[IT] The Samsung N145 Plus Netbook Saga – Pt. 9 / Configurare Ubuntu 10.10 come eBook reader

22/03/2011

Il netbook che possedevo prima, un Asus eeePC 701, non aveva un hard disk tradizionale, ma un SSD (Solid State Disk) da 4 Gb, per cui potevi usarlo e “maltrattarlo” come ti pareva che non rischiavi nulla, essendo privo di parti meccaniche in movimento. Il mio nuovo Samsung N145-JP01, invece, monta un hard disk tradizionale da 2.5′, che per quanto pensato ad un uso “raw” in mobilità, resta comunque un hard disk standard, cioè con parti meccaniche in movimento durante l’uso, e necessita di qualche accorgimento onde evitare che si rompa, per cui non è esattamente consigliato per leggere, ad esempio, disteso sul letto, col netbook in posizioni strampalate (obliqua, laterale etc).

Per aggirare questo problema senza spendere un centesimo, installerò Ubuntu 10.10 su una chiavetta USB e la configurerò adeguatamente per uso eBook reader. Ogni volta che vorrò leggere, mi basterà fare il boot da suddetta chiavetta e disattivare l’hard disk interno, fine 🙂 Le pendrive usb, essendo basate su memorie flash esattamente come gli SSD, non hanno parti in movimento, per cui posso inclinarla e maltrattarla come mi pare che non le succede assolutamente nulla, mentre spegnendo l’hard disk lo preservo da qualsiasi botta, movimento o posizione brusca 🙂 Figata no? Ecco un video che riassume tutto:

Bene, spiegato per sommi capi l’obiettivo da raggiungere, entriamo nel dettagli.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

[IT] The Samsung N145 Plus Netbook Saga – Pt. 8 / Installare Ubuntu 10.10 senza intaccare Windows

07/03/2011

Ho testato Ubuntu 10.10 sul mio Samsung N145 Plus (N145-JP01) e va benone, viene riconosciuto tutto l’hardware, inclusa la scheda wireless, che funziona persino direttamente da live cd. L’unica cosa che non va, com’era prevedibile, sono i tasti funzione e l’applet di Gnome per il controllo della luminosità dello schermo. Per farli funzionare, ovviamente ci vorrebbe qualcuno che creasse un kernel appositamente patchato per questo modello di netbook o dei drivers, così come è accaduto per gli Asus eeePC, ma considerate le scarse possibilità che ciò accada, tocca accontentarci i pochi tasti funzione che funzionano out-of-the-box, tipo quelli del volume (FN+destra, FN+sinistra).

Dove installare Ubuntu 10.10? Se siete degli “estremisti”, potete brasare Windows Seven ed installarlo sull’hard disk, o al limite in dual boot. Io, invece, avrei optato volentieri per un’installazione su scheda SDHC Classe 6 (le più veloci), ma visto che, come spiegavo qua, il Samsung N145 Plus non non supporta (ancora?) il boot da card reader, mi tocca ripiegare su una comune (e molto più lenta) pendrive usb.

In particolare, utilizzerò una pennetta USB Kingston da 4 Gb, la capacità minima richiesta da Ubuntu.

ll mio progetto consiste innanzitutto nell’installare Ubuntu 10.10 (cartella root e cartella home, no swap) sulla pendrive usb invece che su hard disk interno, in modo da non intaccare affatto la partizione Windows Seven. Installando anche il Grub nella memoria esterna, esso apparirà soltanto quando si adopererà la memoria esterna così preparata, rendendo il tutto più pulito e lineare, ovvero:

– avviando il computer normalmente, partirà direttamente Windows Seven;
– avviando il computer con memoria esterna collegata, apparirà il menù di Grub da cui scegliere se avviare Ubuntu 10.10 o Windows Seven.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] The Samsung N145 Plus Netbook Saga – Pt. 7 / Il problema del boot dal card reader

04/03/2011

L’unico difetto, o meglio, l’unica sbavatura (difetto è una parola grossa, non creandomi eccessivo fastidio) che finora ho riscontrato nel mio netbook Samsung N145 Plus in queste settimane di utilizzo è il card reader, essenzialmente per due motivi:
Leggi il seguito di questo post »


[IT] The Samsung N145 Plus Netbook Saga – Pt. 6 / Come trasformare il vostro netbook da 10′ in eBook Reader

22/02/2011

In realtà, questo argomento l’ho già trattato tempo fa in una guida molto dettagliata, che trovate qua. Allora creai un kit di due scripts, chiamato (in un overflow di fantasia) “eeeBookMode“, che permetteva di girare schermo e trackpad (“01_ebookmode.bat”), e ripristinare tutto (“02_normalmode.bat”). Il mio”eeeBookMode” è tuttora liberamente e gratuitamente scaricabile dalla mia pagina “Downloads“.

Bene, se ne ho già parlato, come mai riprendo in mano l’argomento? Semplicemente per confermarvi che, sia guida che scripts, sono ancora attuali, e funzionano tranquillamente anche sul mio nuovo Samsung N145-JP01, in quanto anche questo netbook, così come il mio vecchio Asus eeePC 701, monta una scheda video integrata Intel, in particolare la nuovissima Intel GMA 3150.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] The Samsung N145 Plus Netbook Saga – Pt. 5 / Come installare Age of Empires II su un netbook da 10′ con Windows Seven

19/02/2011

Introduzione:
Se più o meno siete figli degli Anni Ottanta come me, quasi sicuramente avrete giocato, anche soltanto di sfuggita, ad Age Of Empires II, mitico videogioco RTS (real time strategy) uscito nel 1999 per Windows e Mac. Io è da allora che ci gioco (11 anni!) e tuttora non mi sono stancato, anzi una volta a settimana (solitamente la domenica dalle 17.30 alle 23.30) organizzo, insieme ad una manciata di amici infognati come me, dei lan party davanti al caminetto (un piatto di pasta e battute a nastro sono incluse nel pacchetto). Age Of Empires II è un gioco che tra feudal rush, tower rush, castle rush, intelligenze artificiali custom, peculiarità dei popoli e mappe personalizzate, non si finisce mai di apprendere del tutto, è davvero infinito, e al contrario della stragrande maggioranza dei videogiochi moderni, tutta grafica e poca sostanza, è un gioco che non imbriglia la fantasia in percorsi predefiniti dalla software house di turno, ma la fa viaggiare (in prima classe), soddisfando pienamente la vostra voglia di Medioevo.

In questo post vi darò alcune dritte per installare Age of Empires II con relativa espansione The Conquerors su un netbook di fascia bassa come il mio Samsung N145-JP01, in modo da giocarci serenamente sia in single player che in multiplayer con gli amici (reali o virtuali che siano).
Leggi il seguito di questo post »


[IT] The Samsung N145 Plus Netbook Saga – Pt. 4 / Qualche personalizzazione estetica :)

13/02/2011


Vi presento il desktop ed il menù start del mio nuovo netbook 🙂 CaruzZio, eh? 🙂

Ci sono tre motivi fondamentali per cui, dopo aver customizzato il “motore” del mio Samsung N145-JP01 come spiegato qua, sono passato ad una personalizzazione puramente estetica (ma non computazionalmente invasiva):

1. essendo il netbook bello esternamente, lo deve essere anche “internamente”;
2. se non personalizzo i miei “gadgets”, non li sento “miei”, e non riesco a lavorarci proficuamente;
3. volevo dargli un look professionale ed omogeneo.

La personalizzazione, come dicevo, non è stata invasiva, quindi niente barre animate, dock traslucidi, launchers orizzontali e radiali, widgets, orologi turbofotonici, che succhiano un abominevole quantità di risorse inutilmente e trasformano un computer nell’analogo di un’automobile tuning tamarra. Ho adottato piuttosto un approccio “low-profile”, che abbellisse senza andare ad intaccare le risorse del mio netbook, che su macchine del genere sono già di default abbastanza ridotte. Per raggiungere questo obiettivo, ho operato su tre fronti:

– wallpaper azzeccato e colore+trasparenza delle finestre in tinta;
– menù Start;
– schermata iniziale.
Leggi il seguito di questo post »


[IT] The Samsung N145 Plus Netbook Saga – Pt. 3 / Differenze con l’Asus eeePC 701

10/02/2011

Quasi due anni fa, in questo post, spiegavo il perchè, a mio giudizio, un netbook da 7′ fosse preferibile ad uno da 9′ (il top di allora). Il Samsung N145-JP01 che ho appena acquistato è un 10′. Cosa è cambiato da allora ad adesso?

Molto a dire il vero, ma nonostante tutto le considerazioni che feci allora restano abbastanza attuali e l’Asus eeePC 701 resta un buon prodotto da usare come primo netbook. Ha tuttora una valida potenza computazionale, non di troppo inferiore a quella delle attuali cpu Atom single core, entra nella tasca del cappotto, e all’occorrenza può aumentare esponenzialmente la sua versalità se collegato ad un monitor esterno.

Però, chi come me ha già due anni di netbook da 7′ alle spalle, può avvertire la necessità di cambiare, con i pro ed i contro del caso.
Leggi il seguito di questo post »