proprio da UFS…

    ma ripeto che di certo non sono un esperto (anzi l’opposto) nel campo e potrei di certo sbagliarmi…

  18. M0rF3uS scrive:

    Riprendo il commento di marco perchè, sebbene con termini poco ortodossi, ha centrato il nocciolo della questione.
    eldino non vuole far altro che portare visite al suo blog, l’ha detto lui stesso in maniera velata…

    Molte persone hanno commentato, un numero anomalo per gli standard di questo blog, che notoriamente tratta argomenti un po’ di nicchia

    ..e vedendo quante visite ha portato il suo primo articolo ha avuto la geniale idea di riproporlo stuzzicando tutti con l’articolo di guiodic, e voi gli state dando una mano…non si tratta di scegliere quale sia meglio tra opensource o oppurtunismo.

  19. eldino scrive:

    Wow Morfeus! Tu sì che sei intelligente! Se affermi che questi sono flame voluti, automaticamente ti definisci coglione, perché oltre a portarmi una bella visita (wow! divento ricco!), ti persino soffermi a leggere i commenti e a commentare a tua volta, nonostante tu abbia capito il mio presunto intento😀 Complimenti😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: