[IT] Viaggiare low-cost a Stoccolma (Svezia): la guida definitiva! – Pt. 10/10: particolarità di Stoccolma

10/08/2011

Per i precedenti episodi di questa rubrica, clicca qua.

Particolarità di Stoccolma:
Ci sono una serie di cose che ci hanno colpito di Stoccolma, che vorrei condividere con voi:
– non ci sono vecchi! i pochi vecchi che abbiamo visto erano o turisti o i gestori dei locali italiani, il resto della popolazione è tutta giovane! Facendo una ricerca su Internet in merito a questo fenomeno, abbiamo scoperto che l’età media degli abitanti di Stoccolma è compresa tra i 20 ed i 45 anni, ed è vero. Ma la domanda a cui non abbiamo saputo dare risposta è la seguente: dove sono finiti tutti i vecchi?
– nonostante la benzina in Svezia costi 1.3 €/litro, tutte le auto che abbiamo visto sono a benzina (più alcune ibride), probabilmente per il rigido clima invernale; tutte le auto che abbiamo visto partono dai 20-30 mila euro a salire, e sono di marche come BMW, Audi, Mercedes, Volvo, Saab, Volkswagen. Di italiano abbiamo visto soltanto due Fiat Punto, qualche Fiat Cinquecento ed un paio di Alfa Romeo. La moda dei SUV e degli scooter non ha attecchito, il che non è male. Inoltre, si vedono spesso girare delle Cadillac degli anni ’70, quei macchinoni vintage lunghi sette metri che si vedono tuttora a Cuba o in America Latina, tutte precise e ben restaurate, ma che ovviamente non sono proprio parche a livello di consumi. Questa caratteristica è una delle tante che rende Stoccolma una città davvero “turborandom”: macchinoni tedeschi ultimo modello che camminano affianco a Cadillac anni ’70 come se nulla fosse! Mah! Forte la presenza di pickup americani, tipo il Ford F150 o alcuni Chevrolet con le ruote posteriori gemellate. L’import di automobili dall’America, a quanto pare, va molto di moda.
– a Stoccolma, ma anche ad Uppsala o Nykoping, non abbiamo visto un solo palazzo con l’intonaco esterno caduto o marcito o ammuffito, non ne abbiamo visto uno che sia uno! Tutti i palazzi sono puliti, precisi ed ben tenuti, nonostante gli agenti atmosferici non siano esattamente favorevoli da queste parti. In più, praticamente assenti le bombolettate selvaggie sui muri, ovvero quelli che in gergo si chiamano “tag”. A Roma e Milano ne siamo pieni, uno schifo, mentre a Stoccolma quasi non esistono, figata! Che bella la civiltà!

Leggi il seguito di questo post »


[IT] Viaggiare low-cost a Stoccolma (Svezia): la guida definitiva! – Pt. 09/10: dove mangiare a Stoccolma e dintorni; i bagni pubblici e alcuni trucchetti per non pagarli

07/08/2011

Per i precedenti episodi di questa rubrica, clicca qua.

Dove mangiare a Stoccolma e dintorni:
Per restare nel limitato budget previsto, abbiamo mangiato fuori soltanto a pranzo, e ci siamo cucinati da soli la sera. Ho perso alcuni scontrini, per cui questa è una lista parziale:
My Gyros, Dragarbrunnsgatan 36, Uppsala: ottimo gyros/kebab e ad un prezzo accettabile (60 SEK);
Oliver Twist, Fruangsgatan 28, Nykoping: a pranzo ho preso una pittypanna (remixata da loro, ottima!) e una birra media per 150 SEK; è il posto dove abbiamo mangiato meglio!

A Stoccolma abbiamo mangiato qualche korv (hot-dog con salsiccia svedese, davvero gustosi!), qualche kanelbullar (i dolcetti tipici alla cannella, buoni anche questi), qualche kebab e una volta al Burger King di Soderlmalm (il Whopper è buono, ma mi ha fatto malissimo, al contrario che in Italia). I gelati sono inavvicinabili a livello di prezzi (1 gusto = 28 SEK / 2.8 €, 2 gusti = 35 SEK / 3.5 €), idem i ristoranti e i pub.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Viaggiare low-cost a Stoccolma (Svezia): la guida definitiva! – Pt. 08/10: cosa vedere a Stoccolma e dintorni

04/08/2011

Per i precedenti episodi di questa rubrica, clicca qua.

Cosa vedere a Stoccolma e dintorni:
Noi non abbiamo visto le cose che solitamente vanno a vedere i turisti, come musei e chiese. Il nostro interesse si è focalizzato su altri aspetti, come la vita quotidiana, il costo della vita, i trasporti, i luoghi di lavoro e di studio. Se siete interessati ai musei e alle chiese, potete dare un’occhiata ad altri siti o al portale istituzionale del turismo svedese VisitSweden. Di seguito ciò che ho visto io e cosa mi ha colpito:

autostrada E4 tra l’aeroporto di Nykoping e Stoccolma: è impressionante vedere questa piccola autostrada (quattro corsie) che taglia a metà km e km di boschi montani e di pianure perfettamente rasate e simmetriche (ricordano le coltivazioni della Pianura Padana); ogni 3-4 km c’è un lago o un corso d’acqua, sporadicamente qualche fattoria svedese tutta rossa e con i ltetto a punta; nei pressi di Stoccolma inizia il traffico, ma non si raggiungono i livelli di intasamento di Roma o Milano, e si procede abbastanza agevolmente; il limite di velocità sull’autostrada svedese tocca i 70 km/h in molti tratti, ma le auto vanno tranquillamente a qualcosina in più (la navetta raggiungeva picchi di 90-100, calcolato con il gps); la grandezza degli spazi svedesi è più affascinante di come la descrivono;
paesaggi urbano di Stoccolma: non ho visto un singolo palazzo che sia uno con l’intonaco esterno rovinato o cadente o marcito, nulla, tutti i palazzi sono precisi, puliti e ben tenuti, impressionante!


Leggi il seguito di questo post »


[IT] Intervista a Jaeck the Bit di Quantum Bit netlabel (electronic, Italia)

01/08/2011

Fa caldo, molto caldo, per cui perchè non rinfrescarci (almeno le orecchie) con un po’ di “fredda” musica elettronica? Passo quindi la palla a Jaeck the Bit, gestore della netlabel italiana Quantum Bit, e mentre vi leggete l’intevistina, mi finisco il mio bel frullato ghiacciato di banane e kiwi 😀
Leggi il seguito di questo post »


[IT] L’inguine Di Daphne – Embrionaria (gothic rock, 2011)

28/07/2011

Seconda prova su strada per L’inguine di Daphne, band di cui tessevo le lodi giusto qualche giorno fa: “Embrionaria” è il suo titolo e non delude, non delude affatto! A livello stilistico si discosta dal precedente “Decadanza” per gli arrangiamenti, meno elettronici e complessi, e più rudi e rockettari, ma ciò non è detto che sia un male.

Tracklist:
01 – Dalla Trakea
02 – Anemia
03 – Mercuri Mortali
04 – Mero, Nero, Notturno
05 – La Mattanza Della Serpe
06 – E O Z
07 – Oscuricidio
08 – Placenta
09 – Kirurgia
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Comprare libri usati online su BetterWorldBook.com

26/07/2011

Come qualcuno di voi sa o intuisce da queste pagine, sono un avido lettore, e divoro di tutto, dai libri ai manuali, dai fumetti alle news online, dai magazines ai quotidiani. Per risparmiare qualche soldo e acquistare materiale editoriale mai apparso in Italia (per cui in lingua inglese), finora ho adoperato o Play.com o eBay, orientandomi verso il mercato dell’usato, che all’estero equivale alla nostra condizione “da edicola“, cioè praticamente nuovo.

A questa sintetica lista di siti aggiungo adesso e con piacere BetterWorldBooks.com, negozio online americano che vende libri usati online, direttamente o conto terzi, con l’idea di dar loro una seconda vita. Le spedizioni, come nel caso di Play.com, sono gratuite in tutto il mondo, ed i prezzi spesso (non sempre) convengono 🙂
Leggi il seguito di questo post »


[IT] eldino vi imbocca #53: L’inguine Di Daphne – Decadanza (gothic rock, 2011)

25/07/2011

L’inguine di Daphne è un collettivo musicale (e teatrale) che proviene da Napoli, e proprio quest’anno ha reso disponibili per il download gratuito ben due album su Jamendo, il primo dei quali prende il nome di “Decadanza“.  L’aspetto “gothic” della loro musica emerge in primis nei testi, che attingono copiosamente ad un immaginario liturgico ed apocalittico, ed in secundis nelle sonorità, che, seppur di matrice rock, lasciano a casa qualsivoglia virtuosismo chitarristico per dare maggiore spazio e merito ad un’elettronica potente e ricercata. Gli arrangiamenti, complessi ed eleganti, e la magnificente voce di Alessia De Capua proiettano questa band parecchi gradini più in alto rispetto a molti altri progetti sotto regolare contratto discografico.

Tracklist:
01 – Intromentale
02 – Creature, Creatori
03 – Nylon
04 – Divinità Embrionali
05 – Sussurri Antropomorfi
06 – Vento D’avorio
07 – Ideolatria Misantropa
08 – Del Silente
09 – D’eternità
10 – Kirurgia
Leggi il seguito di questo post »