[IT] “Il mio nuovissimo portatile con Windows Vista va molto più lento del mio computer con Windows XP di 4 anni fa! Come risolvo?”. Una riflessione amara su un monopolio di mercato e di abitudini, e su di un fenomeno di involuzione tecnologica che (forse) esiste solo in Informatica.

esempio_di_offerta_notebook

Premessa
Essendo un noto nerd, mi trovo molto spesso a fare assistenze e consulenze informatiche (ovviamente gratuite ._.) ad un numero spaventosamente alto di persone del mio paese ed, in senso lato, del mio giro di conoscenze. Per carattere e visto che la mia preparazione a 360 gradi me lo permette, piuttosto che imporre la mia visione, tendo sempre a dare all’interessato una panoramica abbastanza ampia delle soluzioni possibili per il suo problema, e faccio in modo che sia lui a scegliere la soluzione più idonea alle sue necessità, ma quello che sto narrarvi è uno dei pochi casi in cui più di fare spalluccie non posso fare, e se continuate a leggere vi spiego perchè.

Perchè oramai la gente compra soltanto notebook con Windows Vista?
Se vivete nella contemporaneità e la vostra abitazione è servita dalle aziende che curano il  volantinaggio relativo alle offerte bi-settimanali delle più grandi catene d’informatica del nostro Paese (Mediaworld, Euronics, Expert, Sinergy, Saturn..), avrete notato, anche distrattamente, che i prezzi dei notebook sono calati in maniera impressionante negli ultimi anni. Questo ha portato molta gente, dati economici e statistici alla mano, a preferire l’acquisto di un portatile piuttosto che del cosiddetto “fisso”, assemblato dal negozietto sottocasa o di marca che sia.

L’economia di massa, la diffusione capillare dei centri commerciali e dei discount, la fruttuosa e martellante applicazione della tecnica del sottocosto, la svalutazione perenne e immediata delle componenti hardware, i margini risicati dei costruttori…. tanti sono i fattori dietro a questo fenomeno, ma è ormai roba di tutti i giorni sentir dire ai comuni consumatori frasi del tipo:

Madre: “Ero indecisa se acquistare un notebook o un desktop per mia figlia – sai, per lo studio! – ma poi ho deciso di comprarle un notebook, perchè con 400 € ti danno anche il monitor ed in più, se ti va o se ti serve, puoi anche portartelo in giro!”
Amica della madre: “Ma dai, magari ci faccio anche io un pensierino per mio figlio allora! Per 400 €…”

La prima, semplice frase pronunciata dalla proverbiale “signora Maria” riassume il perchè del successo di questi notebook economici (fascia 300 € – 500 €), che ormai quasi qualsiasi famiglia possiede, e che montano tutti: uno schermo lcd da 15.4′, una scheda wireless, 2-4 Gb di RAM e Windows Vista Home Basic (o Premium). Le altre componenti variano in base al costruttore, anche se di poco, e col tempo.

Molta gente, dopo aver acquistato un prodotto del genere, magari a distanza di anni dall’ultimo computer (solitamente un desktop assemblato di fascia media con Windows XP perchè 4-5 anni fa andavano per la maggiore i desktop assemblati dal pecoraro del negozio sottocasa), corre subito a casa per dare inizio al Rito di Benvenuto.

Al Rito di Benvenuto partecipa spesso tutta la famiglia (a prescindere da chi sia il destinatario del prodotto), che si riunisce intorno al pc per vedere le fantasticose mozzafiatanti (cit. Shin-Chan) performances di Windows Vista -il successore di Windows XP gente, mica pizza e fichi!-, un sistema operativo di cui la madre ha sentito parlare dal parruchiere e il padre dai colleghi dell’ufficio.

Ma quando si avvia il nuovo computer e lo si testa per un po’ di giorni, la famigliola nota subito una inusitata, spasmodica lentezza. Ed è qui che entra in gioco il consulente informatico di fiducia, che in questa storiella viene interpretato da me.

Padre: “Ciao eldino, come va?”
Io: “Bene, lei?”
Padre: “Bene bene, senti….”
Io: “Mi dica”
Padre: “…ho acquistato un portatile al Mediaworld per mia figlia, un Acer <nomemodello> da 499 €, ma va estremamente lento! Come può essere? Va molto più veloce il vecchio desktop con Windows XP che ho nel mio studio da 4 anni che non questo! Ma come è possibile’ Dovrebbe andare molto più veloce, cazzo! E’ nuovo! Ha 4 Gb di RAM! “
e blah blah blah…

Ed io a quel punto cerco di spiegare al mio interlocutore, con un grado di dettaglio variabile in base alla persona che ho di fronte e cercando di ostentare un certo tatto nonostante il mio forte disappunto personale verso alcuni ignobili costruttori di computer, qualcuna delle motivazioni principali di questo fenomeno. Sono sempre le stesse, così come sono sempre uguali le impressioni che ricevo dalle persone.

Le riassumo in forma di lista, tanto per sprecare qualche bit (sono tutti detti con tono a cantilena…):
- Windows Vista è un sistema operativo nato male come ogni sistema operativo intermedio di casa Microsoft (es. Windows ME) ed è estremamente lento di suo perchè non è stato ottimizzato decentemente per la fretta di farlo uscire sul mercato; persino i costruttori di pc all’inizio si lamentarono, perchè dovevano aumentare esponenzialmente la quantità di RAM fornita di base per farlo funzionare, e di conseguenza aumentare anche il prezzo;
- un notebook monta pezzi meno performanti degli analoghi per desktop, il che influisce sul giudizio (Vista su un desktop è nettamente più usabile di Vista su un notebook, economico o premium che sia);
- i pc di marca vengono riempiti di software inutile e pesante (es. Norton Antivirus) per favorire gli amici di culo dei costruttori; segando questi software si ottiene un boost prestazionale non indifferente;
- etc…

L’interessato a quel punto mi chiede delucidazioni sul perchè non montino Windows XP, su come fare a mettercelo e via dicendo. Ma questo esula dalla riflessione che voglio condividere con voi.

Windows, un monopolio di mercato e di abitudini
Il succo del discorso è: compro un pc nel 2004, compro un pc nel 2009, ma quello del 2009 va più lento di quello del 2004? Com’è ‘sto fatto zio? In altri campi sarebbe inimmaginabile una situazione involutiva come questa, ma in informatica sembra quasi normale o quantomeno ci si convive.

Perchè ciò? Perchè Microsoft ha il monopolio dei sistemi operativi, per cui fa il cazzo che vuole. Può anche cacare fuori un sistema operativo ancora più lento che la gente è costretta ad acquistarlo ed usarlo, semplicemente perchè non ci sono alternative altrettanto affermate sul mercato.

La gente parla di Linux, ormai si sente la parola “Ubuntu” anche nelle pescherie, ma purtroppo non è ancora un sistema operativo “a prova di niubbo“, per quanto sia lodevole l’impegno di Canonical nel renderlo più usabile, stabile e ricco di software già pacchettizzato nei repository di qualsiasi altra distribuzione, amatoriale e non.

E’ una gioia usare Ubuntu se si ha un ADSL sempre connessa sulla propria macchina, se non si necessita di software particolare, se non si necessita di giocare, se ci si accontenta in generale, se si è disposti a smadonnare per ore sui forums per risolvere anche il minimo problema che su Windows non si sarebbe mai verificato (se ne verificano altri, ma si risolvono spesso in meno tempo perchè le falle ormai si conoscono…), se… insomma, con tutto il bene del mondo, ma ci sono ancora troppi “se” tra l’utente normale e Ubuntu ;)

E poi vuoi mettere avere sul pc Ubuntu, che nessun compagnuccio di scuola ha, piuttosto che una copia fiammante di Windows Vista?

C’è quindi un problema di monopolio, che oltre ad essere di mercato, è anche di testa e di abitudini consolidate, che sarà difficile mutare, per lo meno nelle fasce di popolazione che non sono propriamente appasionate di informatica a 360 gradi (chi è appasionato soltanto del mondo Windows, è un informatico a 90° xD).

La rassegnazione e lo sconforto
E nel frattempo che gli smanettoni o i gamers o i windows fanboys passano settimane del loro tempo libero a segare roba dal dvd di installazione di Windows Vista (servizi, programmi preinstallati, Norton, in-utilities del costruttore..) usando l’ottimo tool vLite, a me sorgono alcune riflessioni:
- ma questo lavoro non dovrebbe farlo Microsoft?
- ma insieme al nostro sudatissimo notebook da 499 € non dovremmo trovare in abbinato del software che lo faccia funzionare proporzionalmente più velocemente rispetto al nostro assemblato di 4 anni fa? (visto che la proporzione a livello hardware sussiste, perchè non avviene altrettanto a livello software?)
- ma dov’è questa “evoluzione tecnologica” di cui sento sempre parlare alla tivvù?

E’ davvero una situazione paradossale, se ci pensate un attimo. Acquistare un notebook con Vista allo stato attuale è come acquistare una Panda nuova al concessionario e appena arrivati a casa, essere costretti a togliere da soli i pezzi superflui e a “pimparla” perchè la Fiat non l’ha fatto di default, per cui l’auto va più lenta di una Talbot. E ancora: è come se nel 2004 compri un auto che inquina 40 e nel 2009 ne compri un’altra nuova, di pari fascia di prezzo, che inquina 80. L’evoluzione dove sta?

Nel mondo automobilistico, un’eventuale casa costruttrice che applichi una simile politica involutiva andrebbe in fallimento dopo tre giorni, perchè è proprio la percezione dell’evoluzione che si comunica all’utente che lo convince a cambiare auto (spesso anche quando non gli serve), ma in informatica no, tutto ciò non succede, perchè tanto c’è solo Windows, non c’è concorrenza, per cui ci si adatta, si cercano i cosiddetti workaround e si fa finta di niente.

Esempi di workaround:
- farsi una versione custom di Windows Vista con vLite;
- ottimizzazioni post-installazione (segare il ripristino automatico di sistema, disattivare un po’ di roba superflua, ridurre gli effetti grafici… );
- portare il pc a 4 Gb di RAM per fare ciò che prima si faceva cn 512Mb (browser, posta, lettore mp3, msn messenger, eMule).

Nel mondo automobilistico, il guidatore normale è una figura totalmente diversa dall’appassionato d’auto pimpate, che modifica il motore, l’assetto, la carrozzeria etc secondo i suoi gusti. Nel mondo informatico, invece, il mercato monopolistico porta l’utente normale a dover ricorrere ad un pc-enthusiast (o a diventarlo lui stesso) per poter “riguadagnare” la potenza perduta (ma pagata!) del suo hardware, oppure gli tocca tenersi un “carrozzone operativo” che gli logorerà i nervi giorno dopo giorno.

La riflessione termina qui. Lo so, è un post lungo, ma necessitavo di molte righe di testo per compilare un’analisi dettagliata del fenomeno. Non è un attacco a Windows Vista (che tra l’altro sto usando per scrivere questo post e con cui mi trovo bene sul desktop), ma una riflessione un po’ più ampia o forse è soltanto una manciata di granelli di speranza buttati lì a marcire nella spiaggia del Web…

About these ads

17 risposte a [IT] “Il mio nuovissimo portatile con Windows Vista va molto più lento del mio computer con Windows XP di 4 anni fa! Come risolvo?”. Una riflessione amara su un monopolio di mercato e di abitudini, e su di un fenomeno di involuzione tecnologica che (forse) esiste solo in Informatica.

  1. quessin@mi scrive:

    vista fa schifo! visto che sei un nerd, prova ad usare windows 7, è già più veloce di xp, sul mio aspire one il boot è più veloce del pc con vista (con un quad core e 3gb di ram!)

  2. alienoXcaso scrive:

    …eh comprare un Ferrari e poi metterci sotto i pneumatici di una 500! Dome andremo a finire!

  3. eldino scrive:

    @quessin
    beh sì, il windows 7 promette bene in termini prestazionali, non l’ho testato di persona ma ho letto numerose recensioni affidabili. ma daltronde era prevedibile che la M$ prendesse questa strada, perchè con vista hanno cannato di brutto, specialmente in ambito corporate: ben poche aziende sono disposte a campiare l’intero parco hardware semplicemente per vedersi Aero Glass e poco altro.

  4. giulio scrive:

    Mi devi scusare ma hai fatto un articolo che credo pochissime persone hanno letto tutto visto che l’hai tirata cosi’ per le lunghe e alla fine non hai risposto alla domanda dell’utente!!!!!!!!!!!!! E quei pochi che l’anno letto tutto alla fine sicuramnete hanno commentato ( ma chist è scem )

  5. eldino scrive:

    @giulio
    Difatti era una riflessione (abbastanza logorroica tra l’altro) sull’argomento, non un tutorial su come risolvere il problema ;) Però, se leggi tra le righe, la soluzione comunque c’è: usare vLite per crearsi una copia snella di Vista da installare al posto di quella data dal produttore ;)

  6. AE scrive:

    Ciao Eldino, sempre prolisso come al solito!
    Fortuna ha voluto che il mio pc assemblato pian pianino dal sottoscritto ha “trovato” una versione già light dell’incriminato s.o.
    Vista dovutamente alleggerito, non è male, anche i tempi d’avvio sono buoni e Crysis gira anche sul mio 20 pollici con qualità elevate.
    Speriamo seriamente che il 7 possa aiutare noi utenti alla ricerca di macchine performanti(immagina quanto macina con i miei render!!!)!
    Concludento consiglio a tutti di trovare delle versioni già light di sVista!
    Bona frà!
    ae

  7. eldino scrive:

    @AE
    we zio grazie del commento :) sei passato anche tu alla svista ah? :D cmq sì, ci sono molte versioni di vista alleggerito online, ma puoi anche fartela da te custom con vlite :)in gamba frà!

  8. Franco scrive:

    Vorrei chiederti un consiglio, anzi un favore … Ho un sito con centinaia di pagine realizzato in FrontPage che gira con windows xp. Frontpage e’ stato abbandonato da microsoft, non e’ stato piu’ aggiornato. Giusto? Uno che ha un sito in front page, passando a un computer con vista o windows 7 come fa? Butta tutto il sito costruito in anni e anni? Che consiglio potresti darmi? Ciao grazie per l’attenzione

  9. eldino scrive:

    @Franco
    No, scarichi l’evoluzione di Frontpage, ovvero Sharepoint 2007, che recentemente la Microsoft ha reso gratuito :-) Lo puoi scaricare da qua:

    http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=it&FamilyID=baa3ad86-bfc1-4bd4-9812-d9e710d44f42

    Lo uso tranquillamente su Vista e fa davvero paura come software, consigliatissimo :) Ciao!

    • franco scrive:

      Ti ringrazio per il suggerimento; lo sto scaricando; ne approfitto per chiederti ancora dei consigli, sperando di non disturbarti troppo. Io sono italiano, ma vivo all’estero (Venezuela). In venezuela, dove sto scaricando sharepoint designer 2007 ho un computer con windows Xp. La scorsa estate quando andai in Italia comnprai un desktop con vista; non avendo un allaccio ad internet (allaccio che non mi conviene per un mese all’anno che vado in Italia) mi suggerirono di comprare un modem Alcatel usb 7.2 mbps modello essential della Wind; quando andai ad installarlo non funzionava… dopo vari tentativi inutili e vari contatti con l’assistenza wind via telefono (difficilissima da raggiungere ad agosto) scoprii (se ho ben capito) che bisognava scarigare un drive di aggiornamente da Internet per vista. Non avendo un allaccio ad Internet non riuscii ovviamente a scaricarlo. Risultato fra acquisto del computer, di questo modem e tutti gli inutili tentativi di risolvere il problema sono passati i 20 giorni e sono partito senza riuscire a navigare in internet! Torno in Italia a settembre, ti chiedo: sai darmi un consiglio su come risolvere il problema dell’accesso a internet tramite questo modem? Potrei scaricare questo drive che mi manca da qua (venezuela), metterlo sul mio hard disk esterno, portarlo in Italia ed installarlo sul PC con Vista?
      In realta’ non saprei cosa scaricare e dove? Sai qualcosa a proposito di questo modem usb dell wind (chiavetta) che aveva problemi per vista?

      Inoltre, il programma sharepoint designer 2007 che mi hai consigliato per aggiornare front page e che sto scaricanbdo (versione per windows xp con servipack 2) in questo momento lo metto sull’hard disk e lo installo sul pc in italia con vista? E’ la stessa versione per xp e vista o bisogna scaricare un’altra? Il sito che ti dicevo (fatto con frontpage 2002) e’ su un hard disk esterno, quindi una volta installato sharepoint sia sul pc che ho qua in Venezuela, sia sul Pc in Italia con Vista per poterlo utilizzare basta aprirlo col nuovo programma? Debbo comunicare qualcosa al provider su cui ho il sito (aruba), tipo richiedere installazione estensioni per shareponti oppure la cosa e’ automatica?
      Infine con queti computer superportabili (netboock, tipo il tuo asus) posso gestire tranquillamente un sito? Anche se il sito dovesse arrivare a un giga? Quale modello consiglieresti, indipendentemente dal prezzo? Oppure e’ meglio un noteboock normale e allora quale consiglieresti?

      Ti chiedo scusa per la lunghezza e le tante domande. Ti ringrazio per l’aiuto che mni stai dando. Come avrai capito non sono un grande esperto di informatica, ma solo un utilizzatore. Un carissimo saluto

      • eldino scrive:

        @Franco
        Sulla chiavetta per navigare di cui parli onestamente non posso aiutarti più di tanto, ma direi che ti conviene scaricare il driver che ti hanno consigliato usando la connessione che hai in Venezuela, copiarlo su un hard disk esterno e poi testarlo sul pc che hai in Italia. Qualora non funzionasse, puoi andare in un qualsiasi internet point per scaricare altri driver (sempre su hard disk esterno) oppure per navigare direttamente da lì.

        Per quanto riguarda Sharepoint, la stessa versione funziona tranquillamente sia su XP che su Vista, per cui copia il setup sull’hard disk esterno e portatelo in Italia :) Sì, il sito basta che lo apri con Sharepoint per lavorarci, però non ti so dire nulla in merito alle estensioni di Frontpage e Aruba, devi consultare le loro FAQ o fare una ricerchina in merito su Google.

        Per quanto riguarda i netbook, teoricamente a livello computazionale potrebbero permetterti di fare webdesign a livello base, ma con uno schermo da 7/9/10 pollici ti cechi dopo mezzora di lavoro ;) In più, perderesti troppo tempo a scrollare e ridurresti di molto la tua produttività. Lascia perdere :)

        Con circa 350€ compri un portatile normale da 15.4′ con Vista e ben carrozzato di RAM (ormai 4Gb di ram li hanno tutti), che è sicuramente molto più adatto a quello che devi farci :)

        In base alla mia esperienza, se vuoi un portatile che ti possa durare più dei 2-3 anni tipici delle marche più economiche, conviene che ti rivolgi ai modelli economici di Toshiba e Sony, ma costano un po’ di più del prezzo d’ingresso di 349€ di cui sopra. Altrimenti va bene qualsiasi marca, se il prezzo è il fattore di scelta principale.

        Se hai altri quesiti, non esistare a chiedere ;) se posso, ti dò una mano ;) ciao!

  10. Franco scrive:

    Grazie tante per tutte le risposte. Sherapoint funziona; l’ho gia’ messo su un hard disk esterno e lo porto in Italia. Risolto quind. Adesso mi rimane il problema del modem wind; sto cercando in internet. nel caso faro’ come mi hai consiglianto; andro’ non ad unc entro di comunicazione (non ce ne sono), ma da un amico con internet. Grazie come sempre e continuo a seguirti perche’ dai sempre degli ottimi consigli.

  11. maurizio scrive:

    ciao eldino,sono maurizio,vivo in italia,sto pensando di trasferirmi in venezuela,stavo pensando di comprare dei prtatili e stampanti qua in italia e venderli in venezuela visto chr la costano tantissimo,e’ possibile tutto cio’,nel senso se i pc che coprerei dall’italia funzionano in venezuela?grazie,vorrei rimanere in contatto con te visto che sei del mestiere,no a 360° ma a 3600°.
    grazie

  12. eldino scrive:

    @maurizio
    l’idea è carina, ma ved due problemi principali in quello che vuoi fare tu sono due:
    - tasse doganali, che saranno un vero e proprio salasso sul prezzo di vendita finale;
    - garanzia e assistenza.

    Importare questo materiale probabilmente ti costringerà a proporre prezzi non troppo dissimili da quelli attuali :)

  13. carlo scrive:

    Formatta tutto e reinstalla da 0 Windows con il tuo seriale originale. I programmi preistallati del tuo pc lo rallentano, non è Vista che è lento. Altrimenti scaricati Seven che è molto meglio
    ciaoo

  14. alessandra scrive:

    ANDATE A QUEL PAESE!!!! iO ho traScorso Due ore davAnti aD inmTErnet E non hO ConcLUso un Cazzo W WIND

  15. XMS scrive:

    La tua opinione di VISTA è fraintesa e ti spiego il perchè…

    In primo luogo va segnalata la pessima scheda grafica Intel GMA GL40 Express da 1795 “Condivisi” e ti spiego il perchè.

    1) Le schede video della Intel lavorano a frequenze di clock inferiori rispetto a quelle tradizionali (Es. 200/300Mhz) contro i 700/1000 di una normale ATI Mobility o Geforce Go.
    2) La memoria da “1795″ mb è solamente una presa in giro, tali schede infatti dispongono solamente di 128mb (max. 256 in alcuni modelli) di ram e il rimanente lo “assorbono” dalla memoria installata nel sistema con la conseguenza che anzichè ritrovarti con 4096mb di ram ti ritrovi con 2129mb (2.12Gb). Tale tecnologia fu introdotta molti anni orsono da ATI e NVIDIA per ampliare le prestazioni nelle schede più economiche, ma si rivelò un totale fallimento.
    3) La memoria ram stessa da 4096 a quale frequenza di clock opera? 667, 800, 1066 o 1200? Probabile che i tuoi 4 gb siano di tipo DDRII 667Mhz quindi con delle latenze 5-5-5-15 e un voltaggio di 1.8 volt. Vista per poter lavorare adeguatamente ha bisogno di 4096mb si, ma che operino almeno a 800 Mhz o meglio ancora a 1066 e 1200.
    4) Il processore core duo di casa Intel, è sicuramente di discreta fattura (2000Mhz), fatto sta che la cache (di soli 2mb contro i 6 di ogni dual core normale per desktop) non è abbastanza ampia da consentire carichi di lavoro eccessivo. Il consiglio che ti do è questo: Installa Windows XP su questo portatile, perchè con queste componenti Vista girerà con fatica…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 76 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: