[IT] Un nuovo computer desktop per eldino :)

E’ da quando sono emigrato dall’Italia (più di un anno fa) che lavoravo esclusivamente con un Macbook Pro ed una manciata di hard disk esterni, e la mia produttività nel tempo libero era decisamente calata dell’80% rispetto a quando avevo anche un computer desktop a casa, e si è visto anche dal calo drammatico di posts sul blog.

Stanco di questa situazione, qualche settimana fa ho deciso di investire qualche dindino per assemblarmi un secondo desktop qui nella mia nuova patria, la Svezia. Il principio è lo stesso della macchina precedente, ovvero assemblare un computer esattamente ritagliato per le mie esigenze. La sua configurazione, ad un primo sguardo superficiale, potrebbe apparire “sbilanciata”, perchè ad esempio associa un SSD (dispositivo di classe superiore per quanto riguarda l’archiviazione dati) alla totale assenza di una scheda grafica dedicata (almeno per il momento). Non essendo io un gamer (semmai un retrogamer), non necessito di potenza computazionale elevata nel reparto grafico, ma soltanto della possibilità, all’occorrenza, di adoperare due schermi, e le schede grafiche integrate moderne sono più che sufficienti per questo scopo. Di contro, un ssd velocizza di parecchio le mie attività quotidiane, per cui la cifra da investirci è irrisoria rispetto ai vantaggi che si ottengono.

La configurazione del mio nuovo computer desktop svedese è la seguente:

– Intel Pentium Dual Core G630 Processor (2.7GHz, 3MB)
– Asus P8H61-MX Intel H61 Motherboard (Micro ATX)
– Crucial 2GB PC3-10600 DDR3 240-pin Dimm (x 2)
– Samsung 64GB 830 SSD SATA 6GBPS
– BitFenix Merc Beta Midi Tower Chassis – Black
– Thermaltake PSU SMART 430W/80plus Power Supply
– LiteOn IHAS124-19C 24x Internal DVDRW SATA
– 18in SATA Cable (x 3)
– Samsung S22B300HS 21.5 inch LED Monitor (1920×1080, HDMI/VGA)

Mouse, tastiera, secondo schermo e hard disk Western Digital Caviar Green 2 tb (per i dati) erano già in mio possesso.
Costo totale: circa 500 euro, pezzi acquistati su Amazon.co.uk (perchè in Svezia i prezzi sono sensibilmente più alti).

Il G630 è un ottimo processore, che in base ai bechmarks è circa un 20% meno potente dell’i3, col vantaggio di costare esattamente la metà. In più, supporta la tecnologia di virtualizzazione Intel che è l’unica feature avanzata che mi necessita, facendo uso frequente di macchine virtuali. L’ho associato a soltanto 4 Gb di RAM non per ragioni economiche, ma semplicemente perchè resterò a Windows 7 32-bit ancora per parecchio, per cui prendere 8 Gb non aveva senso. La scheda madre è una Asus entry level dotata di un Intel 2000 integrata con porte DVI e VGA, per cui pronta ad un eventuale setup doppio-schermo qualora mi servisse. Su SSD e alimentatore non ho pensato al risparmio, ma alla qualità, come potete intuire voi stessi se avete un minimo di conoscenze informatiche.

Il case BitFenix Merc Beta, pur costando un abbordabilissimo 40 euro, si è rilevato una piacevolissima sorpresa! Avevo letto molte recensioni positive in merito e le confermo tutte: è un case di qualità eccelsa! Molto spazioso, dotato di numerosi slots per hard disks da 3.5′ e da quattro viti sul fondo per fissare un ssd da 2.5′, nonchè dipinto di nero anche all’interno (il tocco di classe) e dotato di ottimizzazioni per il cable managing. Bello! Più in là acquisterò un adattatore 2.5′-3.5′, perchè tenere l’ssd avvitato sul fondo del case non mi sembra il massimo dell’eleganza onestamente. Anche nel caso del monitor ho optato per un modello entry-level e senza fronzoli, ma con una risoluzione Full HD e con una porta HDMI, a cui in futuro potrei collegare un Raspberry Pi, una console o altra eventuale nerdata. I tasti a sfioramento del Samsung S22B300HS sono abbastanza un chiodo in culo, fastidiosissimi da usare, ma per il resto è un ottimo monitor, molto leggero e luminoso.

Messo in moto questo nuovo fisso, la mia produttività nel tempo libero è schizzata di nuovo a livelli impressionanti. Adesso sul Macbook Pro ho soltanto Mac OS X Mountain Lion e lo uso per browsing e programmazione, mentre il computer desktop con Windows 7 per tutto il resto. Decisamente una svolta, come si vede anche dalla ripartenza delle pubblicazioni su questo blog.

Il bello di saper assemblare un computer è proprio questa: poter ritagliare il costo e la qualità dei singoli pezzi sulle proprie esigenze, al contrario delle soluzioni che si trovano nei centri commerciali, più bilanciate, ma spesso dotate di funzioni che non ci necessitano (che però paghiamo e anche care!).

2 risposte a [IT] Un nuovo computer desktop per eldino :)

  1. giuseppe scrive:

    Sei tornatoooo! non ci credevo più! é un pò che mancavi, e torni a bomba con il nuovo desktop!🙂

    • eldino scrive:

      Yes🙂 E’ esattamente perchè non avevo una postazione di lavoro dignitosa che avevo perso parecchio in produttività😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: