[EN] Netlabels & the recent trend of repurposing Jamendo (or other netlabels) stuff

30/06/2009

In the last months I noticed that many netlabels have started a new trend: instead of releasing new and unpublished music, they just repurpose albums that have been already published on Jamendo or tracks that have been already published for other netlabels. I don’t want to do examples, because this post must not be read as a personal attack to somebody in the scene. Who deals with netlabel scene on daily basis like me already knows the “examples” im referring to, while the not-so-much-addicted netaudio fans probably won’t care a fuck about this technical and niche post anyway.

As I said, I don’t want to attack anybody, but I’d just like to understand the meaning of this repurposing trend. What’s so cool into adding your release code before the title of an already released album, dear netlabels admins? Where’s the cool part into releasing compilations of already-released netlabel music? Is it lazyness or something like that? Do you have some spare webspace and bandwidth to waste? Do you hate so much releasing new stuff? Can’t you just share your music selections doing a textual tracklist + mp3 links like many others in the scene already do?

Sarcasm aside, I just wanna understand the sense of this trend. It creates lot of duplicates and lot of caos in the free music scene (that is frustrating!), so i hope there’s a good reason behind this new trend.

My opinion is that netlabel scene must be different from Linux distributions scene*, so please try to keep the cloning and the duplication of the same stuff out of our world, if you can 😉

* inside Linux world, maybe you know, there are tons of amateur distros that are mostly big distros + some author’s customizations (like 2-3 additional packages that are not included into stock Ubuntu, custom icon, custom theme etc): this creates just caos and waste of resources.


[IT] eldino vi imbocca #26: Entertainment For The Braindead – Seven (+1) (acoustic, 2009) / [aaahh005]

28/06/2009

Torno dopo soltanto qualche settimana a recensire un altro lavoro di Julie, aka Entertainment For The Braindead. Lo stile è lo stesso di “Hydrophobia“, ovvero un misto tra musica acustica e neo-folk, ma etichette a parte, ciò che conta è la dolcezza e l’immenso talento che sprigiona la musica di questa cantautrice 21enne.

aaahh005

Tracklist:
01 – Paper
02 – Souvenirs
03 – It Flew Away
04 – Skin
05 – Spiders
06 – Then It Started Speaking To Me
07 – Animals
08 – Mi Corazon (live)
Leggi il seguito di questo post »


[IT] La guida completa per installare Mac OS X 10.5 Leopard su un iBook G4 12′ 1.33Ghz 1.5Gb RAM

25/06/2009

Introduzione
Quando quasi due anni fa uscì Mac OS X 10.5 (Leopard), lessi molto sulle nuove funzioni introdotte e sulle migliorie apportate rispetto a Mac OS X 10.4 (Tiger), il sistema operativo che montava il mio piccolo iBook G4 12′ 1.33Ghz con 1.5Gb di RAM e 40Gb di hard disk. Lessi molto, ma non mi venne la voglia di provarlo, sopratutto perchè non mi andava di rischiare di spendere tempo e soldi per installare un nuovo sistema operativo, per poi ridurmi a fare con l’iBook le stesse cose che ci facevo prima usando Tiger, solo più lentamente.

Passarono i mesi ed il mio iBook G4 venne “scalciato” dal suo ruolo di macchina principale da un desktop assemblato da me e con sù sopra Windows Vista, il male! L’iBook mantenne soltanto la sua posizione di predominio nell’ambito dell’impaginazione di testi e nella redazione di presentazioni, non essendoci ancora programmi per Windows che lontamente uguagliano l’usabilità e la potenza di Apple Pages e Apple Keynote.

Qualche settimana fa, a causa della mia innata curiosità e voglia di apprendere, mi è venuta la voglia di updatare il mio Mac, principalmente per imparare Leopard (Tiger lo conosco meglio di Windows), ma anche per ridare uno spazio nella mia quotidianità informatica al mio cucciolo bianco abbandonato in una skin Tucano da ormai troppi mesi.

Di seguito, il resoconto della mia esperienza, sottoforma di tutorial 🙂 Se anche voi possedete l’ultimo modello di iBook G4 12′ uscito prima l’avvento dei Macbook e siete indecisi se installare o meno Leopard, questo è il tutorial che fa per voi 🙂

Fra poco uscirà Snow Leopard (Mac OS X 10.6) e molti faranno l’update, svendendo su eBay la loro copia retail di Leopard (Mac OS X 10.5), per cui questo tutorial potrebbe ridiventare attuale per chi voglia aggiornare il proprio vecchio Mac con Tiger spendendo quattro becchi 🙂
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Ikea Hacking: come creare un porta cuffie da scrivania spendendo solo 1,99€

22/06/2009

Premessa:
L’Ikea Hacking è un movimento creativo che si prefigge di creare oggetti e piccoli mobili estremamente utili combinando in maniera inconsueta le forniture dell’Ikea, il tutto in chiave low-cost. Il movimento Ikea Hacking nasce sul blog Ikea Hacker che potete visitare cliccando qui.

Tutorial:
Per creare un comodissimo e moderno porta cuffie (headphone stand) per la vostra scrivania, basta acquistare un portarotolo da cucina KROKEN (1,99 €) dell’Ikea e posizionarci le cuffie al di sopra.

eldino_ikea_hacking_kroken_headphone_stand_11

Leggi il seguito di questo post »


[IT] “il blog di eldino” compie due anni! :)

19/06/2009

Tanti auguri a meee… tanti auguri a mee… 😀

Il 19 Giugno del 2007 compariva sul web il primo post di questo blog, “Chi sono“, e da allora tante cose sono cambiate, eccetto due: la voglia di scrivere e di condividere conoscenza sono ancora le stesse di allora, se non più forti 🙂 Solitamente l’entusiasmo in un blogger cala esponenzialmente nel tempo fino alla chiusura o all’abbandono del suo “figlioccio”, ma per fortuna il mio è ancora bello vivace, quasi quanto gli spermatozoi di uno stupratore (metafora nerudiana!) 😀

Una nota dolente, c’è da dirlo, è che negli ultimi 2 mesi parlo un po’ meno di netlabels e musica libera, perchè sto davvero facendo fatica a seguire tutte le novità, ad ascoltare i podcast di settore, a scaricare, taggare, importare ed ascoltare tonnellate di musica nuova ogni mese.

Non ci sto più dentro recentemente, per cui mi sento in dovere di chiedere scusa a chi mi segue perchè interessato a quegli argomenti 🙂

Leggi il seguito di questo post »


[IT] BlackHoe Recordings netlabel: una botta di drum&bass ignorante da scaricare gratis e legalmente!

16/06/2009

blackhoe_logo

Il genere Drum&Bass è dignitosamente diffuso in ambito netaudio, ci sono alcune netlabels che si dedicano solo a quello o che comunque hanno in catalogo numerosi EP di questo tipo, ma personalmente non mi hanno mai convinto più di tanto. Spesso la drum&bass che si scarica (gratuitamente e legalmente) dai siti delle netlabels fa il verso alla drum&bass commercialotta ed estremamente monotona che si ascolta sui cd e sui vinili da qualche anno a questa parte, niente che meriti il download se cercate pappa davvero cattiva ed ignorante.

O almeno la pensavo così fino a quando non mi sono imbattutto nella netlabel ungherese BlackHoe Recordings, che si dedica dal 2006 alla pubblicazione di artisti emergenti in ambito drum&bass, breakcore, jungle, darkstep e gabber. Niente di strano fin qui, se non fosse per la qualità estrema di molte releases, davvero sorprendente per una netlabel di cui nessuno dei siti principali del netaudio globale abbia mai parlato finora.

L’oscurità è il filo logico che lega tutte le releases: nel catalogo della BlackHoe non troverete, infatti, musica per frocetti rivestiti e tunzettari occasionali, ma musica martellante ed ossessiva, sulla soglia dei 180 bpm, condita con voci inquietanti e riverberate (probabilmente prese da film) che appaiono e scompaiono in un lampo. L’ignoranza di questa musica non ha rivali in ambito netlabel, è davvero cattiva, per cui è consigliato l’ascolto con dei bassi che le rendano giustizia! I suoni sono davvero curati tra l’altro, e non è molto comune in questo settore!

Di seguito una carrellata delle releases migliori, senza ulteriori commenti individuali perchè tanto ho detto già tutto quello che bisognava dire 🙂 Buon download!
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Quando Windows Vista non vede i files, ma XP sì O.o

13/06/2009

windows_vista_non_vede_file_ma_xp_si

Cercate dei file. Sapete in quale cd ed in quale cartella sono. Inserite il cd in questione nel vostro computer con una copia del fiammante Windows Vista, ma i files che cercate in quella cartella non ci sono. Allora fate partire la vostra copia di Windows XP in VirtualBox, montate il cd al suo interno e voilà, ecco i files cercati.

Adesso tocca scoprire perchè per Windows Vista non esistono.