[EN] My reply to Thinnerism’s “Constraints to overcome towards the “total” Netlabel” article

eldino_-_beatport_anal_fucks_netlabels

Sebastian Redenz, one of the guys behind Thinner netlabel and Thinnerism blog, wrote a long article today about why Thinner will soon become a music platform with both free and paid downloads. A mutant netlabel or sort of.

He wrote:

As from THN104 thinner will be offering paid downloads next to occasional Netlabel releases. The free Netlabel itself continues to release original music for free, no simple derivates from the paid releases.

Complete article here (it’s worth the read):
http://thinnerism.cc/2008/12/07/constraints-to-overcome-towards-the-total-netlabel/

In my opinion, this decision is good for djs and listeners who don’t know netaudio or don’t like to spend tons of hours browsing for free good music or reading underground blogs about best releases, and so they buy lot of digital downloads from Beatports and similar stores, where you get easy “Top 10 Techno Songs of the Week“-like charts and you have just to click “Buy” buttons. In the future, these users will see netaudio tunes side-by-side with famous tunes and they will be happy to spend money for them. Thinner will earn some money and both admins and artists will be happy.

Fine, but what’s about us, netaudio lovers? We love netaudio movement because it’s free and good, because it’s a modern way to share and promote music, because it’s culture, because we can often legally remix the tunes if we like, because we can discover and be fans of unknown artists… What about us? We have to start to pay for what we got for free until now or we have to move on, that’s all. Nobody cared about us in this decision.

Below the comment I posted on Thinnerism blog:

This is a sad post and I agree with just some parts of it. Paid downloads can be a future for you, but I will not be part of it, sorry, neither I will support this decision on my blog.

Netaudio is good because it’s an alternative to common music biz, not a fashion version of it (“oh yeah I buy tracks on Beatport, im so cool”). Netaudio is not just a bunch of tracks, it’s a way of life, a culture, the flag of user-generated contents.

There is still so much netlabel music to download and listen for free that makes no sense paying for yours. I love many THN releases, I love you guys for you work and I always support your label and your articles, but I will not be part of your project, at least in the near future.

Many good netlabels born everyday and many old netlabels need to be discovered, there is a lot of free music I still miss in my 316Gb netaudio collection, so I have enough stuff to listen for free for the next 2-3 years at-least 😉

For me, netlabel addict, makes no sense to pay for netlabel music since there is a free alternative.

Paid downloads will be useful only to ppl who is not into netaudio and that does shopping on Beatport.

Sorry If my words sounded harsh, but i’m very sad for what u wrote.

My 2 cents.

Rubèn (aka eldino)
https://eldino.wordpress.com

Will you start paying for your lovely netaudio stuff or will you just keep downloading it for free from free netlabels?

Advertisements

8 risposte a [EN] My reply to Thinnerism’s “Constraints to overcome towards the “total” Netlabel” article

  1. […] Sebastian Redenz, one of the guys behind Thinner netlabel and Thinnerism blog, wrote a long article today about why Thinner will soon become a music platform with both free and paid downloads. A mutant netlabel or sort of. He wrote: “As from THN104 thinner will be offering paid downloads next to occasional Netlabel… Tags: overcome … [Continua a leggere…] […]

  2. Sebastian Redenz ha detto:

    Thanks eldino, see the reply on thinnerism 😉

  3. […] overcome towards the “total” Netlabel” article that are not contained into the english reply (read it here). I wrote these bonus comments in italian-only, because my english is not good enough to write […]

  4. alberto ha detto:

    ciao Eldino,
    premetto che il tuo blog mi piace molto e lo seguo sempre, però non sono daccordo, tu parli solo dalla parte di chi ascolta la musica, non dalla parte di chi la musica la fa e cerca di camparci senza dover fare altri lavori non graditi.
    Penso che il lavoro della Thinnerism sia lodevole e meritevole, perciò perchè non pagare e aiutare sia l’etichetta che i musicisti dando un piccolo contributo?

    Alberto

  5. eldino ha detto:

    ciao Alberto,
    come spiegavo sul forum MFNL (in inglese), la mia non è una critica all’artista che vuole alzare qualche soldo con la musica, ma al metodo adottato dalla netlabel per raggiungere questo obiettivo, metodo assolutamente non rispettoso della scena e dei fan che l’hanno resa grande. Il modello Archipel, ad esempio, è nettamente più rispettoso, perché prevede che le releases a pagamento dopo qualche mese diventino gratis, per cui gli utenti free (che sono la maggior parte e quelli che decretano la rispettabilità e la fama della netlabel) possono continuare a godere pienamente della loro netlabel, e chi vuole la versione in vinile o comunque commerciale gode di qualche mese di anteprima. Questo metodo accontenta tutti ed è rispettoso della parola “netlabel” e di ciò che rappresenta. Il metodo Thinner, invece, è solo una grande paraculata, come a dire “ci siamo fatti conoscere e rispettare in 10 anni di netlabel scene, e adesso ce ne fottiamo del passato e dei nostri fan, e diventiamo una label commerciale”. Il metodo Thinner è errato, è una paraculata, un voltafaccia, che rischia di avere pesanti ricadute sulla scena netaudio vista la grandezza dell’imputato. La Thinner si è alzata una mattina e sbattendosene di tutti noi, ha deciso di continuare il suo cammino pubblicando releases commerciali e qualche volta (“occasionalmente”) qualche release free. Scusami, ma questa cosa io non la chiamo netlabel.

    Non è una questione di soldi o io che non voglio pagare per la musica (cosa che faccio abitualmente, se trovo qualcosa di meritevole…accade raramente ma accade), ma è una questione di cultura e sincerità. Il netaudio è una nicchia, è un pezzo di cultura open, non può e non deve essere strumentalizzato o abbracciato solo quando conviene. E’ come se una mattina Linus Torvalds s’alzasse e dicesse “quello che ho fatto in questi ultimi 20 anni è una merda, d’ora in poi svilupperò il kernel solo ed esclusivamente in maniera closed source” e pretendesse che tutti fossero daccordo con lui.

    Quello che in Thinner non c’è stato si chiama: coerenza.

    Io sono favorevole ad un modello di business da integrare nel netaudio, ma non deve togliere nulla agli utenti free e non deve cozzare con i grandi principi che sono alla base della scena. Io stesso sono il primo ad acquistare una compilation per supportare la scena (vedere cd 12rec050 recensito su questo blog) e sarò il primo ad aderire, ma ripeto: solo è si fa un discorso coerente e rispettoso, come nel caso di Archipel.

  6. eldino ha detto:

    Per approfondire meglio, ti rimando ai seguenti link (il primo in EN, il secondo IT):

    http://www.mnml.nl/phpBB2/viewtopic.php?t=41051
    https://eldino.wordpress.com/2008/12/09/928/

    Io non sono contro l’artista, ma solo contro i direttivi di quelle label che vogliono continuare a sfruttare l’hype della parola netlabel a loro vantaggio infischiandosene della scena, della cultura che ci sta dietro e di tante altre cose che possono permettere al netaudio di diventare una vera alternativa al fatiscente music biz attuale. Io sono convinto di ciò e da queste pagine mi batterò per diffondere queste idee 🙂

  7. alberto ha detto:

    grazie mille per i chiarimenti, vado subito a vedere i link e ancora complimenti x il blog!

  8. […] in bocchettoni dopo 50 releases ed un rilancio annunciato da mesi, atteso ma mai avvenuto. Era prevedibile ed […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: