[IT] Vuoi rilasciare il tuo album in download gratuito su Bandcamp? D’ora in poi devi pagare!

28/11/2010

Che Bandcamp fosse un servizio da boicottare, lo sostengo fin dai tempi del post “Netlabels on Bandcamp: the rise of anti-usability“, ma nonostante i miei sforzi argomentativi, molte (troppe) netlabel e molti (troppi) musicisti indipendenti l’hanno adottata come piattaforma di riferimento per pubblicare i propri lavori gratuiti. Ma se a nulla sono valse le mie argomentazioni sull’inusabilità del servizio per noi fans e addetti ai lavori, spero almeno che il fattore economico procuri un effetto maggiore.

Il blogger Drizzi di NetMusic Life, infatti, mi fa notare con le seguenti parole, il cambiamento di policy tariffaria di Bandcamp avvenuto a settembre:

” […] si trova a fare i conti con il rinnovamento di Bandcamp, che oltre ad aumentare le proprie tariffe sui brani in vendita (per alcuni utenti troppo elevate) ha deciso di dare a ogni artista 200 download gratuiti  e quando questi si saranno esauriti, l’artista (o label) dovrà pagare per un blocco di crediti di download gratuito. In pratica, se io carico un album su Bandcamp e lo rilascio gratuitamente, una volta superati i 200 download dovrò acquistare dei pacchetti  per avere la possibilità di continuare a rilasciarlo in questo modo. Sicuramente questo trattamento per molti utenti non è sostenibile. […]”
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Sardinia Bass Legalize – Timeless (dub, 2010) / [AQBMP024]

25/11/2010

Ho elogiato svariate volte in questi anni la netlabel campana A Quiet Bump, portandola come esempio di netlabel “professionale” sia nell’artwork che (soprattutto) nella qualità della musica pubblicata, ma non ho mai recensito nulla del loro catalogo, per via dell’assenza di streaming diretto in formato mp3 (si appoggiano a Soundcloud, evil!) e della licenza decisamente restrittiva per chi come me recensisce musica gratuita. La loro licenza, infatti, vieta l’uso dei link diretti agli zip degli album, ed invita a sostituirli con i link delle corrispondenti pagine di download. Se da un lato questa limitazione è comprensibilissima, perchè se pubblichi musica gratuita è giusto che tu abbia almeno un riscontro a livelllo di visite/statistiche/iscrizioni alla mailing list, dall’altro allontana molti potenziali ascoltatori, che vedono aumentare di ben tre click l’ottenimento dell’ambita release. Non essendo questa spiacevole conseguenza compatibile con la mia “missione” di far conoscere la musica gratuita anche ai più “digitalmente pigri”, ho sempre evitato di recensire il loro catalogo. Faccio, però, una meritatissima eccezione per questa recente release dei Sardinia Bass Legalize, il duo che obiettivamente ha il nome più figo dell’intero netaudio.

Tracklist:
01 – Timeline
02 – What Can I Do for Africa? (feat. Vibesbrain)
03 – God Bless (feat. Vibesbrain)
04 – We Need Peace (feat. Vibesbrain and Zen-I)
05 – Timeless Version
06 – Spring Is Coming (Peak Remix)
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Netlabels & Blogs: una questione d’approccio

22/11/2010

Da appassionato e addetto ai lavori, oltre a curare maniacalmente i contenuti del mio blog, seguo (abbastanza in velocità, lo ammetto, e tramite Google Reader) anche tutti gli altri blog sulla scena mondiale che si interessano di netlabels, nuove releases e musica libera in generale.

In questi anni mi è venuto quasi immediato notare come la maggior parte (la totalità?) di questi bloggers seguano tutti la stessa filosofia nella scelta delle releases da segnalare o recensire, ovvero puntano incessantemente alle ultime novità. I più “pigri” si limitano a segnalare le nuove uscite con un bel copia&incolla dei vari comunicati stampa e/o descrizioni prese dai siti delle netlabel (il che lascia ad intendere che spesso ci consigliano musica che non hanno neanche ascoltato…), mentre quelli più smaliziati buttano giù una recensione, affiancandola magari a qualche mp3 selezionato da far ascoltare ai propri lettori.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] eldino vi imbocca #48: Ga’an – Ga’an (progressive rock, 2010) / [recordonribs.com]

19/11/2010

Il primo genere musicale che mi è venuto in mente ascoltando questa release uscita qualche mese fa per la netlabel Record On Ribs è stato il progressive rock, anche se è solo un’approssimazione giornalistica data la complessità stilistica dell’opera. In realtà, nel lavoro dei Ga’an non vi sono nè riff paurosi di chitarra elettrica nè tantomeno parti vocali sospese tra passato e presente, ma l’incedere epico delle parti ritmiche ed il virtuosismo pulsante delle parti di basso è indubbiamente di origine progressive, idem l’uso druidico e dilatato dell’elettronica e della voce. Come dire: band di Chicago, ma musica di un altro Universo.

Tracklist:
01 – Chasmaeon
02 – Living Tribunal
03 – I of Infinite Forms Part I
04 – I of Infinite Forms Part II
05 – Servant Eye
06 – Vultures of the Horn
Leggi il seguito di questo post »


[EN] Two notes about netlabels’ way to pack their releases

16/11/2010

There are some quite good indie-folk-tronica (indie rock + folk + electronic) netlabels around here that release very good music with vocals. But.. hey.. where are the lyrics? Netaudio scene is global, you know, so not everyone of us speaks english as an american or english dude, so why don’t you add a simple text file with lyrics inside every release? Some netaudio bands mantain a lyrics page on their webpages and it’s ok, we get lyrics from there, but many of them don’t, so we no-native speakers of English can’t fully apprecciate some releases that feature amazing music and amazing lyrics.  Adding a text file with lyrics inside your releases packages would be a quite nice move and demonstration of love for your fans. So, Aaahh Records & co., please, give us the lyrics we true fans deserve 🙂

The second request is for those netlabels that don’t upload/link single mp3s but just the complete release as zip file. We need single mp3s as well for two reasons. The first one is obvious: listing single mp3s in the release page means that you fan can get or pre-listen just the tracks you are interested in. In a world where streaming attitude roams over every land, giving to people the single mp3s will increase a lot your popularity. The second reason is blogger-releated. If we netaudio bloggers & activists want to review some of your releases, we can embed some mp3s in the post for promotional purpose. If you need some extra web space to upload single mp3s, you can point your browser to Archive.org, they are quite nice people 😉


[IT] eldino vi imbocca #47: Confusion Is Next – The Generation Of This Order (rock, 2009) / [trastienda058]

13/11/2010

I Confusion Is Next sono una band italianissima che seguo da parecchio tempo e come hanno fatto per i loro precedenti lavori, anche questa volta escono per la netlabel Trastienda. I primi album, devo essere sincero, non mi avevano molto colpito, ma questo “The Generation Of This Order“, cazzo!, penso rappresenti proprio il cosiddetto “salto dello squalo” all’interno della loro produzione, e dovete assolutamente ascoltarvelo!

Tracklist:
01 – Graffiti
02 – Leaves
03 – Anemones & Elephants
04 – Lichens On The Lich Gate
05 – Logora Worn
06 – Hidden Track (Ollè)
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Come inviare un hard disk guasto (ma in garanzia) alla Western Digital: la guida completa

10/11/2010

Introduzione:
Proprio qualche settimana fa avevo cominciato a notare strani comportamenti sul mio computer desktop (cartelle da decine di gigabyte che sparivano, Windows che non si arrestava correttamente, errori NTFS a ripetizione nel visualizzatore degli eventi, lo Scandisk che partiva ad ogni avvio pur dopo una chiusura corretta del sistema e che recuperava ogni volta grosse quantità di dati nella cartella found.000…), che, dopo una serie di controlli preliminari (formattazione e reinstallazione di Windows, Scandisk approfondito, Memtest sui banchi di ram, verifica delle firme digitali dei files di sistema…), si sono rivelati essere causati dall’hard disk, un WD15EADS della Western Digital acquistato appena sei mesi prima, per cui ancora pienamente in garanzia (che -ricordiamolo- per questi modelli è di 3 anni, come si legge in questa tabella).

Ma l’esperienza informatica non basta, bisogna essere sicuri al 100% che il prodotto sia difettoso prima di mandarlo in garanzia, onde evitare seccanti perdite di tempo e denaro. Anche per questo scopo, la Western Digital si rivela essere una ditta molto seria e fornisce un’utility gratuita, Data Lifeguard Diagnostic, che permette di eseguire due test, uno sbrigativo (“Quick Test“) e uno più approfondito (“Extended Test“) sul proprio disco. Entrambi questi test restituiranno, in caso di guasti o difetti, dei codici d’errore, che confrontati con questa tabella, ti diranno se il disco è da cambiare o meno.
Leggi il seguito di questo post »