[IT] Intervista a Lullabier di ViVeriVive netlabel (Italia)

Oggi è l’1 Aprile, ma al posto del prevedibile Pesce d’Aprile vi propongo una succosa intervista a Lullabier, creatore del progetto ViVeriVive, neonata netlabel italiana che si dedica alla pubblicazione e diffusione di musica esclusivamente cantata nella nostra lingua. Buona lettura 🙂

1. Innanzitutto ciao Lullabier e benvenuto su “il blog di eldino”! 🙂 Ci racconti brevemente qualcosa di te?

Ho 25 anni, vengo dall’Alta Marca trevigiana e suono a tempo perso musica slowcore usando lo pseudonimo di Lullabier.

2. Come e quando nasce nella tua mente il progetto ViVeriVive?

Come Lullabier ho partecipato a due compilation dell’etichetta americana Silber Records, la quale ogni anno circa pubblica appunto una compilation che viene distribuita gratuitamente in rete. Quando ho scoperto che altri artisti da me molto apprezzati (in particolare Massimo Saccarola e Trivo) distribuivano le loro opere gratuitamente, mi è venuta l’idea di raggrupparci. Lo scorso dicembre quindi è nata VVV con la consueta compilation di presentazione: L’ombra dell’azione.

3. Come e quando ti sei avvicinato alla scena netaudio? Oltre ad essere un addetto ai lavori, sei anche un ascoltatore di netlabel music e musica libera in generale?

Paradossalmente, fino a quando non ho pubblicato L’ombra dell’azione non avevo idea che esistesse una “scena” netaudio. Non sono in effetti un gran fruitore di musica libera: le ultime cose che ho scaricato e ascoltato con piacere sono quelle della Silber e quelle della Shyrec in free download.

4. Perchè hai deciso di investirci del tempo e porne i principi alla base del tuo progetto ViVeriVive? A quali netlabels ti inspiri e/o quale netlabel stimi particolarmente a livello locale/globale?

Oltre alla già citata Silber, non ho punti di riferimento. Credo di averci investito tempo perchè mi dà soddisfazione contribuire a far conoscere maggiormente artisti che stimo.

5. Cos’ha di diverso/originale/innovativo ViVeriVive rispetto alle altre netlabels secondo te? Quali sono i suoi punti di forza? ViVeriVive è un one-man project o hai una cerchia di collaboratori (musicisti, webdesigners..) intorno a te?

Distribuiamo solo opere gratuite e cantate in italiano. Purtroppo sempre più musicisti usano una lingua che non è la loro con (ovvia) scarsa padronanza…i risultati sono testi spesso risibili se paragonati con quelli scritti da artisti inglesi. L’italiano è bello e ricco. Perchè non usarlo? Per il momento sono da solo, ma se qualcuno ritiene molto condivisibile quanto detto sopra, ogni aiuto è ben accetto!

6. Domanda da 1 milione di $: da addetto ai lavori, pensi che le netlabels possano davvero rappresentare l’evoluzione del music biz tradizionale come lo abbiamo conosciuto finora, o resteranno soltanto delle etichette discografiche “a metà” perchè incapaci di sviluppare un modello di monetizzazione efficace e rispettoso di fans e artisti? Pensi che sia lecito pronosticare un ruolo centrale delle netlabels nella genesi nel fenomeno noto come “Musica 2.0” (un’alternativa moderna, web-based e copyright-free del music biz attuale) o probabilmente resteranno soltanto delle realtà di nicchia all’ombra di negozi di digital-download di musica indie come eMusic o Beatport?

Penso che le netlabels pure siano utili per dare visibilità ad artisti emergenti. Per “pure” intendo quelle etichette che pubblicano semplicemente materiale digitale. Un artista famoso non ha bisogno di una netlabel o di un’etichetta tradizionale (guarda i Radiohead o gli Smashing Pumpkins che da anni ormai non ne hanno una). Non penso che potranno acquistare un ruolo davvero centrale nell’industria musicale. Tutt’altro discorso vale per quelle etichette che si occupano anche di management…sono certamente più essenziali per l’artista.

7. Com’è il rapporto con gli artisti che pubblicano i loro lavori per te? Solitamente sei tu che contatti loro o loro che contattano te? Produci artisti senza discriminazioni geografiche o hai intrapreso un discorso più orientato alla promozione della musica indie della tua zona?

Per ora tutti coloro che sono stati o stanno per essere pubblicati da VVV sono stati contattati da me. Per ovvie ragioni, pubblico solo cose di artisti italiani. Ma se per ipotesi dovessero propormi un’opera di una band armena cantata in italiano non avrei nulla da ridire!

8. Hai un atteggiamento “promiscuo” verso il materiale da pubblicare per la tua label o effettui un serio e cosciente filtraggio? Se filtri, in base a quali parametri scegli la musica da pubblicare e quella da scartare?

VVV non ha un genere di riferimento, la lingua italiana è il nostro unico elemento aggregatore.

9. Ti occupi anche di promuovere live ed eventi per i tuoi artisti? Se no, perchè?

No, perchè non lo trovo per nulla divertente. Organizzare concerti è una gran rottura palle.

10. Hai qualche gustoso aneddoto relativo alla tua esperienza nel campo del netaudio da raccontare a tutti noi?

L’unica osservazione interessante che posso fare è che la moltiplicazione delle netlabel ha reso più semplice il lavoro di giovani artisti alla ricerca di un’etichetta. In fondo basta scrivere una mail generica, cambiare i destinatari e spedirla a decine di destinatari. Il punto è che chi scrive spesso non si prende nemmeno la briga di vedere A CHI sta scrivendo. Tempo fa una band giovane e mai sentita mi scrive in maniera molto ossequiosa, chiedendo che trattamento avrei potuto riservargli se mi avessero concesso la loro musica, e quanti eventi potevo garantirgli. Gli ho risposto che la loro musica era bene accetta, ma, come spiega bene il nostro sito, non ne avrebbero ricavato un euro, e che non mi occupo di eventi. Non li ho mai più sentiti…

Grazie Lullabier ed in bocca al lupo per il tuo progetto 🙂

Annunci

One Response to [IT] Intervista a Lullabier di ViVeriVive netlabel (Italia)

  1. Alien ha detto:

    Bel catalogo , io ho apprezzato molto ed asoclto i Teatro Musicato Cosciente 😀 !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: