[IT] L’inguine Di Daphne – Embrionaria (gothic rock, 2011)

28/07/2011

Seconda prova su strada per L’inguine di Daphne, band di cui tessevo le lodi giusto qualche giorno fa: “Embrionaria” è il suo titolo e non delude, non delude affatto! A livello stilistico si discosta dal precedente “Decadanza” per gli arrangiamenti, meno elettronici e complessi, e più rudi e rockettari, ma ciò non è detto che sia un male.

Tracklist:
01 – Dalla Trakea
02 – Anemia
03 – Mercuri Mortali
04 – Mero, Nero, Notturno
05 – La Mattanza Della Serpe
06 – E O Z
07 – Oscuricidio
08 – Placenta
09 – Kirurgia
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

[IT] Comprare libri usati online su BetterWorldBook.com

26/07/2011

Come qualcuno di voi sa o intuisce da queste pagine, sono un avido lettore, e divoro di tutto, dai libri ai manuali, dai fumetti alle news online, dai magazines ai quotidiani. Per risparmiare qualche soldo e acquistare materiale editoriale mai apparso in Italia (per cui in lingua inglese), finora ho adoperato o Play.com o eBay, orientandomi verso il mercato dell’usato, che all’estero equivale alla nostra condizione “da edicola“, cioè praticamente nuovo.

A questa sintetica lista di siti aggiungo adesso e con piacere BetterWorldBooks.com, negozio online americano che vende libri usati online, direttamente o conto terzi, con l’idea di dar loro una seconda vita. Le spedizioni, come nel caso di Play.com, sono gratuite in tutto il mondo, ed i prezzi spesso (non sempre) convengono 🙂
Leggi il seguito di questo post »


[IT] eldino vi imbocca #53: L’inguine Di Daphne – Decadanza (gothic rock, 2011)

25/07/2011

L’inguine di Daphne è un collettivo musicale (e teatrale) che proviene da Napoli, e proprio quest’anno ha reso disponibili per il download gratuito ben due album su Jamendo, il primo dei quali prende il nome di “Decadanza“.  L’aspetto “gothic” della loro musica emerge in primis nei testi, che attingono copiosamente ad un immaginario liturgico ed apocalittico, ed in secundis nelle sonorità, che, seppur di matrice rock, lasciano a casa qualsivoglia virtuosismo chitarristico per dare maggiore spazio e merito ad un’elettronica potente e ricercata. Gli arrangiamenti, complessi ed eleganti, e la magnificente voce di Alessia De Capua proiettano questa band parecchi gradini più in alto rispetto a molti altri progetti sotto regolare contratto discografico.

Tracklist:
01 – Intromentale
02 – Creature, Creatori
03 – Nylon
04 – Divinità Embrionali
05 – Sussurri Antropomorfi
06 – Vento D’avorio
07 – Ideolatria Misantropa
08 – Del Silente
09 – D’eternità
10 – Kirurgia
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Viaggiare low-cost a Stoccolma (Svezia): la guida definitiva! – Pt. 07/10: i trasporti pubblici a Stoccolma

22/07/2011

Per i precedenti episodi di questa rubrica, clicca qui.


I trasporti pubblici a Stoccolma:
Una volta arrivati a Stoccolma, sorge il problema di come muoversi. I trasporti stoccolmesi sono estremamente efficienti, ma cari, molto cari. La corsa singola in metropolitana parte da 30 SEK / 3 €! La metropolitana di Stoccolma (Tunnelbana), così come i bus urbani, sono gestiti dalla SL (Stockholm Localtrafiken), che ha diviso l’area urbana di Stoccolma in tre macrozone (A, B e C). Se ti muovi all’interno di una sola zona, il biglietto costa 30 SEK / 3 € e vale un’ora; se ti muovi in due zone, il biglietto costa 45 SEK / 4.5 € e vale un’ora; se ti muovi in tre zone, il biglietto costa 60 SEK / 6 € e vale due ore. Puoi fare un abbonamento di 24 ore (100 SEK / 10 €) o 72 ore (200 SEK / 20 €), che sarebbe molto conveniente in teoria visto che include corse illimitate, ma in pratica non lo è, perchè a quel costo bisogna aggiungere un fisso di 200 SEK / 20 € per la smartcard (SL Access Card) su cui verranno caricati gli abbonamenti elettronici. Per cui il 72 ore verrebbe a costare 400 SEK / 40 € in totale, che non è proprio conveniente. In Italia ti ci abboni per un mese con quella cifra. Certo, la smartcard è valida sei anni, per cui se ritorni spesso a Stoccolma magari la ammortizzi, ma per i turisti occasionali come noi non è proprio l’ideale. Ho optato quindi per la terza soluzione: la striscia di 16 coupons prepagati. Costa 180 SEK / 18 €, ed è una striscia di carta con 16 talloncini sopra. Quando si vuole fare un ticket, basta chiedere all’addetto all’ingresso della metro il tipo di biglietto che si vuole (one zone, two zones o three zones ticket) e lui provvederà a timbrare il numero di coupon necessari. Un “one zone” vale due tagliandini, uno “two zones” tre tagliandini e un “three zones” quattro tagliandini. Ad esempio, con questa soluzione, con una striscia da 16 coupons ci fai 8 “one zone” ticket, pagandoli 22.50 SEK / 2.2 € l’uno e risparmiando qualcosa.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Viaggiare low-cost a Stoccolma (Svezia): la guida definitiva! – Pt. 06/10: in che periodo dell’anno conviene visitare Stoccolma; l’aeroporto di Stoccolma Skavsta; come cambiare euro in corone svedesi

19/07/2011

Per i precedenti episodi di questa rubrica, clicca qua.

In che periodo dell’anno conviene visitare Stoccolma?
Nei pochi mesi caldi (fine maggio-inizio settembre), ovviamente. Questo per due motivi:
– d’inverno, viste le temperature rigidissime (nell’inverno 2010-2011 nell’area di Stoccolma si sono registrati picchi di -22 gradi) e le abbondanti nevicate, dovreste portarvi una serie di indumenti pesanti più scarpe e attrezzatura adeguati (o più verosimilmente, acquistarli appositamente presso qualche catena tipo Decathlon, visto che i nostri inverni non sono rigidi come i loro), il che rende impossibile viaggiare con il solo bagaglio a mano = no risparmio = no viaggio low-cost; sarebbe di certo affascinante visitare Stoccolma sotto Natale, ma se pensiamo che noi, che la abbiamo visitata a metà giugno, avevamo addosso felpa e giubbino leggero, non oso immaginare cosa dovrei indossare in inverno;
– d’inverno ci sono poche ore di luce, il che rende il viaggio decisamente meno godibile; da giugno in poi, invece, il sole tramonta alle 23 e sorge alle 3, e credetemi, è davvero stupendo uscire dall’ostello alle 23 e trovare ancora giorno fuori!
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Come convertire tante immagini JPEG/PNG in un unico file PDF – Metodo ultra semplice 2011

16/07/2011

Mettiate caso di avere un tot di immagini (per esempio, delle scansioni) in formato JPEG/PNG/TIFF etc e vogliate convertirle in un unico file PDF, un’immagine per pagina. Se provate a fare una ricerca su Google sull’argomento, vi usciranno un gazillione di pagine su fantomatici software capaci di farlo, per lo più fake o malware, contenenti le parole “merge pdf”, “convert pdf”, “combine pdf”, “jpeg to pdf” etc. Lasciate perdere, c’è un metodo estremamente più semplice e veloce di farlo, usando esclusivamente software che probabilmente avete già installato sul vostro computer 🙂
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Viaggiare low-cost a Stoccolma (Svezia): la guida definitiva! – Pt. 05/10: come volare con Ryanair in Svezia e con il solo bagaglio a mano

13/07/2011

Per i precedenti episodi di questa rubrica, clicca qui.

Come volare con Ryanair in Svezia e con il solo bagaglio a mano:

Prima di partire per la Svezia, bisogna valutare dove si trova l’aeroporto più vicino da cui partono aerei di compagnie low-cost per Stoccolma e se gli orari sono compatibili con l’eventuale distanza da colmare per arrivare in tempo al check-in. Noi, essendo calabresi, siamo partiti da Lamezia Terme con Ryanair, volo diretto per Stoccolma della durata di 3 ore e mezza. Al momento in cui scrivo, i voli Lamezia Terme-Stoccolma sono due a settimana, uno il lunedì (Stoccolma Skavsta 8:20 – Lamezia Terme 11:50, Lamezia Terme 12:15 – Stoccolma Skavsta 15:45) ed uno il giovedì (Stoccolma Skavsta 15:55 – Lamezia Terme 19:25, Lamezia Terme 19:50 – Stoccolma Skavsta 23:20), e sono stati attivati a metà aprile 2011. Come penso tutti sanno, i biglietti della Ryanair si acquistano direttamente dal loro sito ed il prezzo è molto variabile, ma non dipende soltanto da quanto in anticipo si acquista, ma anche da altri fattori come offerte temporanee e altri che sinceramente ignoro. Per acquistare un biglietto Ryanair ad un prezzo stracciato di vuole davvero fortuna, per acquistarlo ad un buon prezzo basta prenotare in anticipo e per un periodo non congestionato. Noi ad esempio siamo andati nella settimana che precede la festa tradizionale svedese del Midsommer, ma se avessimo prenotato per quella successiva, nonostante un mese e passa di anticipo, avremmo pagato esattamente il doppio. Per cui, ci vuole molto “culo” per spuntarla con i prezzi dinamici di Ryanair, indi vi consiglio di smanettare col sito qualche giorno prima di prenotare 😉
Leggi il seguito di questo post »