[IT] Come aprire una netlabel / Copertine coerenti, inspirazione gratuita Pt. 4/4

04/02/2011

Episodi precedenti: Pt. 1/4, Pt. 2/4, Pt. 3/4

Stadt Gruen

Surreal Freak

Test Tube


Leggi il seguito di questo post »

Annunci

[IT] Come aprire una netlabel / Copertine coerenti, inspirazione gratuita Pt. 3/4

01/02/2011

Episodi precedenti: Pt. 1/4, Pt. 2/4

Motorlab

No-Response

Nowaki Music

Rithmus


Leggi il seguito di questo post »


[IT] Come aprire una netlabel / Copertine coerenti, inspirazione gratuita Pt. 2/4

22/01/2011

Episodi precedenti: Pt. 1/4

Digital Diamonds

DoPorto

Filtro

Fool’s Forest


Leggi il seguito di questo post »


[IT] Come aprire una netlabel / Copertine coerenti, inspirazione gratuita Pt. 1/4

19/01/2011

Copertine delle releases, queste sconosciute! Nel post “Come aprire una netlabel – Parte 2/3” sintetizzavo così l’argomento:

In generale, vi sono tre approcci principali:
– copertine non coerenti;
– copertine coerenti;
– nessuna copertina.

Nel primo caso non vi è un filo logico tra le varie copertine del catalogo, il che capita se a creare le proprie copertine sono gli artisti stessi o comunque persone di volta in volta differenti. Ciò non significa che le copertine siano antiestetiche, anzi, spesso sono molto curate, ma non rendono a pieno l’idea di “release”. […] Nel secondo caso, invece, le copertine seguono lo stesso stile e la stessa impostazione nel tempo, il che, a mio dire, è l’approccio migliore, perché rende graficamente l’idea di “release” come parte di un “catalogo”. […] Il terzo caso è un aborto, nel senso che vi sconsiglio vivamente di seguirlo. Una “release”, in fin dei conti  è un album, un cd virtuale e come tale necessita di una copertina che lo rappresenti visivamente. […]

Ma come si imposta una serie di “copertine coerenti” per la propria netlabel? E’ un approccio che ho consigliato svariate volte su queste pagine, ma mai approfondito a regola d’arte. Rimedio ora 🙂

L’idea di “serialità” ad una manciata di copertine la si può dare in vari modi, l’unico limite è la propria fantasia ed il proprio (buon) gusto estetico. Il metodo più semplice è adoperare un software di grafica che ragiona “a layers” (Photoshop, ma anche il gratuito Paint.Net per esempio) per aggiungere alla foto di copertina un livello semi-trasparente su cui scrivere le artista, titolo, release code ed eventualmente aggiungere anche il logo della netlabel. Ovviamente, questo layer deve avere le stesse dimensioni e occupare la stessa posizione in tutte le copertine, oltre che avere la stessa percentuale di trasparenza e avvalersi sempre degli stessi fonts. Se si adotta questa idea compositiva, è fortemente consigliato impostare un template (per Photoshop. in formato .psd), un modellino di copertina generico, a cui di volta in volta aggiungere l’immagine di sfondo e le informazioni. L’uso di un template diventa essenziale quando il collaboratore responsabile della parte grafica della netlabel cambia spesso: basta passare il file al nuovo arrivato per non interrompere la serialità.

Leggi il seguito di questo post »