[IT] Various Artists – Pedra Angular (ambient, 2008) / [TC001]

Ritorno a recensire un’altra buona release della netlabel Tres Catorce, ma questa volta non la catalogo sotto l’etichetta premium “eldino vi imbocca“, perchè presenta degli alti e bassi qualitativi da far invidia alle montagne russe.

tc001_300px

Tracklist:
01 – Astroboyz – New Way Of Life
02 – Leche – Con Tu Suspiro
03 – One – Sunshine
04 – Nai-Ox – The King Is Dead
05 – Danjeli – Tunnellata
06 – Dedxound – Ilo Ilo
07 – Sten D. – Are Coming
08 – Movhi – Infinitum (5:28)
09 – Missqulater – The Other Side
10 – Dark Squad – Prepare For Invasion
11 – Malt.Tabulated Sounds – Wimpy
12 – A.I – Bloat The Dub
13 – Señor Duck – Grey Days
14 – LUME Produccións – Jimichu
15 – Jacobo Prieto – Dream School (Instrumental Mix)

Innanzittutto, devo dirvelo, non è una compilation che contiene solo musica ambient (come scritto nel titolo del post), ma tocca molti generi musicali (rock, dub, dubstep…), anche se i pezzi (a mio modesto dire) più eclatanti sono indubbiamente quelli un attimino più dilatati nel tempo e nello spazio.

L’eccellenza di questa compilation è concentrata nelle prime 4 traccie, che saranno le uniche che recensirò per bene, però (se proprio devo) segnalo anche il dubstep orientale di “Tunnellata” ed il breakbeat cibernetico di “Dream School“. Ma andiamo subito al meglio và.

Astroboyz – New Way Of Life

Tutto il pezzo, un gioiellino di space ambient, si evolve intorno ad un ipnotico loop di campanelle sintetiche niente male, che creano davvero una bella atmosfera siderale. Verso la metà del brano un synth abbastanza incazzoso fa la sua entrata in scena, anch’esso niente male. Un ottimo pezzo, insomma, questo degli Astroboyz, che per la netlabel Tres Catorce hanno curato anche un secondo album, “Something To Do When You Dont Fly To Las Vegas“, disponibile qua. Voto 5/5.

Leche – Con Tu Suspiro

Leche ci accompagna sulle strade del downtempo più dolce e col suo stile mi ricorda molte altre stelle del firmamento netaudio globale (Mikael Fyrek, Tang Kai, jjazzu…) di cui ho abbondantemente parlato. Tutto il brano ruota intorno ad un’incantevole voce femminile (spagnola o portoghese) che fluttua su un oceano di suoni atmosferici, mentre dei piccoli ritmi minimali giocherellano in sottofondo. Stupendo e profondo come un bel ricordo dì gioventù. Voto: 5/5.

One – Sunshine

Ritorniamo alla space ambient, anche se questa volta i suoni diventano molto più cupi e freddi. La melodia portante ti fa davvero viaggiare con la mente, mentre il ritmo sottostante, seppur un po’ troppo bitcrushato, riesce comunque ad accompagnarla adeguatamente, Un buon pezzo. Voto: 5/5.

Nai-Ox – The King Is Dead

Sicuramente la band-rivelazione di questa compilation. Abbandoniamo la ambient, ma senza rimpianti fidatevi, perchè quello dei Nai-Ox è un post-rock ad alti livelli! “The King Is Dead” è un pezzo strumentale di grande malinconia, che ti risucchia nel suo mondo fin dal primo ascolto, un pezzo che disegna paesaggi, che si siede affianco a te, che ti entra davvero dentro! Grandi ragazzi! Voto: 5/5.

Scarica compilation (MP3, 155Mb)
Scarica compilation (FLAC, 412Mb)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: