[IT] Vuoi rilasciare il tuo album in download gratuito su Bandcamp? D’ora in poi devi pagare!

28/11/2010

Che Bandcamp fosse un servizio da boicottare, lo sostengo fin dai tempi del post “Netlabels on Bandcamp: the rise of anti-usability“, ma nonostante i miei sforzi argomentativi, molte (troppe) netlabel e molti (troppi) musicisti indipendenti l’hanno adottata come piattaforma di riferimento per pubblicare i propri lavori gratuiti. Ma se a nulla sono valse le mie argomentazioni sull’inusabilità del servizio per noi fans e addetti ai lavori, spero almeno che il fattore economico procuri un effetto maggiore.

Il blogger Drizzi di NetMusic Life, infatti, mi fa notare con le seguenti parole, il cambiamento di policy tariffaria di Bandcamp avvenuto a settembre:

” […] si trova a fare i conti con il rinnovamento di Bandcamp, che oltre ad aumentare le proprie tariffe sui brani in vendita (per alcuni utenti troppo elevate) ha deciso di dare a ogni artista 200 download gratuiti  e quando questi si saranno esauriti, l’artista (o label) dovrà pagare per un blocco di crediti di download gratuito. In pratica, se io carico un album su Bandcamp e lo rilascio gratuitamente, una volta superati i 200 download dovrò acquistare dei pacchetti  per avere la possibilità di continuare a rilasciarlo in questo modo. Sicuramente questo trattamento per molti utenti non è sostenibile. […]”
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

[IT] Come aprire una netlabel / Perchè è caldamente consigliato includere la copertina della release quando la si carica su Internet Archive?

07/02/2009

copertina_betterize
(clicca per ingrandire)

Includete la copertina oltre ai file mp3 quando caricate le vostre releases su Internet Archive, perchè così:

– al posto di quell’anonimo logo “open source audio” verrà visualizzata la copertina, un tocco di professionalità  e personalizzazione che di certo non farà male alla vostra netlabel, e che renderà anche più fruibile a livello visivo il vostro catalogo a chi lo sfoglia su Internet Archive;

– in basso saranno disponibili i links al o ai files JPEG che costituiscono l’artwork della release, così l’utente non dovrà girare su più di un sito per scaricarlo, ma potrà effettuare il download direttamente dalla stessa pagina (meno clicks necessari = maggiore usabilità);

– è uno strumento offerto, perchè non sfruttarlo?

Leggi il seguito di questo post »


[IT] Come aprire una netlabel: perchè conviene uploadare le proprie releases su Internet Archive?

19/12/2008

internetarchive_logo

Avete appena comprato il dominio e messo sù le prime robine per la vostra nuova, fiammante netlabel, ma vi è appena venuto il seguente dubbio: dove carico le mie releases?

A questo punto, si possono verificare due situazioni:
1. avete spazio e banda sufficienti sul vostro spazio di hosting (quindi l’uso di Internet Archive è facoltativo);
2. non avete spazio e banda sufficienti sul vostro spazio di hosting (quindi l’uso di Internet Archive è pressochè obbligatorio e in un prossimo post vi spiego perché è da preferire ad altri sistemi).

Leggi il seguito di questo post »


[IT] Netlabel for Dummies #7: un approfondimento su Internet Archive

25/11/2008

Dopo un po’ di mesi d’assenza, riprendo una serie di posts (spero) interessanti per chi si avvicina solo ora alla scena netaudio. Ho parlato innumerevoli volte di questo portale (anche in questi post per dummies, es. qui: “Come recuperare le releases scomparse dai cataloghi delle rispettive netlabels“), ma non ho mai approfondito oltre il dovuto. E’ giunta l’ora di farlo 😀

Internet Archive è un’associazione no-profit che fornisce dello spazio web illimitato a chiunque ne abbia bisogno per distribuire dei contenuti culturali. Sui loro servers sono hostati, oltre ai cataloghi di 850+ netlabels, anche film, registrazioni audio di vario tipo, concerti, testi e quant’altro, il tutto tutelato da licenze libere come l’onnipresente Creative Commons.

In più, hanno attivato da svariati anni, un servizio denominato “Wayback Machine“, che ti permette di consultare una grande quantità di siti web che non sono più online o vederne i vari restyling che hanno ricevuto nel tempo (utilissimo ai fini di ricerca e studio!). La loro infrastruttura server, denominata “Petabox“, permette di avere un enorme spazio di archiviazione (80-100 TB / rack) in pochissimo spazio e con bassi consumi; se siete interessati, potete approfondire i particolari di questa interessante soluzione a partire dal questa pagina.

Se bazzicate nella scena Netlabel da un po’, vi sarete sicuramente imbattuti nella sezione di Internet Archive preposta allo scopo. Se non l’avete ancora visitata, vi invito a farci un giro: è enorme e fornitissima. Penso che se fosse un negozio “fisico” di musica, sarebbe un palazzo di almeno dieci piani pieno di scaffali ovunque, vista l’inumana quantità di album e ep presenti.

Leggi il seguito di questo post »