[IT] Artik – Shaman Tones (drone + folk, 2008) / [tube129]

La Test Tube non è certamente annoverabile tra le mie netlabels preferite, ma nel mare di cacofonie che produce, spunta di rado qualche perla o qualche release di cui vale la pena parlare, pur non essendo eccellente al 100%.  Questo “Shaman Tones” di Artik appartiene decisamente alla seconda categoria.

tube129_300

Tracklist:

01 – Hedningarna
02 – Tremolo Your Brain
03 – Flamenco
04 – Mountains’ Song
05 – Alien Love Song (w/ Alexandr Dextrometrofanovich)
06 – Elves
07 – Polka
08 – Whale’s Cry
09 – Strange Man
10 – Shaman Tones
11 – Lado

Artik, all’anagrafe (?) Artur Antonian, è un violinista ucraino ora residente in Polonia che in questo album si prodiga in un insolito mashup tra musica folk di stampo nordico e drones. La maggior parte della release, ve lo dico subito e senza mezzi termini, fa pena, pietà e compassione, però contiene alcuni brani interessanti che elenco di seguito:

– “Hedningarna” è un tributo alla band folk finnico-svedese omonima , che personalmente non conoscevo, ma dopo averne ascoltato qualche performance su Youtube, sono fermamente motivato a recuperarne la discografia al più presto. Questo pezzo, seppur inadeguatamente lungo (io lo avrei fatto iniziare intorno ai 2.48), crea una sensazione di suspance e di misticismo medievale davvero coinvolgente, ed è davvero ammirevole l’uso che Artik ha fatto del breve campione degli Hedningarna; un po’ meno lo sono quelle sorta  di cornamuse scozzesi pitchate che appaiono negli ultimi secondi: potevano essere sfruttate di più. Voto 5/5.

– “Tremolo Your Brain“, un pezzo decisamente darkwave che fluttua intorno alla stessa idea dall’inizio alla fine: una drummachine, rumori industriali in sottofondo e degli archi sintetici; dei campioni  di strumenti acustici compaiono qua e là. Voto 4/5.

– “Flamenco” è un altro pezzo che poteva benissimo durare una manciata di minuti in meno. L’idea di lavorare intorno ad un campione di musica Flamenco non è nuova, ma in questo pezzo sembra più viva l’idea del re-editing, recente sottogenere musicale che fa della rielaborazione di suoni e canzoni altrui un punto di forza. Se iniziasse intorno ai 6.47 sarebbe meglio. Voto 4/5

– “Polka“: dai 3.18 alla fine è un pezzo da sborrata, a cavallo tra l’ipnotico e il celtico; peccato che l’autore abbia deciso di non farlo evolvere ulteriormente, magari aggiungendo ulteriori strati di strumenti tradizionali, ma si sia fermato al looping incessante dello stesso, azzeccatissimo frammento. Voto: 5/5.

In sostanza, Artik è un artista con molto gusto per i campioni su cui costruire i suoi brani, ma l’eccessiva dilatazione di cui li veste (dicesi: allungare il brodo) contribuisce soltanto a ridimensionare il suo talento. Speriamo in una nuova e migliore release 😉

Scarica (ZIP, 139Mb)

Nota: questa stessa release è stata pubblicata anche dalle netlabels Bird Song (birdsong025) e OUIM.net (ouimnet040), così, tanto per fare un po’ di confusione nel mondo del netaudio 😉

Annunci

3 Responses to [IT] Artik – Shaman Tones (drone + folk, 2008) / [tube129]

  1. Franco Bollo ha detto:

    Ciao,

    perdonami, approfitto del modulo commenti per informarti che sul sito di TestYourmusic.com e precisamente http://www.testyourmusic.com/forum/index.php?topic=70.0

    il giornalista, critico musicale Gino Castaldo è intervenuto personalmente a proposito del suo ultimo libro.

    Penso che sia interessante per te intervenire e dire la tua sulla musica e sulle netlabel.

    Ciao e scusami ancora se ho approfittato. (magari mi dài l’email, per eventuali futuri contatti).

  2. eldino ha detto:

    Ho letto il thread, ma mi sembra molto filosofico e poco pragmatico, ma soprattutto poco piantato nella realtà attuale, per cui non mi sembra il caso di scrivere un mio apporto, sarebbe probabilmente fuori luogo 🙂

    In quel thread ho letto teorie e convizioni che pensavo fossero estinte da almeno 6-7 anni 😉

    Cmq grazie per la segnalazione, qualcun’altro la potrà trovare utile 😉 La mia email la trovi nella pagina “About” 🙂 ciao!

  3. […] Nel mare delle releases ambient-idm-noise di casa TestTube (netlabel che ritorno a recensire dopo una brevissima pausa), spunta questa isoletta di rock caldo e viscerale che merita assolutamente di essere segnalata. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: