[IT] JDownloader: dopo Fileserve e Filesonic, anche Depositfiles.com adotta i captcha per gli utenti free

10/11/2011

Se siete degli aficionados di JDownloader come il sottoscritto, la notizia che sto per darvi non vi farà certo esultare dalla gioia. Da qualche giorno infatti, anche il noto sito di hosting Depositfiles.com ha adottato gli stessi captcha di Fileserve e Filesonic per gli utenti free. Ciò vuol dire che, se d’ora in poi inserirete un link Depositfiles.com in JDownloader, per scaricarlo dovrete inserire il captcha manualmente, perchè JDownloader non sarà più in grado di risolverlo automaticamente come accadeva prima.

Si riduce sempre di più il numero di server da cui è possibile scaricare files senza intervento manuale 😦

Annunci

[IT] JDownloader per Mac si blocca: termini il processo ma la luce nel dock resta sempre accesa – Come risolvere

13/09/2011

Macchina: iBook G4 1.33Ghz 1.5 Gb RAM
OS: Mac OS X Leopard 10.5.8
JDownloader v. 0.9.581

Di recente mi è accaduto un fenomeno decisamente fastidioso. JDownloader, dopo x ore di funzionamento regolare, si bloccava (“freeze”): l’interfaccia continuava a rispondere, ma i downloads giacevano in una sorta di limbo (“Connecting..”) e non c’era verso di stopparli e farli ripartire. Killando il processo tramite Monitoraggio Attività o Terminale, ottenevo soltanto la scomparsa della finestra e del nome del processo dalla lista, ma in realtà quest’ultimo continuava ad essere attivo (“zombie process”), fenomeno confermato dall’impossibilità di avviare una nuova istanza di JD e dalla lucina accesa sotto l’icona del dock.

A questo punto, visto che il processo zombie mi impediva persino di riavviare la macchina via software, l’unico modo per ripristinare la situazione era un brutale riavvio via hardware (che si effettua tenendo premuto il tasto dell’accensione per un manciata di secondi).
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Come far funzionare i links allanalpass.com con JDownloader

07/12/2010

Al momento in cui scrivo, cominciano a girare in Rete dei links a files hostati su free hosters crittati con l’ennesimo url protector di turno, questa volta dal nome un po’ sexy: allanalpass.com.

Se provate a copiare ed incollare questi links in JDownloader, vi restituirà la simpatica finestrella d’errore mostrata in apertura: “JDownloader has not found anything on” etc.

Leggi il seguito di questo post »


[IT] JDownloader alcune volte scarica correttamente ma non estrae – Come risolvere

10/09/2010

Usando JDownloader quotidianamente, può capitare che finisca di scaricare tutte le parti che compongono il vostro file, ma non lo estragga in automatico. Ciò dipende principalmente da due fattori:

nella cartella in cui va ad estrarre esiste già un file dallo stesso nome e JDownloader è giustamente settato per non sovrascrivere i files (es. gli archivi compressi lmn.part1.rar, lmn.part2.rar.. etc contengono il file “FILM.avi”, ma nella cartella Downloads un file chiamato “FILM.avi” esiste già);
il file, una volta estratto, risulta danneggiato agli occhi di JDownloader (il comune errore “CRC errato”), per cui lo cancella subito dopo in automatico lasciando però intatti gli archivi compressi, in modo che possiate estrarli con un software migliore, come 7-Zip.

Fin quando questo fenomeno si verifica su archivi compressi non protetti, è una sciocchezza, basta estrarli manualmente, ma quando ci ritroviamo davanti una pletora di RAR protetti da password, beh.. sono uccelli per diabetici (cazzi amari – cit.)!

In questo caso, come fare a risolvere? Come si può ritrovare la password giusta per estrarre questi RAR?
Leggi il seguito di questo post »


[IT] JDownloader: This file seems to be illegal and is locked. Downloading this file is prohibited by Rapidshare.

16/09/2009

the_file_seems_to_be_illega

Da qualche giorno, provando a scaricare alcuni files hostati su Rapidshare usando il superlativo JDownloader, appare questo inquietante messaggio:

This file seems to be illegal and is locked. Downloading this file is prohibited by Rapidshare.

Purtroppo, anche spulciando nel forum ufficiale di JD o in Rete, non è ancora chiaro il motivo ufficiale di suddetto errore nè sono fuoriuscite soluzioni. La mia ipotesi è che Rapidshare stia testando degli algoritmi per identificare i files illegali sul server e bloccarne il download fino a quando il team umano non ne verifichi di persona la legalità.

Al momento, l’unica soluzione che abbiamo per scaricare quei files è sperare che abbiano un “mirror”, ovvero che siano stati caricati anche su altri server di hosting, come Megaupload, Netload, Hotfile, Storage.to e compagnia.


[IT] Torrents & eMule vs Rapidshare: la rivincita dei file rari

10/05/2009

Se siete abbastanza pratici di informatica e smanettate da tanto tempo, saprete che ci sono svariati modi, più o meno validi, per scaricare materiale (pressochè illegale) dalla Rete: http, ftp, IRC, torrents, eMule (inteso interfaccia semplice per accedere alle reti eDonkey e KAD)… e soprattutto questi ultimi due sono diventati la massima espressione (dal punto di vista del numero degli utenti e della quantità di files scambiati) di una tecnologia di scambio files chiamata “Peer To Peer“, dove ogni utente che ha accesso al network condivide dei files e scarica quelli condivisi da altri.

Il concetto che accomuna i torrents con eMule è il concetto di fonti o di “seeds” (semi): più gente condivide lo stesso file e più la velocità di download e le possibilità di completare lo scaricamento di quel file aumentano per tutti. Questo inevitabilmente permette a chi ricerca file molto famosi/comuni/richiesti (es. l’ultimo album di Britney Spears) di raggiungere velocità di download impressionanti e di completare il file in pochissimo tempo, ma fa bestemmiare chi invece necessita di file rari (es. un bootleg acustico di un artista sconosciuto), che avendo poche fonti impiegano mesi per essere completati o semplicemente restano incompleti perchè i seed smettono di condividere quel file (cosa che avviene piuttosto spesso con i torrents, anche dopo poche ore dall’apparizione sugli appositi portali) o spariscono nel nulla o ci sono tanti di quegli utenti in fila che neanche lasciando eMule acceso per settimane si riesce a scaricare più dei pochi byte dell’header del file.

Capirete quindi che il peer2peer per come è stato ideato non garantisce uguali diritti a file comuni e a file rari, ma sopratutto non ti dà nessuna garanzia che quel determinato file poco richiesto resti disponibile nel tempo, il che è purtroppo una oggetiva mancanza sotto il punto di vista strettamente culturale. Non poter più recuperare un determinato file negli anni sminuisce due dei maggiori vantaggi della digitalizzazione dei documenti: la non-deperibilità del documento e la facilità distributiva.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] Vip-File.com chiude i rubinetti agli utenti non paganti e diventa un servizio di file hosting indirizzato solo ad utenti premium!

22/04/2009

vip-file

Ebbene sì, cari utilizzatori di JDownloader e dei siti di file-hosting gratuito in stile Rapidshare! Da qualche giorno l’ottimo hoster russo Vip-file.com, noto per la sua velocità (500-700kb/s per file) e per la possibilità di effettuare download multipli anche da utente non pagante ha chiuso i rubinetti. O siete utenti premium o non potete scaricare più un singolo byte.

Un gran peccato 😦 Infatti, se provate ad inserire un link vip-file.com nel vostro JDownloader,  vi apparirà un inquietante “Errore Critico“.

Tutta la faccenda è spiegata in maggior dettaglio in questo post sul forum di JDownloader.

Bye bye Vip-File.com 😦

Aggiornamento 28/04/2009:
Il servizio gratuito è stato ripristinato 🙂