[IT] Bash: come effettuare la scansione antivirus di una cartella automaticamente su Linux

19/07/2010

Mettiamo caso che siate responsabili di una rete aziendale con diciotto client Windows e vogliate dotarli di un server, che tra gli altri servizi, offra anche una cartella condivisa e centralizzata su cui tutti i dipendenti possano leggere e scrivere files, una cartella che funga da metodo semplice e veloce per scambiarsi i files e che ponga fine alla primitiva abitudine di mandarsi i files via email.

Mettiamo caso che tra i diciotto dipendenti di cui sopra, ce ne siano soltanto due o tre capaci di mantenere il proprio computer pulito da virus e malware, mentre gli altri lottano ogni giorno con finestre di avviso di Avast, pennette infette e figli di trojan vari, per cui sarebbe questione di un attimo infettare tutta la Rete se i computer si vedessero tra loro.

Beh.. in una situazione del genere, se foste il sys-admin / unico responsabile IT di questa azienda/ente/ufficio, cosa fareste? Cosa fareste voi non lo so, ma posso raccontarvi cosa ho fatto io.

Una volta messo sù un server Linux [1] ed una volta configurata una simpatica condivisione Samba dal nome a dir poco fantasioso di /home/SCAMBIO, sì è già raggiunto un buon livello di sicurezza, visto che in una Rete di client Windows un server Linux già di per sè funge da pit-stop per qualsiasi infezione virale studiata per diffondersi automaticamente sulla rete locale.

Ma cosa succederebbe se un impiegato passasse un file eseguibile infetto ad un altro impiegato tramite SCAMBIO, e se quest’ultimo ci cliccasse sopra due volte? BOOM!, esatto.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci