[IT] eldino in Svezia – EP.07 / Un’analisi ragionata sul mercato svedese dei fumetti

02/12/2012

Se come me siete onnivori divoratori di fumetti (manga, bonellidi, comics americani, fumetto d’autore), sappiate che trasferirsi in Svezia rappresenta una rinuncia quasi totale a questa passione, o per lo meno ad un suo forte ridimensionamento.

La Svezia, infatti, è una nazione relativamente piccola, per cui il mercato e la passione dei suoi abitanti per i fumetti sono davvero ridotti all’osso. Nelle edicole e nei Pressbyrån (tabaccai svedesi) più forniti si trova soltanto qualche Disney, qualche comics americano ultra-popolare come Spiderman e qualche fumetto umoristico, stop. Le fumetterie sono rarissime, ben al di sotto della media italiana (almeno una per ogni città medio-piccola) e vendono quasi esclusivamente edizioni americane import in inglese, con relativa ricaduta sul prezzo (in generale, si adopera l’equazione “prezzo in dollari = prezzo in corone svedesi”, che equivale quasi ad un raddoppio del prezzo iniziale). Prendo come esempio la zona in cui vivo attualmente io. A Lund (80mila abitanti, città universitaria) non vi è nessun comics shop (!), mentre a Malmö (330mila abitanti) ve ne sono due:

SF Bokhandeln (Storgatan, 41 – http://www.sfbok.se), catena molto fornita di comics e manga (in inglese ed in svedese) ma dai prezzi decisamente premium per il motivo menzionato sopra; se siete abituati ai prezzi dei volumetti pubblicati in Italia, vi prenderà un colpo appena vi entrerete, per cui andateci preparati;
Lilla Torg Seriemagasin (Larochegatan 5 – http://www.lillatorgsseriemagasin.se/sidor/kontaktaoss.html), negozietto di fumetti e dischi di vinile usati, ha prezzi più umani sui manga in svedese (50 kr l’uno) e molto vecchiume americano anni 70, ma nulla di realmente interessante; sull’import ha gli stessi prezzi di SF Bokhandeln e nel weekend è affollatissimo da rendere frustrante anche lo spenderci soltanto cinque minuti all’interno;
Leggi il seguito di questo post »


[IT] eldino in Svezia – EP.01 / L’inizio di una nuova avventura!

22/10/2011

…Rieccomi qua, scusate per l’attesa 🙂

Come avrete letto in questo post, già da un paio di settimane ho trovato lavoro e mi sono trasferito tempo zero in Svezia! E’ un sogno che inseguivo da un anno e finalmente ce l’ho fatta! A giugno avevo anche speso i pochi soldi guadagnati con il mio precedente impiego per visitare l’area di Stoccolma e rendermi conto se effettivamente la Svezia fosse come la descrivevano. Beh, mi resi conto ch’era anche meglio 😀

Penso che se sopravvivo all’inverno svedese, ci metterò radici, perchè un Paese fantastico, almeno per chi è serio, preciso e dotato di buon senso come me. Ma andiamo oltre i cazzi miei e veniamo al succo.

Ci tengo a precisare che il mio blog, nonostante le mie vicende personali, non si trasformerà nell’ennesimo blog dell’italiano all’estero, con la telecronaca di ciò che succede lì e le differenze con il nostro martoriato Paese. Ci sono già numerosi e ottimi blog in italiano sulla Svezia, che io stesso ho usato in questo anno per informarmi e per capire meglio una società così diversa (spesso in positivo) dalla nostra. Ci tengo particolarmente a segnalarvi e a ringraziare One Way to Sweden (che mi ha dato il coraggio e la forza di fare una scelta di vita così drastica) e Faccio L’accento Svedese?, ma sono stati e sono utili fonti di informazione anche Un italiano in Svezia ed il forum MondoSvezia. Grazie 🙂

Dicevo: questo blog non diventerà l’ennesima telecronaca italo-svedese. Ci sarà qualche post con le mie osservazioni sulla Svezia, in particolare su come funzionano le cose nell’area in cui mi trovo (Malmö / Lund, regione Skåne, Svezia settentrionale), ma saranno limitati a questa rubrica e al periodo di restart del blog. Appena switcho di nuovo la mia vita da informatico nomade ad informatico sedentario, si ritornerà ai soliti post su netlabels, Creative Commons e nerdate varie 🙂

Be patient & (ri)benvenuti a bordo 😉