[IT] Sun Glitters – It’s Snowing and The Girls Are Singing (chillwave, 2012)

18/01/2013

Non ho mai fatto mistero della mia passione per il genere chillwave e per uno dei suoi maggiori esponenti, Sun Glitters, di cui non ho mai potuto recensire nulla in quanto ha finora pubblicato albums più o meno a pagamento su Bandcamp. Questo recentissimo “It’s Snowing and The Girls Are Singing” segna un cambio di rotta e viene rilasciato totalmente gratis, forse un regalo per tutti i fan, o semplicemente un’eccezione per Natale. Quale che siano le ragioni di Sun Glitters, si tratta di una release di indubbia qualità, da scaricare ASAP come dicono gli inglesi 🙂

sunglitters_-_its_snowing

Tracklist:
01 – Loving Poem by JemInEye vs Sun Glitters
02 – He waits for me (feat. Deborah Lehnen)
03 – Is it (feat. Nicole Millar)
04 – Run (feat. CoMa)
05 – As I Sleep (feat. And Then)
06 – Koskaan (feat. Anna-Maria Marjamaki)
07 – Inside (feat. Ours Ghost)
08 – Breathe In (feat. bvitae)
09 – Life In A Ferris Wheel (feat. CoMa)
10 – Surullinen (feat. Anna-Maria Marjamaki)
11 – Turning (feat. Steffaloo)
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Glass Kites – Glass Kites (progressive rock, 2012)

11/10/2012

Uno dei migliori “name your price” che mi sono capitati nelle mie recenti incursioni sulla piattaforma Bandcamp. Loro sono canadesi e permettono il download del loro album anche inserendo zero come importo, conditio sine qua non per essere recensiti su questo blog 🙂 La loro musica è progressive rock melanconico, con influenze math-post e post-rock nell’uso dell’elettronica.

Tracklist:
01 – Intro
02 – Terra
03 – The Body
04 – Soothsayer
05 – Break
06 – Mirror Me
07 – Slowly (Home)
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Timidi tentativi di geolocalizzazione nella scena musicale 2.0?

10/05/2012

Se bazzicate la Rete almeno da quando la bazzico io, ricorderete sicuramente l’introduzione dei “tags” in calce ad articoli, posts e quant’altro. Una trovata sicuramente molto utile e che, se usata con criterio, permetteva all’usufruitore di rendersi conto a colpo d’occhio di che contenuto si stesse accingendo a fruire. I tags si sono evoluti nel tempo e sono tuttora adoperati in tutte le salse nella Internet dei giorni d’oggi. A livello musicale, i tags venivano adoperati principalmente identificare il/i genere/i di riferimento, ma ad un certo punto hanno iniziato ad essere affiancati da nomi di città. Non era inconsueto leggere “Detroit” vicino a “minimal techno” o “London” vicino a “drum & bass“.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Bridges Of Königsberg – The Five Colors (post-rock, 2011)

19/02/2012

Moniker gradevolmente matematico, band americana, undici traccie, suono post-rock di fattura eccelsa, download gratuito da Bandcamp. Ma se in una frase è possibile descrivere la porzione di Spazio in cui viaggiano i Bridges Of Königsberg, non è altrettanto semplicemente possibile descrivere la complessità dei loro brani, composti da strati e strati di suoni.

Tracklist:
01 – Foresight
02 – Five Colors
03 – The Moon Cries For Mars
04 – A Grain In A Sea
05 – Seals & Sanctions
06 – Feathers Wrapped In Metal
07 – Gathering Spirits (Soon To Be Butterflies)
08 – Irrational Dream
09 – No Longer There
10 – Number Seven
11 – Have You Ever Even Seen A Forest
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Bandcamp diventa ogni giorno di più il motore trainante dell’autoproduzione musicale. Tutto questo a scapito delle netlabels?

13/02/2012

Al di là di roba Creative Commons e netlabel, scarico e ascolto ben poco. Questo “poco” si riduce a pezzi/album random di genere dubstep, chillwave, witchouse e post-rock. Essendo tutti generi di nicchia, spesso pubblicati da label piccole o minuscole, è davvero difficile tener traccia di tutto ciò che esce senza usare blog specializzati, che in genere forniscono anche un link per scaricare (a scrocco) l’album da uno dei migliaia di siti di free hosting disponibili (ultimamente, dopo la scomparsa di Megaupload, sono rimasti in piedi un po’ meno di migliaia…).

Su questi blogs, che seguo da anni, è da un po’ di tempo che si registra un’inversione di tendenza. Se prima la maggior parte di questi prodotti musicali di nicchia provenivano quasi esclusivamente da etichette discografiche più o meno underground, adesso invece è sempre di più l’autoproduzione a farla da padrone. Leggi il seguito di questo post »


[IT] Bandcamp e Soundcloud come guide del panorama musicale underground mondiale?

09/01/2012

L’anno appena passato ha visto la nascita e l’esplosione di alcuni nuovi (sotto)generi musicali, che tanto hanno acceso gli animi dei frequentatori dell’underground musicale come il sottoscritto, e che in termini di musica libera, sono stati recensiti anche su queste pagine. Ma non è tanto di chillwave e witchouse che voglio parlare, quanto piuttosto vorrei soffermarmi sul ruolo che stanno assumendo Bandcamp e Soundcloud nella definizione di questi nuovi fenomeni sonori.

Entrambe le piattaforme, come sapete, fanno dell’aspetto social e della provenienza indie dei musicisti due punti di forza. Così facendo, hanno finito ben presto per attirare a sè ed accentrare tutti quei produttori che, volendo o nolendo, non hanno altro modo per farsi ascoltare, commentare, promuoversi. E tra questi, si annoverano i cosiddetti “artisti ricettori“, cioè coloro i quali, per una sorta di talento innato, riescono a fare un’instantanea del panorama musicale attuale e a rielaborarlo secondo il proprio personale gusto, creando nuove estetiche e nuovi generi. E’ sacrosanto dire, nella musica elettronica in particolare, che “nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si remixa“.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] eldino vi imbocca #57: Mr. Kitty – D E Δ T H (electro – darkwave, 2011)

02/01/2012

Mr. Kitty è un pazzo furioso che passa con nochalanche dalla chiptune all’industrial, dall’electro alla witchouse, dalla new wave alla darkwave, e per accorgersene, basta dare un’occhiata fugace alla sua copiosa produzione di albums ed eps presenti sulla sua pagina Bandcamp. Questo “D E Δ T H” è probabilmente l’album più maturo della sua produzione fino ad ora.

Tracklist:
01 – Inhale, Exhale
02 – Someday
03 – Neverending Nights
04 – Bleed Black
05 – Haunts
06 – Gold
07 – Fight Your Friends
08 – Constellations
09 – White Tiger
10 – ††
11 – Disintegrate
12 – It is all true
13 – Mirror Casket
14 – My Favorite Ghost
15 – Resurrection
Leggi il seguito di questo post »