[IT] Io & il mio Asus eeePC 701 4G Nero (netbook) / Episodio 2: perchè il modello da 7 pollici può essere migliore di quello da 9 pollici?

28/02/2009

asus-eeepc-900-vs-700

Personalmente, ho comprato il modello da 7 pollici e non quello da 9 pollici (in particolare mi riferisco al modello 900HA) per alcuni motivi fondamentali, che vi invito a considerare attentamente se anche voi siete interessati all’acquisto di un netbook Asus:

1. costo: il prezzo di listino del modello 7xx (quello in mio possesso è il 701) al monento in cui scrivo è 199 € (ma come dicevo nel primo episodio di questa rubrica, io l’ho acquistato qualche settimana fa nuovo e scontrinato su eBay a 140 €), mentre il modello immediatamente superiore (serie 9xx) costa circa 300 €; se siete disposti o avete la possibilità di spendere, prendete il modello da 9 pollici, perchè uno schermo più grandicello è sempre comodo, ma io non ero disposto a spenderci più di 150 € è e ho optato per il 701, e dopo aver visto e testato di persona il modello 90oHA, sono ancora più soddisfatto di quanto non lo già fossi in precedenza;

2. peso: l’eeePC 701 è sensibilmente più compatto e leggero del modello 90oHA et similia; se per voi non è una caratteristica discriminante, non consideratela, ma io al posto vostro la farei comunque una “prova peso” (magari usando i modelli esposti nei centri commerciali) se pianificate di portarvelo sempre in giro;

3. dimensioni: a mio modesto parere, il 90oHA è davvero troppo grande rispetto al 701; altri 1 o 2 centimetri e avrebbe potuto rivaleggiare in lunghezza con il mio iBook G4, che però monta un signor schermo da 12 pollici; anche in questo caso, una “prova dimensioni” nel più vicino centro commerciale è quanto mai d’obbligo;

Leggi il seguito di questo post »


[IT] Il ruolo centrale di iTunes nel mio metodo d’ascolto e catalogazione della musica

25/02/2009

itunes_minimized

Quando gestisci molta musica nuova mensilmente come me, se non vuoi soccombere, devi ben presto sviluppare un metodo d’ascolto che ti permetta di ottimizzare e valorizzare il tempo da dedicarci (che è sempre poco), in modo tale da minimizzare il tempo necessario ad escludere ciò che sicuramente non ti piace e massimizzare il numero di ascolti degli album a tuo giudizio meritevoli.

Restando solo in ambito netaudio e musica libera e tralasciando gli altri ascolti che faccio, inserisco mediamente nel mio iTunes 15-20gb di musica nuova al mese, precedentemente taggata e copertinata correttamente, un lavoraccio di svariate ore, ma odio il disordine e il caos perché penalizza la fruizione della musica e perchè in questo caso mi inzozzerebbe la mia libreria. Dopo avere aggiunto la musica nuova in iTunes, posso procedere all’ascolto.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Io & il mio Asus eeePC 701 4G Nero (netbook) / Episodio 1: 140 € spesi egregiamente :D

22/02/2009

asus-eeepc-701-front

Era mesi che ne desideravo uno, praticamente dal momento in cui è uscito, ma ho aspettato di trovarlo ad un prezzo onesto e commisurato all’approccio low-cost del prodotto (i 299 € che costava al lancio mi sono sempre sembrati eccessivi, secondo me tutti i modelli entry-level dovrebbero tutti costare sotto i 199 € per essere perfetti). Ora è successo (l’ho acquistato nuovo e scontrinato a 140 € invece che 199 €, prezzo a cui attualmente si trova i tutti i negozi online) e l’ho comprato come regalo di Natale in ritardo (sono stato sempre dell’idea che aspettare e comprare subito dopo Natale porta sempre maggiore scelta e prezzi sensibilmente più bassi rispetto alla compulsività pre-natalizia, online e non). Dopo qualche settimana di smanettamento, non posso che dichiararmi estremamente soddisfatto dell’acquisto e ve ne accorgerete presto anche voi che seguite questo blog 😀 Ma prima di entrare nel vivo delle mie nerdate, un’introduzione teorica è necessaria.

I netbook nascono come alternativa ultra-economica ai dispositivi che fino ad un anno e mezzo fa si chiavavano “ultraportatili”, notebook dalle dimensioni estremamente ridotte (lunghezza, larghezza, spessore, peso, schermo…) e dal prezzo molto alto (oltre i 2000 è), indirizzati ad un’utenza premium e/o business con forti esigenze di mobilità. Un netbook è caratterizzato solitamente da processori Celeron o Atom di Intel a bassissimo consumo energetico, schermi lcd da 7’/9’/10′, dischi allo stato solido, una tastierina economica ed un prezzo intorno ai 300 € di media.

Leggi il seguito di questo post »


[IT] “Il mio nuovissimo portatile con Windows Vista va molto più lento del mio computer con Windows XP di 4 anni fa! Come risolvo?”. Una riflessione amara su un monopolio di mercato e di abitudini, e su di un fenomeno di involuzione tecnologica che (forse) esiste solo in Informatica.

19/02/2009

esempio_di_offerta_notebook

Premessa
Essendo un noto nerd, mi trovo molto spesso a fare assistenze e consulenze informatiche (ovviamente gratuite ._.) ad un numero spaventosamente alto di persone del mio paese ed, in senso lato, del mio giro di conoscenze. Per carattere e visto che la mia preparazione a 360 gradi me lo permette, piuttosto che imporre la mia visione, tendo sempre a dare all’interessato una panoramica abbastanza ampia delle soluzioni possibili per il suo problema, e faccio in modo che sia lui a scegliere la soluzione più idonea alle sue necessità, ma quello che sto narrarvi è uno dei pochi casi in cui più di fare spalluccie non posso fare, e se continuate a leggere vi spiego perchè.

Perchè oramai la gente compra soltanto notebook con Windows Vista?
Se vivete nella contemporaneità e la vostra abitazione è servita dalle aziende che curano il  volantinaggio relativo alle offerte bi-settimanali delle più grandi catene d’informatica del nostro Paese (Mediaworld, Euronics, Expert, Sinergy, Saturn..), avrete notato, anche distrattamente, che i prezzi dei notebook sono calati in maniera impressionante negli ultimi anni. Questo ha portato molta gente, dati economici e statistici alla mano, a preferire l’acquisto di un portatile piuttosto che del cosiddetto “fisso”, assemblato dal negozietto sottocasa o di marca che sia.

L’economia di massa, la diffusione capillare dei centri commerciali e dei discount, la fruttuosa e martellante applicazione della tecnica del sottocosto, la svalutazione perenne e immediata delle componenti hardware, i margini risicati dei costruttori…. tanti sono i fattori dietro a questo fenomeno, ma è ormai roba di tutti i giorni sentir dire ai comuni consumatori frasi del tipo:

Madre: “Ero indecisa se acquistare un notebook o un desktop per mia figlia – sai, per lo studio! – ma poi ho deciso di comprarle un notebook, perchè con 400 € ti danno anche il monitor ed in più, se ti va o se ti serve, puoi anche portartelo in giro!”
Amica della madre: “Ma dai, magari ci faccio anche io un pensierino per mio figlio allora! Per 400 €…”

La prima, semplice frase pronunciata dalla proverbiale “signora Maria” riassume il perchè del successo di questi notebook economici (fascia 300 € – 500 €), che ormai quasi qualsiasi famiglia possiede, e che montano tutti: uno schermo lcd da 15.4′, una scheda wireless, 2-4 Gb di RAM e Windows Vista Home Basic (o Premium). Le altre componenti variano in base al costruttore, anche se di poco, e col tempo.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Various Artists – Pedra Angular (ambient, 2008) / [TC001]

16/02/2009

Ritorno a recensire un’altra buona release della netlabel Tres Catorce, ma questa volta non la catalogo sotto l’etichetta premium “eldino vi imbocca“, perchè presenta degli alti e bassi qualitativi da far invidia alle montagne russe.

tc001_300px

Tracklist:
01 – Astroboyz – New Way Of Life
02 – Leche – Con Tu Suspiro
03 – One – Sunshine
04 – Nai-Ox – The King Is Dead
05 – Danjeli – Tunnellata
06 – Dedxound – Ilo Ilo
07 – Sten D. – Are Coming
08 – Movhi – Infinitum (5:28)
09 – Missqulater – The Other Side
10 – Dark Squad – Prepare For Invasion
11 – Malt.Tabulated Sounds – Wimpy
12 – A.I – Bloat The Dub
13 – Señor Duck – Grey Days
14 – LUME Produccións – Jimichu
15 – Jacobo Prieto – Dream School (Instrumental Mix)
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Musica 2.0: quale album in commercio vale veramente 20 €?

13/02/2009

Leggo spesso interviste a vari discografici o ad artisti mainstream che ad ogni intervista approfittano per fare del sano qualunquismo d’opinione e ti sparano le solite frasi: “la musica va acquistata“, “si tratta solo di 20 euro, spendeteli per un cd“, “se acquistate il cd, aiutate l’artista” etc.

Solo 20€? Quando leggo queste cose, ancora, dopo anni che mi interesso dell’argomento, non riesco a non innervosirmi. Innanzitutto, ve lo siete mai chiesti quanti cd tra quelli presenti nei negozi valgono davvero quella cifra (che è comunque consistente se pensiamo che molti buoni libri costano meno o che con quella cifra ci ceni tranquillamente in trattoria o in pizzeria)? Io me lo sono chiesto, da qui l’idea di buttar giù questo post.

Personalmente, penso che i cd meritevoli di ben 20€ siano ben pochi. Mi vengono in mente gli album dei Pink Floyd, quelli sì che li meritano!, perché ogni traccia è un capolavoro (come è giusto che sia) e non ti stanchi di riascoltarle dopo 3 volte, il che rende l’acquisto anche un buon investimento. A livello di uscite recenti, in ambito di musica elettronica, penso li valga l’ultimo album di Roberto Manos, bello dall’inizio alla fine, originale, creativo, evocativo…insomma, finalmente qualcosa di “fresco” e non la solita zuppa cucinata da incompetenti.

Leggi il seguito di questo post »


[IT] iTunes 8 e la nuova visualizzazione “Elenco” con pannello “Illustrazione”: un modo veloce di trovare le copertine mancanti

10/02/2009

In iTunes 8 è stata introdotta una piccola modifica alla modalità di visualizzazione “Elenco“: ora è possibile attivare un pannello a scomparsa che mostra a lato le copertine delle traccie. Personalmente, lo trovo molto utile per scovare al volo le copertine mancanti degli album.

Basta attivare il pannello, ordinare per album e selezionare tutte le traccie dell’album privo di copertina->tasto destro->maggiori informazioni;

itunes8_elenco1

trascinare nella finestra che appare la copertina (formati: JPEG, BMP, PNG, GIF…) e cliccare ok; Leggi il seguito di questo post »


[IT] Come aprire una netlabel / Perchè è caldamente consigliato includere la copertina della release quando la si carica su Internet Archive?

07/02/2009

copertina_betterize
(clicca per ingrandire)

Includete la copertina oltre ai file mp3 quando caricate le vostre releases su Internet Archive, perchè così:

– al posto di quell’anonimo logo “open source audio” verrà visualizzata la copertina, un tocco di professionalità  e personalizzazione che di certo non farà male alla vostra netlabel, e che renderà anche più fruibile a livello visivo il vostro catalogo a chi lo sfoglia su Internet Archive;

– in basso saranno disponibili i links al o ai files JPEG che costituiscono l’artwork della release, così l’utente non dovrà girare su più di un sito per scaricarlo, ma potrà effettuare il download direttamente dalla stessa pagina (meno clicks necessari = maggiore usabilità);

– è uno strumento offerto, perchè non sfruttarlo?

Leggi il seguito di questo post »


[EN] First news aggregator about netlabels and free music is now officially started :)

06/02/2009

eldino_twitter_aggregator

I was working about this project since some months, but now I think I tested it enough so I added a bit of customized graphics and I decided to officially announce it 🙂 Go here:

http://www.twitter.com/eldino


It’s a news aggregator about netlabels and free music! You will find tons of fresh releases plus many articles and other interesting stuff, all aggregated in one, single place.

You can browse it online (create an account on Twitter and follow me for a better experience!) or add me into your RSS client (suggested usage).
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Ecco a voi il primo aggregatore di notizie su netlabels e musica libera/gratuita/legale powered by eldino :)

06/02/2009

eldino_twitter_aggregator

I più smaliziati lo avranno già notato da qualche mese visitando il mio account su Twitter, raggiungibile all’URL:

http://www.twitter.com/eldino

Inizialmente lo utilizzavo come “appoggio” per pubblicare su Internet le informazioni (artista, titolo, release code, genere) dei brani netlabel che mi piacevano di più, tramite uno script Bash che avevo scritto per lo scopo. Poi successivamente, non avendo a disposizione una macchina *NIX sempre connessa alla Rete, ho deciso di riutilizzare l’account per dare vita ad una delle tante idee che mi bazzicano quotidianamente in mente: fare un aggregatore di notizie sulla scena netlabels (releases nuove, articoli interessanti, posts scelti da me etc).

Non è da considerarsi un sostituto di questo blog, ma semmai qualcosa di complementare. Dove non arrivo io a commentare, arriva lui 🙂 Era da qualche mesi che lo testavo (se mi seguite su Twitter ve ne sarete accorti…), ma solo oggi posso presentarvelo ufficialmente 🙂
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Artik – Shaman Tones (drone + folk, 2008) / [tube129]

04/02/2009

La Test Tube non è certamente annoverabile tra le mie netlabels preferite, ma nel mare di cacofonie che produce, spunta di rado qualche perla o qualche release di cui vale la pena parlare, pur non essendo eccellente al 100%.  Questo “Shaman Tones” di Artik appartiene decisamente alla seconda categoria.

tube129_300

Tracklist:

01 – Hedningarna
02 – Tremolo Your Brain
03 – Flamenco
04 – Mountains’ Song
05 – Alien Love Song (w/ Alexandr Dextrometrofanovich)
06 – Elves
07 – Polka
08 – Whale’s Cry
09 – Strange Man
10 – Shaman Tones
11 – Lado

Leggi il seguito di questo post »


[IT] eldinopensiero: quale e quanta musica usano gli sviluppatori per testare iTunes?

01/02/2009

itunes_minimized

Una cosa che mi sono sempre chiesto è su che tipologia e su che quantità di musica testino iTunes i suoi sviluppatori. Io ne faccio un uso piuttosto “hardcore” (sia per quantità che per maniacalità nel tagging) e sono molto pignolo di mio, eppure non ho mai trovato pecche o carenze a livello di funzioni ed usabilità in come gestisce iTunes la mia libreria, come se gli sviluppatori avessero previsto anche il mio utilizzo piuttosto anomalo e parecchio esigente tra i tanti possibili.

Ciò mi rende felice ma dà vita al dubbio del titolo 🙂 Ipotesi?